Motore di ricerca

23 febbraio 2006

I giochi della morte

Ieri la Etleboro ha preannunciato la pubblicazione di un importante documento, e oggi non a caso il nostro sito è rimasto bloccato per ore intere, senza tuttavia fermare la nostra attività informativa che con grande successo accoglie consensi in tutto il mondo, con migliaia di accessi giornalieri e di richieste di collaborazione da parte di giovani menti.
Etleboro è infatti una Tela che si estende come una rete distributiva, senza alcun potere centralizzato e piramidale, che promuove la reciproca collaborazione disciplinata da un codice etico dell'informazione, attualmente inesistente. Ma è proprio questo ciò che più fa paura: la creazione di schemi di poteri non piramidali, democratici che per le loro caratteristiche esaltano l'individuo come essere sovrano e autonomo.

Qualcosa di veramente terribile sta per essere attuato, è un gioco talmente sporco che non può essere descritto senza incutere panico .
Vi mostriamo un documento diffuso nel 2005 in Francia destinato all’ordine dei farmacisti, che fornisce istruzioni circa le operazioni di primo soccorso alla cittadinanza in caso di attentato nucleare, o di sabotaggio ad uno stabilimento. E’ infatti previsto la fornitura alle farmacie di compresse di iodio stabile e l’istallazione di “punti di prossimità” attraverso i quali distribuire le stesse compresse, nelle 6 ore prima o dopo l’esposizione. L’allegato alla circolare spiega infatti le modalità di assunzione e l’efficacia delle compresse sul sistema tiroidale. Viene in calce ricordato che in caso di allarme i farmacisti dovranno rendersi reperibili e disponibili 24 h su 24, 7 giorni su 7 per assistere la popolazione.


Lo abbiamo dichiarato un mese fa e gli eventi ci stanno dando ragione. Tra non meno di 20 giorni l’America svaluterà la sua moneta e creerà ancora un diversivo per distogliere l’attenzione della gente su tale notizia. Una guerra di sproporzionate dimensioni si sta preparando, come risultato di un meccanismo che è scattato con la consegna di Rakto Mladic. Si temeva una rivolta ,interna della comunità serba, perchè il piano consiste proprio nel di creare astio tra le due comunità dei serbi di Bosnia e dei serbi di Belgrado. Tutto questo gioco è fatto per il Kossovo: Baroni Ladroni sono ora all’opera per saccheggiare e per rubare, per depredare.