Motore di ricerca

30 luglio 2007

Al qaeda è un crimine invisibile. La UBS sotto attacco

Dinanzi alla I Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati, Antonio Manganelli, Capo della Polizia di Stato, presenta il rapporto sullo stato della sicurezza in Italia spiegando che "al quaeda è un'organizzazione che non esiste". Secondo l'analisi del capo della polizia non esiste un' organizzazione strutturata come Cosa nostra che ha le sue filiali ufficiali nei vari Paesi, ma "esiste un sistema operativo non meno pericoloso, una sorta di franchising" con il marchio di Al Qaeda, per cui gli atti terroristici " non vengono preventivamente benedetti dal vertice di un’organizzazione, che riteniamo non esista" . Il rapporto presentato dalla Polizia italiana, redatto in coordinazione con il Sisde, spiega come Al qaeda sia un'organizzazione invisibile, che non ha un vertice, ma una serie di cellule che agiscono in maniera invisibile, e che per il modus operandi vengono considerate come appartenenti ad un'organizzazione che "non esiste". Anche se i media non hanno ben evidenziato l'importanza di queste parole, ci teniamo a precisare che esse fanno crollare quel castello di bugie che è "la guerra al terrorismo". La Teoria del crimine invisibile di Michele Altamura trova quindi una riscontro ufficiale, e un riconoscimento che vale molto più di qualsiasi guerra combattuta con le armi.

Non esiste infatti un cervello, una mente pensante che coordina un disegno criminoso, non esiste neanche un'organizzazione che si riunisce o studia una strategia terroristica, in quanto gli atti sono commessi da entità o individui che non possono essere identificati, che scompaiono senza lasciare dietro di sé una traccia che permette di ricostruire il legame con altre componenti. Al qaeda è il crimine invisibile, che da anni stiamo combattendo perché alla nostra società serviva un nemico e serviva una strategia di terrore per distruggere invece un sistema economico-finanziario che rischiava di compromettere i consolidati equilibri del mondo occidentale. Al qaeda infatti è nata quando i Banchieri occidentali hanno capito che il sistema economico arabo poteva potenzialmente logorare quello capitalistico occidentale, che ormai stava diventando schiavo del petrodollaro arabo. I musulmani hanno infatti un sistema diverso, sia per quanto riguarda quello religioso che quello economico: questa è la scienza del sistema di cui noi parliamo, e dal quale scaturisce il nemico che dobbiamo combattere. La dimostrazione risiede proprio nel fatto che i musulmani sono adesso aggrappati all'islam, proprio come noi siamo aggrappati alla giustizia, così se a noi cade il mito e la forza del potere giuridico, anche la nostra società cadrà negli estremismi. I terroristi contro cui combattiamo, in realtà sono manipolati da false fondazioni, così come le intelligence occidentali reclutano cellule per diffondere informazioni e controllare la controinformazione per disinformare e distogliere l'attenzione delle masse. Oggi la guerra vera è via internet, molte volte recluta gente attraverso l'internet tramite i forum e le stanze di discussione, creando l'illusione di detenere la verità e il sapere.

Non dimentichiamo oggi però che su 1000 terroristi solo 2 sono in carcere, mentre gli altri sono stati rilasciati dopo poche indagini superficiali, non dimentichiamo le famosi cellule dormienti, che potevano risvegliarsi al solo invio di un sms, non dimentichiamo quante persone sono state arrestate perchè avevano un corano in mano. Non vi è stato mai nessun contraddittorio mediatico, perché nessuno ha mai voluto dare una plausibile spiegazione dell'assurdità dell'esecuzione e della preparazione degli attentati, come ad esempio la scomparsa dell'aereo caduto sul Pentagono e il crollo di torri di acciaio colpite da un aereo. Le obiezioni sollevate dalle immagini incontrovertibili non hanno ricevuto risposta perché l'informazione pubblica è stata messa letteralmente sotto segreto. Gli americani vogliono la "CIA film", quella che sforna video con attori mediocri e gestisce centinaia di siti islamici, quella che conduce la sua personale guerra, tramite i siti web lanciando allarmi, a cui poi fanno eco le televisioni che accreditano e rilanciano il pericolo dell'imminente attacco.
Allora la chiocciola "@" da quale scienza del sistema proviene? Oggi , se avete il coraggio, dovete ammettere che stiamo cercando "un signor internet", un sistema che è nato nel 1968, con la nascita della prima conferenza islamica. Allora decisero infatti di creare un nuovo sistema che sostituisse il fallimento del dollaro: un sistema informatico in cui tutte le istituzioni dovevano essere collegate tra loro.
Al qaeda dunque nasce nei Balcani, quando le entità internazionali hanno permesso che eserciti di mercenari provenienti dal mondo musulmano entrassero in Jugoslavia per massacrare le popolazioni inermi. Allora la Serbia cercò di combattere queste bande di mercenari che distruggevano villaggi e facevano dei Balcani terra di caos e di terrore. La comunità internazionale allora si scagliò contro la Serbia e creò il mito mediatico della "macelleria" dei generali serbi per portare lì guerra e capitalisti. Tuttavia, la guerra al terrorismo fatta dall'Occidente ha origine pochi anni prima del crollo delle Torri gemelle, quando i Banchieri occidentali decisero di fare guerra alle Banche arabe. La procura di Lugano, nella persona del procuratore Valentin Roschacher e di Claude Nicati, indagava la banca luganese Al-Taqwa - ora Nada Management - e altri presunti finanziatori di Al-Qaeda. I capitali dello sceicco saudita Yassin Al-Qadi erano in parte dentro a una banca di Ginevra, nonostante il suo nome comparisse nelle famose liste dei ricercati dell’FBI, così come quello del professor Mohamed Mansour, egiziano come Youssef Nada, che è iscritto anche nel consiglio di amministrazione di Al-Taqwa. Le indagini tuttavia furono fermate dalla lunga mano di Carla del Ponte, che ricevette la telefonata dall'avvocato di Youssef Nada ( “stop this shit Carlotta” , disse : una chiara istruzione per bloccare quanto i procuratori stavano scoprendo) . L'esistenza di tale rete era già stata rilevata dai famosi rapporti della DIGOS della metà degli anni novanta, che furono sottoposti all'attenzione dell'allora procuratore federale Carla Del Ponte, ma puntualmente furono ignorati. Forse che i procuratori di Lugano stavano per scoprire che miliardari e professori di università che frequentano gli stessi consigli di amministrazione della famiglia Bush, Banchieri arabi e quelli occidentali allo stesso tavolo di trattative. Non c'è dubbio su questo, anche perché subito dopo il crollo delle Torri Gemelle un aereo riporta in Arabia Saudita i membri della famiglia Bin Laden, compreso Shafig Bin Laden, fratello di Osama, che siede al fianco della famiglia Bush nel consiglio di amministrazhione della Carlyle a Washington nel preciso istante in cui gli aerei dei dirottatori si schiantano contro le due torri.

È inutile dunque che conduciamo indagini o scriviamo leggi, perché ci troviamo di fronte a dei meccanismi invisibili: il Crimine Invisibile è vero, è scritto nei libri nascosti che spiegano come ci si iscrive nelle associazioni segrete, a che cosa servono i campi da Golf, a cosa servono le roulettes e sopratutto le privatizzazioni, proprio come nel caso di Telekom Serbia. I nostri politici, che hanno gridato alla guerra al terrorismo sono stati complici perché non potevano non sapere. Quando Michele Altamura rivelò tale verità, che sembrava a tutti assurda, la sua Tela fu assalita e le banche ritirarono il loro finanziamento costringendolo, dopo averlo condannato ad una dura umiliazione, ad accettare la sua sconfitta. Hanno alzato un muro di silenzio, lasciando fallire progetti e società costruiti durante lunghi anni. Ha dovuto così ascoltare le menzogne dei capicentro dei servizi segreti, che erano a caccia alle "barbette" e non volevano ascoltare. Tuttavia ha ricominciato, e fermamente convinto della guerra che stava combattendo, ha ricostruito la Tela cercando nell'unione delle menti e delle intelligenze una forza per il futuro. Oggi per noi questa è una grande vittoria, perché si è aperta la porta al crimine invisibile, e i colossi stanno crollando sotto i colpi di una verità innegabile.
Infatti, anche se i media e la stampa lo hanno tenuto nascosto, la UBS Bank sta perdendo la sua credibilità: dal 31 luglio 2007 UBS Limited è stato cancellato dall'elenco degli operatori market maker sul contratto di opzione su azioni Acea, Alleanza Assicurazioni, Assicurazioni Generali, Atlantia, Banca Monte dei Paschi di Siena, Bulgari, Capitalia, Enel, Eni, Fiat, Finmeccanica, Intesa San Paolo, Mediaset, Mediobanca, Mediolanum, Pirelli & C., Snam Rete Gas, STMicroeletronics, Telecom Italia, UniCredito Italiano in qualità di Primary Market Maker.
Non sono stati ancora resi noti i particolari relativi alle irregolarità commesse che hanno spinto Borsa Italiana a prendere tale provvedimento. Sicuramente vi saranno maggiori motivi che non sono riconducibili a "roumors o speculazioni", in quanto vi sono prove e documenti che dimostrano il coinvolgimento di Ubs Bank in un'operazione di riciclaggio e racket internazionale. Più che di roumors siamo davanti ad una "lavanderia" barricata nelle sicure frontiere svizzere, protette dai procuratori internazionali.

Hanno sdoganato così Al qaeda ma non ammetteranno mai la verità ancora più terribile che il crimine nasconde. Ben presto infatti, sarà creato un nuovo nemico, che sostituirà Al qaeda per diffondere il terrore tra le masse: molte sono gli strani fenomeni a cui stiamo assistendo, così come le parole dei media che cercano di prepararci al pericolo degli extraterrestri. Il vaticano sta addestrando delle nuove figure di preti esperti di extraterrestri, che dovranno parlare con gli alieni, i telegiornali mostrano e accreditano gli avvistamenti di ufo, mentre le stesse università lanciano i primi dossier di archivio che dovrebbero dimostrare "il contatto" con altre vite.