Motore di ricerca

09 novembre 2006

L'Energia del Cosmo e la Cyberbanca nel futuro del sistema economico


La crisi sistemica di cui si parla da mesi nel web e tra gli addetti ai lavori dell'alta finanza, tra i banchieri e gli economisti, sta pian piano riaffiorando anche nella stampa ufficiale. Si era detto infatti che i primi campanelli d'allarme sarebbero stati l'aumento dell'inflazione nonostante la politica monetaria in atto, la svalutazione dei valori immobiliari, la diminuzione degli ordini industriali, così come l'aumento della richiesta dei mutui e le speculazioni in borsa.

Quella che è stata definita svalutazione del dollaro, ha portato invece all'anemia monetaria, e meno soldi in circolazione richiede un aumento della velocità di scambio di moneta e dunque maggiore produzione per ottenere lo stesso prodotto finale. L'America e l'Europa infatti soffrono di questa situazione, e sostengono la loro economia con le "promesse di pagamento" dei governatori delle Banche Centrali e le riforme finanziari e fiscali rigide, per mantenere alta la tensione sulla produzione e il mercato del lavoro. Quello che in realtà ha fatto Bush, annunciando la stampa di dollari senza la pubblicazione dei dati della moneta, è stata una minaccia rivolta all'intero mondo, ossia la minaccia del fallimento capitalistico che avrebbe sconvolto e atterrito tutte le economie più deboli. Così, seduti al tavolo dell'Onu, hanno deciso una guerra per alimentare la produzione dell'economia occidentale, che è da più di un secolo agganciata al petrodollaro. Il petrolio è la moneta di cui il sistema economico si nutre, non è il dollaro come invece molti credono, ed è naturale dunque che la sua sopravvivenza è legata alle riserve di oro nero, e che la borsa di New York oscilli al variare dei comunicati sulla produzione. Allo stesso modo Putin vuole imporre il petro-rublo in Europa, ed è per lo stesso motivo che l'euro non costituisce una vera moneta in quanto non si basa su una fonte di energia, è agganciato pur sempre alla valutazione del dollaro: possiamo dunque dire che la rivalità euro-dollaro in realtà è una finzione in quanto entrambi sono retti sul petrolio.

Gli Illuminati, creatori del dollaro FED, erano parte di quello che è il "Comitato dei 300 ", creato nel 1729 dal BEIMC, British East India Merchant Company, per occuparsi degli affari bancari e commerciali internazionali: le compagnie delle indie furono i primi banchieri che convertirono i titoli rappresentanti il debito pubblico verso la Banca di Inghilterra, in moneta circolante. Nel tempo sono diventati capitalisti e fondarono il loro potere economico sul petrolio, mediante quelle che erano le 7 sorelle: il simbolo presente sul dollaro, la piramide con un vertice illuminato, e una fiamma, nient'altro rappresenta l'Energia, la luce, il calore.
La loro convinzione di potere assoluto che gli derivava da questo sistema venne però sconvolto da un uomo, che rimise in discussione il concetto di Energia e con esso anche il sistema monetario allora vigente. Dopo aver brevettato il sistema di trasmissione dell'energia senza fili, ossia il radio telegrafo, il suo pensiero giunse alla massima espressione quando capì che l'elettricità, quando è sottoposta alle alte frequenze, tende a viaggiare più facilmente attraverso il gas piuttosto che per il metallo, ossia nell'atmosfera ad un'altitudine elevata: l'energia che i suoi trasformatori e le sue bobine erano in grado di produrre, viaggiavano liberamente nell'atmosfera.
Così, nell'estate del 1899, Tesla costruì e provò uno dei dispositivi più incredibili che l'umanità abbia visto, al fine di caricare le nuvole elettricamente mediante una scarica che partiva dalla terra, ossia un'onda stazionaria particolare che accerchiava il pianeta intero. Tesla aveva convinto il Colonnello John Jacob Astor, del famoso Waldorf Astoria, a finanziare con circa 30.000$ il suo progetto di costruire la sua torre dell'Energia. La società dei prodotti disidratati Simpson and Crawford darà altri 10 000$, mentre Leonard E. Curtis, proprietario del Colorado Spring Electric Company, fornì il campo e l'utilizzazione di una delle sue centrali del Colorado Springs. Su un terreno localizzato ad est di Colorado Springs, vicino al monte Pike, ad un'altitudine di 1800 metri, fece costruire una stazione sperimentale sovrastata da un traliccio metallico di 37 metri all'estremità del quale venne messo una sfera di rame di 90 centimetri e un potente emettitore amplificatore.
A quel punto il banchiere J.P. Morgan tagliò i fondi all'inventore e impedì ogni nuovo finanziamento, e gli fu semplice fare questo perché aveva il controllo della futura elettrificazione dell'America, con la sua General Electric Company.

Tesla costruì dunque la sua Torre, dal quale emettere l'Energia elettromagnetica profusa dalla Terra e dal cosmo stesso, che poteva irradiarsi ovunque ed alimentare ogni apparato produttivo dislocato a distanza. In realtà Tesla creò, consapevolmente, una moneta: il Tesla, l'unità di misura dell'energia elettromagnetica sarebbe diventata la misura del valore della nostra produzione. I Banchieri finanziarono il suo progetto per consentirgli la sperimentazione e impossessarsi poi in un secondo momento della sua invenzione: su di essa potevano costruire il loro potere economico e monetario in qualsiasi momento della Storia, a partire da quel momento o quando sarebbe stato reso necessario dalla fine del loro combustibile.
Ciò che oggi sta accadendo, è una guerra dettata dalla fine delle risorse petrolifere e la creazione delle basi per portare l'umanità verso quel sistema che aggancia la moneta all'Energia Cosmica, come dichiarato dallo stesso Bush nei suoi recenti attacchi alla egemonia sul Cosmo.

Ciò che unisce indissolubilmente Occidente e Oriente, Bush e Bin Laden, America e Arabi, è nient'altro che un sistema telematico in cui ogni bene contrattato e scambiato ha un identico controvalore nel petrolio. Cos'è oggi il nostro sistema economico se non un sistema telematico? Le multinazionali, le Banche oggi sono inserite in un circuito virtuale che fa si che tra un passaggio e l'altro di un titolo, di moneta o strumenti finanziari, acquisiscano valore (nominale) senza acquisire valore reale, fin quando in determinate condizioni il sistema collassa. Se una banca italiana compra dei bond argentini a 5$, per poi rivenderli ad una seconda per 10$, e ad una terza per 30$, viene costruito una rete in cui il vero usuraio è la Banca che ha prestato denaro per l'acquisto dei Bond a 30$ in quanto il debitore di quest'ultima dovrà effettivamente pagare.

Cos'è allora Al queda? Nel 1968 venne costruito un database, un sistema telematico in cui le merci venivano scambiate mediante un sistema di compensazioni sulla base di una Tela, venne costruita una banca cibernetica chiamata Al Queda. Con il tempo Al Queda, "la base dei dati", è stata infiltrata, rubata, criminalizzata e distrutta mettendo al suo posto le cosiddette cellule terroristiche, perché essa aveva effettivamente una portata distruttiva. Il debito pubblico aumenta a dismisura in quanto lo scambio del Bond ad un prezzo più elevato richiederà l'esborso di ulteriori interessi, mentre il dito sarà puntato verso il debitore e non la Banca che ha consentito che ciò accadesse, che ha manovrato i fili di tale sistema.
Il concetto di Banca Cibernetica è stata così rubato e inserito all'interno delle politiche del FMI, che ha così brevettato la "banca etica", il "micro credito", e ora si sta lanciando nella "cyberbank": un palmare sarà il portale attraverso il quale sarà costruito il sistema bancario e quello azionario. La creazione del borsa internazionale, e il fallimento al contrario di quella Europea, fa capire a tutti noi che l'economia del futuro può esistere solo sui circuiti che loro detteranno, perché non esiste alternativa possibile.
Hanno chiuso ogni alternativa, la disinformazione ha attaccato la Banca Grameen, Al Queda, le Monete Complementari, non esiste via alcuna perché le autostrade su cui noi dovremo viaggiare possono essere le sole che i Banchieri imporranno.