Motore di ricerca

08 marzo 2006

Jelena Milic,una casalinga annoiata


Quando prima parlavano, i Capi di Stato era tutta un’altra cosa. Oggi sempre nuovi personaggi si autoproclamano come “istituzioni” , si autodefiniscono “associazione umanitaria” senza magari sapere cosa sia realmente umano.
Spesso succede che chi si annoia cerca di fare qualcosa, e magari molte donne sono entrate in queste organizzazioni per mordere la mano a chi dà loro da mangiare. Oggi abbiamo le nuove casalinghe, donne che ricevono finanziamenti dall'estero, o meglio dai criminali che si sono autodefiniti Istituzioni. In realtà questa è gente miserabile perchè chiede ai serbi di Bosnia perchè vogliono "sentirsi serbi” , paragonandoli a dei nazisti.Quando la “signora casalinga” vorrà, potremmo mostrarle le sentenze dei tribunali che condannano le società, che hanno scelto di fallire per non restituire i soldi, o ancora la lunghissima lista delle morti a causa dei debiti , che ammonta a circa 1 miliardo di persone.

Cara Jelena Milic, Lei non conosce la storia , non sa nulla, e noi le posso dire che l’America ha lanciato due bombe atomiche, ed è l'unico stato al mondo a non essere stato inquisito per genocidio, per la morte di milioni di persone. Quelli che ieri hanno prodotto il gas nervino oggi producono medicinali, e forse ha tralasciato il fatto che dei medicinali hanno provocato un genocidio. Essere serbi, significa “essere”, se noi esistiamo “siamo” , e se Lei crede che non “esiste” è un suo problema . Noi serbi “siamo” tutto quello che vuole, carnefici , terroristi , nazisti , mangiatori di bambini, ma abbiamo una bandiera, come l’Italia, la Francia, come l’Iran , perchè crediamo in noi, e in quello che i nostri antenati hanno detto, perchè si sono uniti , con il dolore e il sangue. Tutto questo ha fatto un popolo, che si chiama in qualsiasi modo lei voglia , ma significa serbo.
La nostra esistenza è la testimonianza che possiamo continuare a vivere. Se Lei mette in dubbio il Suo “essere” , è perchè da casalinga non può fare il pastore, ma solo la pecorella.