Motore di ricerca

23 ottobre 2006

Il quotidiano Libertà parla di Etleboro


La voce di Etleboro si sta espandendo pian piano in Italia, e oggi non solo le persone ci seguono e parlano di noi , ma stanno prendendo coscienza di cosa per lungo tempo è stato nascosto.
Timidamente, un giornale locale, Libertà , della città di Piacenza, parla della Etleboro in un articolo di Nereo Villa, tratto da un'importante intervista censurata per i suoi importanti contenuti dai media ufficiali.

Molte persone cominciano così ad elaborare le loro notizie, a scrivere e capire quale siano i meccanismi che si nascondono dietro la disinformazione o il terrorismo.


Riemerge così la Etleboro come centro di elaborazioni dati, in un mondo in cui sono i database la chiave per capire come funzionano i sistemi di potere. Viene difeso e esaltato il progetto del consorzio di imprese, all'interno del quale è la capacità di produrre e il potenziale intellettuale ad essere il vero mezzo di scambio, e non più la moneta, che ha dietro di sè un sistema usurario.

Ringraziamo dunque il quotidiano Libertà per questo spazio che ci è stato offerto, nella speranza che presto, come una macchia d'olio, molti altri cominceranno a parlare di Etleboro e di questa realtà invisibile che vuole il risveglio delle menti.