Motore di ricerca

12 marzo 2006

Io sono serbo e non servo dei macellai


La morte di Slobodan Milosevic è l’esempio della carneficina che il tribunale tribunale dell'Aja sta creando, è la fine della democrazia e della manipolazione del destino degli Stati da parte di lobbies potenti che utilizzano le armi dei media e della dissuazione della massa per saccheggiare i popoli.Milosevic è stato condannato dai media sin dall'inizio, e poi hanno istituito un tribunale per costruire il castello di accuse e prove legali dinanzi all'opinione pubblica della comunità internazionale, perchè concretamente Carla del Ponte non è stata capace di addurre motivazioni sufficienti a chiudere il caso.

Riteniamo opportuno esporre la verità su ciò che sta accadendo nei Balcani, cercano di spiegare perché alcuni personaggi si suicidano, e perché questi saranno gli anni dei Presidenti uccisi.

In passato hanno raccontato di tutto sulle famose macellerie di Slobodan Miloscevic, e mentre si continua a scavare le fosse comuni, il Tribunale Internazionale non è ancora riuscito a dimostrare le illazioni che hanno portato all’arresto di un Presidente. Nei primi anni di guerra, la macchina mediatica dei proprietari delle tv e dei giornali avevano montato dei veri e propri casi, come il bombardamento di Lubiana , e il Manifesto che Médicins Sans Frontières pubblicava in tutto il mondo diffamando il popolo serbo, redatto dallo stesso giornalista che aveva sostenuto che in Kosovo furorno uccisi più di 400 bambini .

Molteplici testate internazionali hanno infatti confermato l’esistenza di campi di sterminio, ma alcuna prova è stata mai prodotta, trattandosi in realtà di campi organizzati per lo scambio delle città, perché esisteva la guerra politica delle enclavi. Tuttavi i giornali crearono da quell'evento un vero dossier sull'esistenza in Bosnia di campi di concentramento dedicati allo sterminio di centinaia di bosniaci da parte dei serbi. Successivamente è stato scoperto che quelle foto prodotte come prove dinanzi al tribunale dell'Aja erano un fotomontaggio, e assolutamente false, ma ciononostante l'Aja continua a utilizzare queste foto come simbolo della lotta contro i crimini di guerra. Allo stesso modo sono stati creati i famosi campi di stupro. I contractor della DTS, potente società privata di sicurezza che dispone di aerei e flotte di propria proprietà e organizza azioni di sabotaggio in tutto il mondo, furono denunciati e condannati dall’ONU perchè segregavano minorenni bosniache musulmane. Per non rendere pubblica questa notizia, furono creati i cosiddetti “campi da stupro”, che fomentarono ancora di più la guerra. Se oggi continuano a ricamare su tali massacri è solo per confermare tale versione della storia, e dissipare i dubbi e le incoerenze che nel tempo sono diventate evidenti, ed evitare che la Serbia si convinca a denunciare la Nato e le Banche per etnocidio.
Ecco i video che confermano la nostra teoria:

La pubblicazione di una semplice foto della Nato da parte delle televisioni e dei giornali dei padroni Banchieri ha giustificato il bombardamento all’uranio impoverito di una Nazione. Noi denunciamo la falsità di tale prova, e dei media collusi che hanno sostenuto questa farsa data l’evidenza dei fatti. La foto satellitare documenta che da un giorno all’altro è stata scavata una fosse comune, dalle dimensioni un po’ sproporzionate in un periodo di piena guerra, stando alla sua grandezza rispetto all’automobile, cerchiata in basso alla foto. Inoltre se il giorno 8 compare una casa senza alcuna copertura, il giorno dopo la stessa casa ha un tetto, ed è improbabile che il contadino l'abbia costruita durante la notte.

Queste incoerenze ci fanno fortemente dubitare dell’autenticità di una prova così importante, una foto che ha portato una guerra, ha fomentato odio tra le etnie e ha devastato tutto. Durante quell'intervento aereo la Nato ha Bombardato volutamente solo le imprese nazionalizzate, e non impianti privati, e sembra che gli attacchi siano stati orchestrati per escludere una precisa componente economica e privare lo Stato delle risorse e delle infrastrutture necessarie alla ripresa del Paese, tale da rendere poi necessaria la ricostruzione promossa delle entità occidentali. Nel frattempo, infatti, tutti i “proprietari dei giornali” hanno concluso importanti affari, hanno privatizzato le industrie , hanno acquistato le Banche di proprietà del popolo, riducendosi il tutto ad una rapina. Molte Banche, tra cui Banca Intesa e Unicredit, risiedeno nei consigli di amministrazione di tutte le società più importanti e controlla tutto. Bisogna chiedere loro il “perché”, ma saranno sicuramente impegnati a stampare moneta. Nessuno infatti dice che Milosevic prima di entrare in politica e diventare Presidente della Jugoslavia, era il Presidente della più grande banca slava.

Per saccheggiare i popoli con le privatizzazioni è stato così creato ad hoc un tribunale che Internazionale non è, perchè non bastano agenti di colore a dare l'immagine di imparzialità e di internazionalizzazione a tale istituzione. Oggi una commissione presieduta da giudici di tutto il mondo, basterebbe a condannare questo scempio, documentato da statistiche che lasciano chiaramente trasparire che i macellai erano quelli che si dipingevano paladini della giustizia.Chiunque si è opposto alle privatizzazioni, è giunto in un modo o nell’altro dinanzi ai giudici dell’ Aja per essere processato, tra prove e testimoni falsi e colpi di scena, che hanno sempre preceduto le figuracce di Carla del Ponte. È intervenuta addirittura la BBC che concedendole alcune interviste ha aumentato la sua credibilità, perchè le masse cominciavano a intravedere qualcosa di strano ed incoerente negli eventi. Quando poi cade definitivamente il concetto della grande Serbia e delle menzogne orchestrate, Carla del Ponte è scomparsa dai teleschermi. Noi abbiamo assistito “in diretta” a tutto ciò che è accaduto tutto sembra molto ridicolo. Nella più totale messa in scena, Natasha Kandic, legata alle associazioni no profit finanziate da organismi che fomentano guerre e dirigono conferenze di pace, consegna il video di Srebrenica per dissipare ogni dubbio sulla veridicità del massacro di Srebrenica. Non a caso il video è stato reperito tramite un pentito anonimo, ma è bastato in ogni caso a farle ottenere un riconoscimento come "eroina europea" da parte di un'organizzazione Inglese, che ha avuto così l'occasione di euro, filosofeggiando teorie che non fanno altro che agitare gli animi.

In realtà tutto questa messa in scena è stata orchestrata per distogliere l’attenzione della gente e convincerla della macelleria. Il video è un falso, noi lo abbiamo dimostrato con foto e argomentazioni evidenti come lo stesso Milosevic ha tentato più volte di fare, ma le telecamere venivano spente e il suo audio interrotto. Queste foto sono molto incoerenti, non presentano alcuna traccia di una vera e propria carneficina, i vestito dei cadaveri sono infatti troppo puliti. Confrontando le prime due immagini è possibile notare che il colore dei vestiti non corrispondono, e che l'uomo fa ombra mentre gli arbusti che sono dalla sua parte di strada no. Mentre osservando la prima e la terza è possibile notare che mentre nell'una si contano 5 corpi nell'altra ben 6, per cui riteniamo che probabilmente queste immagini appartengano a due video diversi, e montate in un secondo momento ad hoc.

Così abbiamo una risposta, ma altre 15 domande sorgono, a cui né il Procuratore dell’Aja né Natasha Kandic sanno dare una risposta. Molto probabilmente tra non molto Ratko Mladic, già nelle mani della Nato, verrà consegnato al tribunale dando inizio ad un nuovo processo e ad una nuova telenovela mediatica, per distogliere l'attenzione sull'introduzione di nuovi dollari. Dobbiamo dunque aspettarci colpi di scena e azioni spettacolari. Bisogna capire infatti che l' arma del nuovo millennio è la comunicazione, perchè tramite dei messaggi visivi inducono il nostro intelletto al pietismo per convincerci che ciò che fanno è giusto.

Queste immagini sono state appositamente studiate, i giornalisti hanno delle direttive ben precise da seguire nel ritrarre una scena. La guerra viene fatta con le parole, le immagini, i messaggi alle coscienze umane, e mai sul campo, e in tale battaglia senza esclusione di colpi la televisione gioca un ruolo fondamentale, perchè attraverso di lei si gioca la vittoria o la sconfitta. Non è importante infatti che sia vinta una causa in tribunale, perchè nessuno andrà mai a leggere le sentenze o gli atti, ma che la gente sappia quello che è stato detto prima. Dunque, come volevasi dimostrare, se Slobodon Milosevic avesse potuto parlare come chiedeva, forse oggi non sarebbe morto e tutta questa assurdità sarebbe cessata.E mentre i processi continuano, alimentati dalle informazioni procurate dai grandi reporter giornalistici, avveniva il saccheggio.
















Le immagini del funerale di Srebrenica

Foto1: Ai funerali ufficiali di Srebrenica furono disposte decine di bare senza alcun nome: è ovvio che la foto sia stata studiata e architettata per colpire visivamente e rimanere impressa nella memoria.





Foto2: E' piuttosto evidente che sia il teschio in primo piano, che la ragazza, che non utilizza una mascherina nè una qualsiasi uniforme, siano stati lì posizioni per far scenografia.


Ci chiediamo come mai l’Energy Financing Team (EFT) di Londra ha siglato un contratto con la Elektroprivreda RS, che obbliga Albania, Macedonia, Kossovo, Bosnia, Serbia, Montenegro e Croazia, a venderle l’eccesso di corrente generata , solo dopo che i commissari europei e le associazioni contro la corruzione hanno pubblicizzato le irregolarità all’interno di tali imprese poste in tali paesi. Il rapporto OHR dell’Alto Rappresentante Paddy Ashdown, rappresentante dell’alta finanzia bancaria, affermò che EFT, attraverso gare d’appalto manipolate, comprava dalla Elektroprivreda RS energia a basso costo realizzando altissimi profitti. L’inchiesta nel tempo è stata lasciata cadere, perché si trattava ovviamente di un plateale ricatto ai danni della Elektropriveda RS, per lasciarsi sfruttare in silenzio dalla EFT . Invito, dunque il Procuratore dell’Aja di indagare sulla EFT, una tra le dirette responsabili del genocidio e della guerra in Bosnia. Allora chiediamo a questi ambasciatori che sostengono nei loro congressi la “democrazia”, avete pagato delle organizzazioni per combattere la corruzione dei politici, come l'ACAC in Albania e Transparency Internationation in Bosnia, ma non avete mai redatto un piano di sensibilizzazione per l’uranio impoverito. Chiediamo a Carla del Ponte se il signoraggio delle Banche Centrali balcaniche viene acquisito dalla BCE , che fa capo alla Svizzera se non erro.


Perché allora non spiegare che cosa è il “ritalin”, un medicinale che certamente non onora la nostra scienza e di cui è stato fatto un largo uso nei Balcani. Voi signori, ladroni, giudici , e ambasciatori, dovete spiegare perché per combattere il terrorismo e sostenere la democrazia, avete bombardato ed attuato embarghi per molti anni, massacrando bambini e vecchi , scortando e difendendo i mercenari mujaidin . Avete portato Al Zawaziri in Bosnia per poi chiederne la consegna bombardando le nostre terre, proprio come è successo in Afganistan: uno Stato violato perché ha rifiutato di consegnare Bin Laden, per poi aumentare le piantagioni di droga.


Vi invitiamo a guardare tali video, l'ultimo dei quali riporta delle immagini di Al Zawahiri :


Perchè privatizzate l’acqua e le nostre imprese? Il racket che voi proteggete, signori, è il crimine che state perpetuando su tutto il popolo balcanico. Tre giorni fa un imprenditore di Zagabria si è suicidato per i troppi debiti, è questa la vostra democrazia? Noi siamo a disposizione di tutti i giornalisti e di tutti i giudici del mondo, per spiegare la teoria del crimine perpetuato sulla razza umana da parte di lobbies finanziarie, che gestiscono con software le economie e le nostre materie prime. Noi denunciamo le Banche che in prima persona si sono macchiate di Etnocidio.

L’Albania, solo perchè dice NO al progetto “Ambo”, viene privata per 2 mesi della corrente elettrica, facendo fallire più di mille imprese. Così oggi gli albanesi stanno trattando con i russi, accendendo delle forti polemiche solo perchè Sali Berisca ha detto no alla mafia internazionale che attraverso la Banca Mondiale, nel 1997, ha rapinato l’Albania.

Questo , dovete sapere, è l’anno dei suicidi, tutti si ammazzeranno perchè le condizioni del patto di Dayton prevedevano che sia Karadzic che Mladic non dovevano essere processati, né rilasciare interviste pubbliche, o entrare nella vita pubblica. Questo era l’accordo che Milosevic fece con Bill Clinton, e fu così che la pace venne fatta. È questo uno dei motivi per cui Slobodan lo chiamava a testimoniare, da cui il famoso voltafaccia dell’America per non aver rispettato i patti.

Tre giorni prima di morire Milosevic aveva ricevuto dei documenti importantissimi che doveva esporre alla sua prossima udienza, per chiudere amaramente tale capitolo. Un chiaro omicidio denunciato dal suo stesso avvocato, che ha dichiarato che gli sono state consegnate medicine sbagliate. Un reato a cui Carla del Ponte non può dirsi certo estranea: Sacerdotessa della Morte sin dall’epoca delle stragi di Falcone e Borsellino.

Le nostre vite sono nelle mani di Baroni Ladroni, e dipingere un uomo come macellaio ha sempre la sua utilità. Nessuno infatti si preoccupa del monopolio della Vodafone, anche lei è un enorme conflitto di interesse, perché un qualsiasi utente non potrà mai vincere la parola di un così grande avversario, essendo ormai un'istituzione . Software sofisticatissimi, creati dall’IBM, manipolano la nostra vita e consentono di portare avanti una guerra perpetua, silenziosa e invisibile. Siamo derubati dai sistemi informatici.

Avere un popolo con migliaia di utenti è il più grosso affare, e le lobbies combattono per ottenere tutto questo, inventando le cose più atroci. A testimonianza di ciò che affermiamo vi è l’eloquente impotenza del consumatore, che dovrà seguire cause legali di anni per ritrovarsi con un pugno di mosche. Le Banche possono indebitarmi senza che io possa far nulla, perché non sono altro che una cifra all’interno di un data base sterminato.



Ricordate che quando occorre attaccare e trovare le giustificazioni, le autopsie e le indagini vengono liquidate in 20 minuti, mentre quando devono nascondere qualcosa, perché evidenti sono le tracce delle loro bugie ci liquidano con un no comment. L’assassinio di un Presidente è un crimine contro l’umanità e gli assassini hanno un nome e un cognome: 3000 commissioni che si nascondono dietro la Comunità Europea, presiedute dagli stessi consulenti delle multinazionali e delle Banche: http://www.etleboro.com/local_docs/workinggroupscommission.pdf

Cara Carla del Ponte, Lei è una persona ingrata e pericolosa, rappresenta il racket internazionale, sfila al seguito di una bandiera europea, ma Lei è svizzera, protegge i caveaux che contengono il marcio del mondo intero. Deve rispondere sul perchè la Svizzera ha incluso nella sua Costituzione la Sovranità Monetaria, mentre noi cittadini, europei e balcanici, non possiamo averla. Lei rappresenta i killer, il riciclaggio internazionale, Lei protegge quelli che hanno creato la moneta e falsato i bilanci, le menti raffinatissime, di cui parlava il giudice Giovanni Falcone. E dietro le sue ombre ormai vi è una lunga lista di morti...