Motore di ricerca

14 agosto 2007

Avvistamenti Ufo e bufale

Gli avvistamenti di oggetti volanti non identificati sono giunti ad animare le rubriche giornaliere dei telegiornali, tra una notizia del crollo economico e macabri episodi di cronaca, . Le immagini di Ufo che in precedenza venivano mostrati esclusivamente in rete, ora diventano oggetto di interesse anche per i grandi media, che stanno ponendo in essere una massiccia campagna di disinformazione. Uno dei casi più eclatanti, è quello dell’avvistamento di Haiti, dove un operatore filma in tutte le sue caratteristiche due veivoli a distanza ravvicinata, che successivamente si riuniscono ad un gruppo. Di questo video si hanno poche informazioni, non si conosce neanche l’operatore, inoltre in rete è possibile visionare esclusivamente delle versioni a bassa risoluzione, e non di sicuro l’originale.
Ciononostante un errore è stato possibile rilevarlo, nel momento del passaggio, quando la visuale è interrotta dalla presenza degli alberi. Difatti, quando una fonte luminosa colpisce delle foglie, essa sfuma lungo i contorni, e comunque una parte passa attraverso la superficie stessa, in quanto lo spessore limitato delle stesse non permette di assorbirla completamente.
Oltre a questo, non è rilevabile alcun errore, data la precisione e la fermezza della ripresa video dell'operatore, così come constatato da diversi siti e diversi blog, che hanno preso a cuore il “mistero” di questo video. E’ stato suggerito inoltre l’utilizzo di un software specifico per la realizzazione, e cioè quello della E-ON software VUE.
Esistono numerosi software con la potenzialità atta alla generazione di ambienti tridimensionali molto vicini alla realtà, come 3D-Studio Max, Pov-Ray o lightwave, e chi opera nel settore sa benissimo che ormai i limiti sono quasi esclusivamente dettati dalle capacità hardware, dato che i software implementano funzioni intuitive con effetti per il rendering che si avvicinano notevolmente alla rappresentazione di ambienti reali. E' facile intuire che la bassa risoluzione dà un aiuto a nascondere la vera natura del video e il software della E-ON viene suggerito per la sua semplicità di utilizzo, tale da renderlo alla portata anche dei meno esperti.
Gli stessi siti e blog che ne parlano sono nella quasi totalità gli stessi che fanno riferimento alla questione del possibile attacco alieno, e in tale contesto è possibile intuire che smentendo in un secondo momento la veridicità del filmato, è possibile minare la credibilità di chi accetta per veri dei falsi.
In ogni caso, è facile intuire che è oggi in atto una massiccia campagna di disinformazione, che ha come scopo quello di creare l'illusione dell'esistenza di un nuovo nemico. Gli extraterrestri rappresentano infatti il limite dell'umanità, e allo stesso tempo l'inizio di una nuova era, in cui le frontiere tra scienza e fantascienza scompaiono. In realtà, tali confini sono già molto labili e trasparenti in quanto le tecnologie che sono state sviluppate sono molto più avanzate di quel che si possa immaginare. Le macchine in grado di volare sfruttando l'energia del campo elettromagnetico che produce e librandosi nell'aria proprio come un ufo, sono state già costruite e oggi sono dei prototipi in via di sperimentazione. Il mondo della scienza è in possesso di conoscenze complesse, attribuibili alla cd. tecnologia aliena, da più di cinquant'anni e solo in questi ultimi anni stanno trovando applicazione nei settori civili, oltre che militari - basti pensare alle nanotecnologie e all'intelligenza artificiale. I cd. avvistamenti di Ufo sono sempre fenomeni che hanno origine dall'uomo, sia nel caso in cui siano delle mere simulazioni di computer, sia nel caso in cui siano reali perchè frutto dello sviluppo e dell'evoluzione delle tecnologie. Tuttavia, i media e i governi stessi non ammetteranno che queste conoscenze sono il loro possesso da anni, ma porteranno avanti la campagna di disinformazione degli Ufo perchè occorre creare un nuovo nemico per le masse, nonchè aumentare gli investimenti per la conquista dello spazio. La colonizzazione di altri pianeti è già in corso, tuttavia aspetta quel salto di qualità che farà divenire lo spazio una nuova risorsa di energia e di potere.