Motore di ricerca

09 novembre 2007

Notizie dai Balcani

Paraf sull'Accordo per l'Europa

La Serbia ha ratificato l' Accordo di stabilizzazione e di Associazione all'Unione Europea, la cui piena efficacia è condizionata alla piena collaborazione col Tribunale penale internazionale dell’Aja. Un paraf sull' Accordo per l'integrazione Europea della Serbia, che dovrebbe divenire una firma vera e propria sulla Carta Europea.

La ratifica dell'Accordo di Stabilizzazione è stata accolta dal Governo di Belgrado "con molto entusiasmo", secondo Oli Ren, Commissario per l'allargamento dell'Unione Europa, precisando che “la piena cooperazione col tribunale dell’Aja è la condizione necessaria per la firma dell’accordo”. Tali parole confermano quanto ha affermato il Procuratore del Tribunale Internazionale dell'Aja, Carla del Ponte, sull'evidente volontà politica della Serbia di collaborare alla risoluzione delle controversie pendenti per garantire il consolidamento di una posizione a livello internazionale. "Questo è un trampolino di lancio per la Serbia - ha aggiunto Oli Ren - dopo il nazionalismo degli anni '90, è giunta nel 2000 l'alba della democrazia, ed ora arriverà la vera alba europea". Carla del Ponte ha ribadito la posizione del Commissario Oli Ren, affermando che è stata mobilitata una vera forza di investigazione per catturare coloro che hanno commesso crimini di guerra, nonché l'impegno politico dei Governi coinvolti di consegnare gli archivi e i documenti necessari per il proseguo delle indagini.