Motore di ricerca

11 gennaio 2008

Notizie dai Balcani

Energia in Albania: tra emergenza e nuovi investimenti

Il Governo albanese presenta il piano per l'Albania per l'energia rinnovabile, prevedendo la costruzione di parchi eolici, di nuove centrali termoelettriche e idroelettriche, nonché alla privatizzazione di parte delle società statali che si trovano ora in grave perdita, tra cui il ramo della distribuzione di elettricità della KESH. I costi sostenuti per le cascate, secondo la KESH, "dovranno poi essere recuperati mediante il ricarico dei prezzi dell'energia che viene prodotta".

Il Primo Ministro Berisha, presenta il piano per l'Albania per l'energia rinnovabile, stimato con per 400 milioni di euro. Tra le probabili candidati appare la società italo-albanese Green Energy, partecipata del gruppo Italian Marseglia, che ha presentato il progetto per la costruzione di un parco eolico e di uno stabilimento per la produzione di bio-diesel nel Nord dell'Albania, che consentirebbero la produzione di circa 410 MW. Allo stesso tempo, l'Enel ha annunciato la sua intenzione di costruire una centrale termoelettrica a carbone, dalla potenzialità di circa 1,300 MW destinata così a servire sia il mercato italiano che quello albanese.