Motore di ricerca

10 aprile 2006

Non sempre chi ha più voti vince...


Abbiamo assistito a continui ribaltamenti e stravolgimenti dei risultati, tant’è che i festeggiamenti in piazza sono stati improvvisamente interrotti per le dovute cautele.
Prodi aveva ritirato lo spumante e preparato il discorso per la piazza in delirio, ma dovrà aspettare lo spoglio, dovrà aspettare che i dati ufficiali confermino le proiezioni che ribaltano i primi euforici risultati. La Rosa nel Pugno era l’unico partito che inneggiava alla vittoria, sovrastava il silenzio degli altri partiti che sin dalle prime battute hanno smesso di parlare e rilasciare dichiarazioni. Dalle 3 di oggi pomeriggio che aspettano in piazza che Prodi faccia il suo discorso. Ma che fregatura questi exit pol, anche loro come parassiti non servono a nulla: 5 punti di forchetta? Ma pensano sempre e solo a mangiare!
Per sapere chi ha vinto attendiamo adesso lo spoglio dell'ultima tessera dell'ultimo italiano nel mondo, perchè il suo voto sarà l'ultimo ad essere incluso tra i dati uffuciali del Viminale.

Occorre essere coscienti che nessuna coalizione politica ha vinto queste elezioni, nessun partito e nessun programma politico.


I veri vincitori sono i Banchieri, che hanno banchettato in una danza orgiastica tra fusioni e acquisizioni di banche estere, riconfermandosi dunque gli unici elementi trainanti dalla Borsa Valori italiana, dato che ormai le imprese e i titoli azionari stanno pagando le conseguenze del rialzo dei tassi di interessi.
Se la ridono anche le agenzie di rating, alle quali non importa quale sarà il colore del governo che dovrà, in tempi brevi e tempestivi, ridurre il debito pubblico se vuole risparmiare all’Italia il declassamento e dunque il fallimento. A questo punto, data la situazione quanto meno preoccupante, una vittoria lascerebbe comunque dell'amaro in bocca al vincitore.

Hanno vinto gli Italiani all’Estero, che finalmente decideranno per la Madre Patria che non hanno mai dimenticato, che amano ancora e sempre più di ogni altro italiano. Non importa cosa sceglieranno, se centro-destra o centro sinistra, perchè saranno comunque loro a decretare il vero capovolgimento. Finalmente la loro voce avrà la giusta importanza e la tanto meritata attenzione.