Motore di ricerca

08 febbraio 2008

Notizie dai Balcani

Serbia: dopo la crisi di governo, si svaluta il dinaro

Il Governatore della Banca Centrale della Serbia, Radovan Jelasic, annuncia l'emissione di moneta per 20 milioni di euro per sostenere il dinaro, in seguito all'improvviso crollo dovuto alla crisi del Governo di Belgrado . Si abbatte sulla Serbia una turbolenza finanziaria che rischia di destabilizzare l'economia serba e di espandere la paura dell'isolamento commerciale o finanziario. ( Foto: Governatore della Banca Centrale della Serbia, Radovan Jelasic )

La Banca centrale serba sostiene il dinaro ed aumenta l'emissione di nuova moneta sul mercato, dismettendo titoli e riserve straniere per un valore di 20 milioni di euro. Lo ha annunciato nella giornata di ieri il Governatore della Banca Centrale della Serbia Radovan Jelasic, tranquillizzando gli investitori e gli operatori finanziari con dei provvedimenti per sostenere l'improvvisa svalutazione del dinaro contro l'euro, all'indomani della conclusione delle elezioni presidenziali e del timore di una vicina crisi di governo. La Banca Centrale serba, ha infatti deciso di vendere le proprie riserve in euro per ribaltare la tendenza al ribasso del dinaro, dichiarandosi disponibile ad usare l'interna riserva di valuta straniera - pari a 10 miliardi di euro - se fosse necessario per preservare il cambio del dinaro e contenere l'inflazione.