Motore di ricerca

12 febbraio 2008

Notizie dai Balcani

Belgrado: gli studenti sfilano in difesa dell'Unione Europea

Alla vigilia della stesura del piano politico di risposta alla dichiarazione unilaterale dell'indipendenza del Kosovo, gli studenti di Belgrado scendono in piazza per chiedere al Governo di non negare alla Serbia l'accesso all'Unione Europea per via della questione kosovara. Una manifestazione definita politica e non studentesca, andando a fomentare la propaganda anti-serba.

In attesa della riunione del Consiglio di Sicurezza Nazionale della Serbia, il vertice tra il Presidente Boris Tadic, il Primo ministro Vojislav Kostunica e il Presidente del Parlamento Oliver Dulic ha portato alla stesura di un primo accordo che getta le basi per una prima conciliazione in seno al Governo di Belgrado. La Serbia sarà uno Stato unitario e avrà una politica nazionale, in quanto la minaccia dell'indipendenza illegittima del Kosovo diventa sempre più reale e le Istituzioni statali devono adottare tutte le misure necessarie per annullare questa decisione. Questo è quanto dichiarato ai media da Tadic e Kostunica che, confermando l'unità del Governo su tale questione, anticipano che il Governo sta preparando un piano d'azione nel caso in cui gli albanesi del Kosovo decidano di dichiarare unilateralmente l'indipendenza.