Motore di ricerca

04 settembre 2007

Intimidazioni e minacce per fermare la Etleboro


Continuano gli attacchi nei confronti della Etleboro, dopo gli articoli pubblicati allo scopo di far luce sugli eventi che hanno colpito i popoli dei Balcani. La Etleboro ha ricevuto infatti alcune intimidazioni da parte dei Mujahideen di Sarajevo che minacciano una denuncia per danni morali se non viene ritirata la pubblicazione dei documenti del Dossier Al Qaeda. Evidentemente la Etleboro ha toccato un delicato tassello per la scoperta della verità dell'origine di un esercito di mercenari lanciati sulla popolazione serba inerme per combattere la guerra delle lobbies, esercito che poi ha dato vita all'organizzazione terroristica Al Qaeda.
Dietro la nascita dell'esercito dei Mujahideen di Bosnia, vi sono i gravi crimini delle forze che hanno voluto la distruzione dei Balcani e la creazione dello stato di terrore nell'Occidente.
Carla del Ponte è in questa vicenda il personaggio chiave di una lunga scia di morte e crimini che non hanno mai avuto una spiegazione. Ormai è finita, e deve smettere di essere una paladina della giustizia: lei è lì in questo momento solo per tener fede ad un ricatto contro Boris Eltsin. Se vuole la giustizia, la cerchi dentro di sé, se vuole i criminali è sufficiente che apra le casseforti del Ticino, lì troverà tanto di quel marciume da essere inghiottita.