Motore di ricerca

26 marzo 2007

La propaganda per il potere del Cosmo


Resi pubblici gli archivi del Centro Nazionale di Studi Spaziali francese, sugli avvistamenti di oggetti non identificati raccolti negli ultimi settant’anni da parte delle autorità e scientifiche e di sicurezza pubblica. Un’intera sezione del sito ufficiale del CNR francese conterrà più di 3000 documenti contenenti trenta anni di testimonianze e di osservazioni, con i verbali degli avvistamenti da parte della polizia, ma nessun documento è supportato da una spiegazione scientifica. L’archivio non contiene nulla di inedito, nulla che non possiate trovare in rete e in edicola, editi da tutti gli appassionati dilettanti e dagli ufologi più importanti, in quanto l’obiettivo è anche quello di raccogliere altro materiale se si presentasse. Centinaia e centinaia di documenti con le testimonianze di persone e di poliziotti, che viene definito archivio di ricerche di un centro di ricerche scientifiche, dimenticando le importanti scoperto di uno dei più grandi fisici aerospaziali con Jean Pierre Petit.
È stata messa totalmente a tacere quella parte dei suoi scienziati che hanno dedicato molte ricerche e pubblicazioni scientifiche sui fenomeni non spiegabili mediante le leggi della fisica attualmente conosciute come ufficiali. Esiste infatti una vera ricerca su quella che può essere definita una tecnologia non terrestre, ossia non coerente con leggi scientifiche attualmente conosciute.
Quella del CNR francese è stata una vera manovra scientifica per sdoganare solo una parte della teoria degli Ufo, saziando la curiosità dei dilettanti e ridicolarizzando uomini di scienza che hanno fatto della questione “extraterrestre” un motivo di studio per la creazione di una teoria che possa consentire all’uomo di evolvere e di essere libero. Un colpo di stato di questo tipo lo abbiamo subito anche all’interno dei nostri centri ricerca, quando il rapporto 41 è stato insabbiato, i premi nobel sono spariti, mentre i fondi sono stati destinati al progetto di fusione fredda termonucleare dell’ITER. Hanno così isolato dal mondo della ricerca le menti libere che intendevano aprire uno squarcio vero in uno scenario piatto e senza sbocchi oltre alla guerra per il petrolio, hanno riempito i laboratori con le raccomandazioni e i diritti di anzianità, credendo che questo basti a fare di un uomo una persona di scienza. Così, se la nostra tecnologia militare progredisce in modo spettacolare, la nostra conoscenza fondamentale rallenta sempre più, la teoria fisica è divenuta sterile, perché le menti umani sono ormai vittime di una sclerosi del pensiero, di un’infermità “dogmatica”, di un rifiuto di ogni idea scientifica fondamentale realmente innovatrice, in particolare, di ogni revisione del nostro modo di concepire l'universo che renderebbe improvvisamente possibile i viaggi interstellari. Vi è un rifiuto sistematico di impegnare delle ricerche concrete allo scopo di istituire un’entità di ricerca che dissolva davvero ogni dubbio, perché se le persone hanno lungo questo secolo notato che esiste qualcosa nello spazio terrestre, occorre dare una risposta scientifica supportata da una teoria matematica.

In un sol colpo è stato così confermato agli occhi dell’opinione pubblica che gli extraterrestri sono fenomeni non spiegabili scientificamente, ed è stata data una valida risposta europea all’America che sta portando avanti il suo piano per la colonializzazione della luna e dello spazio cosmico mediante i suoi satelliti e il suo importante scudo spaziale. Siamo così al centro di una vera e propria guerra di propaganda che vede gli Stati Uniti porsi come unica forza militare che può impadronirsi e poi ripartire il cosmo tra amici e nemici, contrapponendosi ancora una volta alla Russia che sta cercando di rafforzare innanzitutto la sua posizione politica e di prendere piede sempre più in Europa. La Russia sta cercando di penetrare sempre più il gruppo europeo EADS concludendo una serie di accordi industriali con l'United Aircraft Corporazione (OAK), dichiarando che intende trattare e collaborare solo con gli europei per ampliare la ricerca aerospaziale, e non più con gli americani.
Stazione Nasa sulla Luna nel 2020

Gli Stati Uniti, dal canto loro, portano avanti il loro piano di colonializzazione del terreno lunare, per porre delle basi che serviranno per esplorazioni più lontane: la NASA infatti sta progettando di installare entro il 2020 dei moduli di abitazione necessarie allo stabilimento di una colonia permanente, in grado di produrre acqua dalle componenti del territorio lunare e energia dal sole. Da quella posizione così privilegiata sarà anche in grado di ottenere quante più informazioni sulla possibilità di catturare l’energia presente nel cosmo, di incanalarla e di inviarla sulla terra. Una scoperta a doppio taglio, che potrebbe consegnare agli Stati Uniti l’arma necessaria a porre assoluto controllo sull’ordine mondiale, ora che il nucleare non è più un’esclusiva e può essere – a maggior ragione – utilizzato fomentare guerre e conflitti devastanti tra i suoi nemici. Per dare l’idea della grande pericolosità del controllo assoluto del cosmo, basti pensare all’epoca in cui gli Inglesi, dinanzi ai pellerossa, spararono un colpo di fucile: gli indigeni credettero di aver visto il potere del tuono sulla terra.
Esiste dunque la prova oggettiva che i nostri capi di Stato e i capi spirituali delle religioni conoscono la verità su determinate cose e intendono mantenere il più stretto riserbo per evitare che cada così il sistema economico e il potere che da questo proviene. Oggi il mondo della scienza è stato messo a tacere, mentre il primo scienziato al mondo che ha avuto il coraggio e che oggi si sta battendo e Jean Petit, che, in quanto uomo di scienza, si rifiuta di accettare un mondo in cui si spenga la speranza, si uccida il sapere e l’intelligenza, per trasformarci in automi.

Non possiamo sapere con certezza la verità su fenomeni inspiegabili attualmente, tuttavia è davvero strano che in un clima di così grande tensione il CNR ha riaperto così la teoria degli UFO, isolando determinate teorie sull’esistenza di una tecnologia non terrestre. E' cosa certa che vi sono delle sette sugli extraterrestri che si intende ridicolizzare, ma come in ogni cosa, si nasconde una verità da scoprire. Si nasconde la teoria della cibernetica, dell’Energia del Cosmo di Tesla, e dunque la verità che i potenti vogliono occultare e che gli scienziati vogliono rivelare.