Motore di ricerca

19 gennaio 2009

Nasce l'Agenzia e la Televisione dei Balcani


Rinascita Balcanica lancerà presto l’Agenzia e la Televisione Telematica dei Balcani. Con uno spettro di osservazione su sei Stati, quali Bosnia Erzegovina, Croazia, Serbia, Montenegro, Albania, Macedonia, tale progetto farà da collegamento per le imprese italiane che rivolgono i propri investimenti nei Paesi dell’Europa Sud-Orientale. Una cordata di imprenditori italiani hanno già dato il loro supporto per lo sviluppo della rete.

Rinascita Balcanica lancerà presto l’Agenzia e la Televisione Telematica dei Balcani. Rappresenta questo la naturale espansione di un vasto progetto, nato nel 2005, con l’obiettivo di creare una rete di informazione indipendente per la regione balcanica, con uno spettro di osservazione su sei Stati, quali Bosnia Erzegovina, Croazia, Serbia, Montenegro, Albania, Macedonia. Tale progetto è destinato a fungere da collegamento per le imprese italiane che rivolgono i propri investimenti nei Paesi dell’Europa Sud-Orientale. Per le sue ampie potenzialità, è stato approvato e sostenuto da una cordata di imprenditori italiani, vedendo in esso una struttura che può offrire non solo visibilità, ma anche risonanza mediatica in un contesto economico poco conosciuto e soggetto a molta disinformazione. Esso avrà come base di sviluppo una piattaforma cibernetica, la cui elaborazione e poi realizzazione è frutto del lavoro e delle ricerche della Etleboro ONG, organizzazione impegnata nello sviluppo di sistemi informatici elettronici per la classificazione dei dati e delle informazioni, sulla base delle esigenze delle piccole e medie imprese. In questa delicata fase che l’economia mondiale sta attraversando, saranno proprio loro a fare da motore per una possibile ripresa economica, che parte proprio dall'apporto di nuove idee e di intelligenze giovani, per trasformare le vecchie e sterili politiche di delocalizzazione in strategie di cooperazione e di condivisione delle conoscenze e delle risorse. Questo sarà per loro un canale di informazione, attraverso il quale far trasparire un’immagine di reale contributo allo sviluppo dei Paesi partner, apportando le tecnologie, saperi e modelli industriali, con un netto distacco rispetto a quel "made in italy", ridotto ai classici stereotipi del "prodotto tipico" e dell'associazionismo fine a sé stesso.

L’Agenzia e la Tv dei Balcani dovranno infatti costruire, con l’aiuto delle imprese, dei professionisti e dei ricercatori italiani, un’informazione professionale, ma anche una diretta comunicazione con le strutture istituzionali dei Governi locali, con le imprese, i professionisti e i ricercatori dei Balcani. Questo rappresenta infatti un elemento essenziale per abbattere quel muro di disinformazione che per anni ha tenuto divise l’Italia e l’Europa dalla regione balcanica. Rinascita Balcanica, durante questi pochi mesi di attività è riuscita a produrre 27 mila notizie balcaniche, con un’accurata scelta delle risorse umane specializzate e dei contatti all’interno della regione, ma anche con la ricerca costante di riferimenti in leggi e Gazzette ufficiali, con la scrematura delle informazioni per isolare la disinformazione di tutti coloro che cercano di influenzare la politica e l’economia di questi Paesi.

Siamo così riusciti ad avere un dialogo diretto con i quotidiani e i media locali, con i quali abbiamo costruito un’ottima comunicazione e un’intesa reciproca, senza cadere nello sterile "rilancio" delle agenzie internazionali. In tal modo siamo riusciti ad evitare forme di propaganda e di disinformazione, tipiche di ogni media occidentale che sia arrivato in queste terre. Questa trasparenza e correttezza ha fatto sì che Rinascita Balcanica si espandesse non solo tra gli utenti italiani, ma anche e soprattutto tra i lettori italofoni e italofili, provenienti dai Balcani, dalla Russia e dai Paesi dell’Europa Orientale, in alcuni casi anche da Medioriente e Caucaso. L’Agenzia per i Balcani sarà una Tela in cui confluiranno le informazioni dei media locali, delle istituzioni e dei Governi balcanici, ma anche di ogni entità o struttura italiana presenti in questa regione. Tutto questo sarà possibile grazie a strumenti ed applicativi studiati e creati dal nostro gruppo di tecnici, che consentono di dare a tutti gli operatori e ai giornalisti informazioni dettagliate ed aggiornate in tempo reale. Rinascita Balcanica metterà infatti a disposizione un sistema informatico, che è anche una piattaforma cibernetica, per la raccolta e l’aggregazione di informazioni, che provengono dalle fonti e dai contatti nella regione. Una massa di dati che viene poi messa a disposizione dei giornalisti e delle imprese, che riescono a specializzare la loro conoscenza sui Balcani, o altre regioni di interesse.

Dando voce ai popoli dei Balcani, e ad ogni impresa battente bandiera italiana, sono state colmate le lacune preesistenti e l’assenza delle istituzioni italiane. Rinascita Balcanica ha tutte le potenzialità e le risorse per creare dei canali per dare sostegno all’internazionalizzazione delle imprese italiane, e all’aumento dell’attrattività dei Paesi balcanici. Ed è per questo motivo che le imprese italiane hanno deciso di sostenere questo progetto, proprio perché hanno visto nelle nostre antenne un punto di riferimento sia per l’informazione che come contatto con il mondo balcanico. Questa Tela deve essere un luogo virtuale in cui tutti dovranno unire le proprie forze per fronteggiare la concorrenza di operatori cinesi, francesi, tedeschi, e dare così ossigeno all’economia italiana, che oggi soffre il peso non solo della crisi globale, ma della sfiducia nel futuro. Occorre coraggio, ma anche tanta forza per superare questa crisi, che non è molto diversa da tante che sono state già superate. Tutto questo è possibile anche attraverso una collaborazione sostenibile tra le due Regioni, che possono aiutarsi a vicenda senza danneggiarsi e senza lacerarsi all’interno, mettendo da parte quel modello economico fallimentare, per dare spazio ad investimenti e progetti che sono in perfetto equilibrio con i Paesi beneficiari. Il primo passo è proprio quello di cambiare l’approccio dell’informazione, e dare una reale immagine dei Paesi Balcanici, i quali, nonostante le loro mille contraddizioni, sono una terra che ha tanto da offrire e da insegnare.

Rinascita Balcanica