Motore di ricerca

20 dicembre 2007

Notizie dai Balcani

La Serbia vende NIS e entra nel South Stream

La Serbia entrerà a far parte del progetto di costruzione del gasdotto South Stream mentre la compagnia petrolifera nazionale NIS sarà acquistata per il 51% da Gazprom. Firmato, lo scorso 11 dicembre, l'accordo di cooperazione energetica tra il gigante russo e il Governo di Belgrado.

Il Governo serbo firma l'accordo programmatico con la major russa Gazprom che prevede la partecipazione della Serbia al gasdotto South Stream, l'acquisizione da parte del gigante russo del pacchetto azionario di controllo del monopolio serbo del petrolio Naftna Industrija Srbije (NIS), e la costruzione di un'infrastruttura per lo stoccaggio del gas. È quanto rivelato dal quotidiano albanese Gazeta, secondo il quale la Gazprom è riuscito a mettere le mani su di un affare che vale più di 4 miliardi da dollari.

Leggi tutto >>>

Rinascita Balcanica