Motore di ricerca

31 maggio 2006

Che paghi l'Eni il conto


Non era ancora stata votata la fiducia al governo Prodi, quando è stata resa pubblica la notizia del ritiro dell'esercito italiano dall'Iraq.Parlano di tempi tecnici per il ritiro, ma il nostro se è un esercito di pace non ha bisogno dell'organizzazione del raccoglimento di un contingente di guerra, e poi, l'esercito spagnolo dopo aver subito l'attentato di Madrid è lasciato il paese in poco tempo.
Perchè, allora, siamo andati in Afghanistan?Se il nostro era un esercito di pace, decidendo per il ritiro si vuole forse dire che non vogliamo più la pace, ma la guerra, vuol dire che abbandoniamo una missione umanitaria?

Il sacrificio dei nostri italiani a che cosa è valso?Abbiamo subito attentati, i nostri uomini sono morti per portare una luce di verità, ma hanno trovato solo oscurità. Molti soldi sono stati spesi per riportare i nostri giornalisti e i nostri missionari a casa sani e salvi, anche se sorgono molti dubbi su questi sequestri, come lo stesso Financial Times ha affermato. Il Times ha dichiarato che i riscatti sono stati pagati per un ammontare che supera i 45 milioni di dollari, versando fino all'ultimo cent che per poco non ci rilasciavano anche una ricevuta. Ci deve essere sfuggito qualcosa forse, e chiediamo, a questo punto, come è possibile che il Times sa quanto è stato pagato per i riscatti, considerando che dietro un sequestro vi sono una infinità di passaggi. È riuscito a ricostruire tutti gli eventi, e adesso che lo sappiamo, andremo direttamente da loro a chiedere invece di consultare i nostri servizi segreti. Insomma aveva ragione Cossiga che le "due Simone" si erano sequestrate da sole. Non vi sono molte alternative: o loro hanno detto una bufala, oppure dietro i rapimenti vi è una regia, la stessa che poi informa questi grandi quotidiani, che a tempo debito tirano fuori le notizie per usarle contro di noi.

Siamo andati lì perchè Saddam aveva le armi di distruzione di massa, e poi le abbiamo lanciate noi sulla popolazione inerme. Abbiamo ammazzato bambini, violentato donne, torturato civili e distrutto villaggi, cancellato intere famiglie e consegnato una Nazione al caos e alla guerriglia. Infatti la verità è ben diversa da quella che i nostri statisti ci hanno detto, perché il contingente di Nassirya aveva come compito quello di salvaguardare la sicurezza dei pozzi dell'Eni, perché la nostra presenza era voluta da una Lobby che intendeva appropriarsi delle risorse di uno Stato, dopo aver arrestato il suo presidente e messo al suo posto un governo fantoccio da poter controllare. L'ambasciata di Bagdad rifiutò di dare i visti agli irakeni che erano pronti a testimoniare cosa realmente noi stavamo facendo: i nostri diplomatici si sono resi complici di una carneficina. E pensare che Enzo Baldoni ha pagato un caro prezzo per portare una verità, ma alla fine gli irakeni lo hanno lasciato in mano alle bande.

Ci dica Sig. Prodi, lei che di Banche se ne intende, cosa aspetta ora dagli italiani, quanti sacrifici ancora chiederete? Voi politici non sapete fare altro che danni, siete piccoli uomini facilmente corruttibili e ricattabili, che per le briciole del potere siete capaci di vendere un intero Stato, milioni di persone. Avete ingannato un mondo intero con la favola del terrorismo, che vi è servita per controllare le menti delle persone mediante il terrore, o individuando un nemico da combattere senza sapere che il vero pericolo sono i nostri guardiani, coloro che devono salvaguardare la nostra vita. Di chi è ora la Banca Centrale Irakena, dov'è finito l'oro irakeno?Perché non dite cosa ha fatto l'ONU con il programma "Oil for food" , perché non spiegate le tangenti che avete tutti ricevuto per far sì che l'Iraq venisse derubato e miliardi di dollari fossero trasferiti in conti fantasma delle Banche Schermo, sotto la regia di Clearstream. Nessuno ha infatti mai detto che l'Occidente armava Saddam intrattenendo poi grossi affari mediante il riciclaggio dei petrodollari: migliaia sono le imprese europee coinvolte in tale sistema. Saddam conosceva i tracciati con i quali avrebbe potuto mettere in ginocchio l'intera Europa, e per tale motivo è stato prima reso un macellaio e poi ridicolarizzato, togliendo dignità e credibilità. Gli stessi figli di Saddam, uno dei quali era il Capo dei Servizi segreti, sono stati uccisi perché avevano tra le mani una lunghissima lista di tracciati e di contratti, nonché 20 anni di storia negata e manipolata, una documentazione talmente esplosiva che se fosse uscita fuori altre due torri sarebbero crollate.



Rapporto Volker PDFLa guerra in Irak nasconde davvero grandi segreti, ed è stata una guerra molto strana perché della prima guerra nel golfo non si è visto assolutamente nulla di ciò che accadeva all'in fuori delle immagini che la sola CNN passava alla televisione. Basti pensare che sono hanno creato un vero e proprio fenomeno mediatico intorno ad un aereo che non è mai caduto, e poi ai famosi 200 bambini caduti per terra dalle incubatrici. È stata dunque la prima guerra vista dal televisore. Ci auguriamo che l'Iraq non abbia invaso il Kuwait perché pagato dalle stesse lobby che hanno finanziato Hitler, per comprare poi il petrolio kuwaitiano a basso prezzo, essendovi stato prima di tale invasione un contratto per lo spegnimento dei pozzi di petrolio del Kuwait. In quel caso però Saddam è stato ingannato, perchè dopo essere stato strumentalizzato è stato abbandonato ed è stato distrutto dalle stesse lobbies che lo finanziavano e lo armavano, in cambio del suo petrolio che era allora letteralmente strategico sul mercato petrolifero. Un po' come la banca che prima ti finanzia e poi ti porta in un aula di tribunale per toglierti la casa e l'impresa.
Il no che è stato dato alla guerra in Iraq dalla Russia, dalla Germania e dalla Francia è stata più che altro una questione di esperienza di guerre: la Russia aveva combattuto anni l'Afganistan, la Francia l'Algeria, i Tedeschi subivano ancora il trauma del Muro di Berlino. Gli Americani invece sono dei dinamitardi nati, non hanno mai contato le proprie vittime,perchè gestiscono le guerre come delle lotterie, mettono una divisa ai propri uomini, bianchi neri o ispanici, e poi danno loro un funerale di stato, ma senza dare realmente peso alla gente che muore. In Italia tale sentimento è troppo forte, non riuscirebbe mai a sopportare la perdita di 3000 soldati, o anche solo di 100: in realtà noi siamo in Iraq per via dell'Eni, dunque è giusto che sia l'Eni a pagare il conto.
Onoriamo gli Italiani morti in Iraq, che sono stati ingannati, perchè credevano di dare il loro sangue per la patria, mentre invece lo hanno dato per le Banche.

Enzo Baldoni
Fabrizio Quattrocchi
Nicola Calipari
Massimo Ficuciello
Mimmo Intravaia
Alfio Ragazzi
Orazio Majorana
Giovanni Cavallaro
Daniele Ghione
Giuseppe Coletta
Silvio Olla
Enzo Fregosi
Alfonso Trincone
Massimiliano Bruno
Emanuele Ferraro
Alessandro Carrisi
Pietro Petrucci
Domenico Intravaia
Ivan Ghitti
Andrea Filippa
Filippo Merlino
Stefano Rolla
Marco Beci
Carlo De Trizio
Nicola Ciardelli
Franco Lattanzi

30 maggio 2006

Vi chiediamo di diffonderlo con ogni mezzo possibile


Con il referendum in Montenegro, che non ha permesso ai serbi di votare, hanno creato la Repubblica del Montenegro, con il tacito consenso della comunità internazionale. L'articolo di Michele Altamura, ha suscitato forti polemiche provocando le reazioni persino dei Banchieri,come il Sir.Rockfeller che ha minacciato i serbi.
I serbi vogliono rimanere serbi, ma la comunità internazionale gestita dai Banchieri chiede di creare uno stato unico in cui la Republika Srpska perderà la sua autonomia e la sua identità etnica.
La Etleboro ha sede nel cuore della Republika Srpska e sta con ogni mezzo lottando contro dei Titani. È stato predisposto un servizio di registrazione di e-mail, e nel caso in cui saremo boicottati e censurati il sistema manderà tutta la documentazione riservata in nostro possesso. i conti corrente e i tracciati bancari dal 1991, la descrizione di un sistema detto "roll program". È importante che tutti si iscrivano perché non abbiamo molto tempo. Abbiamo raccolto più di 70.000 firme e continuano sempre di più le adesioni. Si sta giocando un'importante partita: non combattiamo con le armi, ma useremo l'intelligenza e la scienza. <<REGISTRATI >>
Etleboro

Armi di distruzione di massa: a Kabul si usano le pietre


Morte e caos a Kabul. Per un incidente d'auto nasce una rivolta popolare contro i soldati statunitensi. Intanto nei negozi d’usato si vendono i pc della base americana con documenti top secret compresi nel prezzo. Ormai l’Afghanistan è allo sfascio e, dopo 5 anni d’occupazione che non hanno portato ai miglioramenti promessi, la popolazione è ormai stufa. La prova è che è insorta mettendo a ferro e fuoco la città per un incidente stradale. Un blindato dell’esercito statunitense, probabilmente per un problema ai freni, è finito contro delle auto nel centro di Kabul, provocando 5 morti e diversi feriti. Da qui è scoppiata la tensione: una feroce sassaiola contro la colonna militare Usa, soldati in missione e polizia afghana che hanno sparato sulla folla uccidendo altre tre persone e ferendone molte altre, poi migliaia di persone in marcia contro le ambasciate straniere, il parlamento e contro l’inviso presidente Karzai, considerato un pupazzo del governo a stelle e strisce. Questi i fatti. Ma quello che sta accadendo in Afghanistan va ben oltre questi fatti. La popolazione è stanca. Stanca di vedersi sempre al centro di una guerra di potere che sconta sulla sua pelle. Ancora una volta si ripete il protocollo visto per Milosevic, Karazdic ed altri. In questo caso è Bin Laden che non si trova e per questo partono le rappresaglie. Nella provincia di Helmand è stata bombardata una moschea dove si riteneva ci fossero dei talebani, tutti uccisi. Un bel gesto di coerenza da parte di chi è andato nel Medio Oriente a cercare armi di distruzione di massa: non ce le hanno trovate (Lo ha ammesso persino Bush pochi giorni fa) e per questo motivo ce le mettono loro. Se poi, invece di occultarle in una qualsiasi stalla assieme al mulo di qualche ignaro contadino, le lanciano addosso alle persone, sembra non fare differenza. Una domanda però è legittima: ma gli 007 che hanno trovato le armi di massa e prodotto rapporti prima della guerra cosa hanno combinato? Hanno inventato tutto pur di avere qualcosa con cui poter affermare di aver lavorato e per sentirsi quindi con la coscienza a posto nel giorno di pagamento degli stipendi? Hanno fatto arrivare, per gli interessi di una piccola casta, fin nell’ufficio ovale di Gorge Bush Jr. rapporti che hanno poi legittimato un’aggressione ad uno stato sovrano. Ed oggi che fanno? Se ne escono con uno “scusate, ci siamo sbagliati”. Un errore non da poco, che è costato sangue e vite umane. Un gioco folle, fatto solo per avere qualche quattrino in più. Sembra di assistere ad una assurda edizione tridimensionale del romanzo di Graham Greene “Il nostro agente all’Avana”. Qui si gioca al corrierino dei ragazzi, finendo a correre per le strade con una prostituta seminuda sperando che non cada il castello di bugie messo in piedi. Intanto, gli innocenti pagano le menzogne e le invenzioni col loro sangue.

La missione in Afghanistan, cominciata come una santa crociata per liberare la povere donne afghane dal velo, sta scadendo sempre più in una commediola da teatro dei burattini. Sta annegando in una sciatteria assurda. L’ultima nuova è che hanno venduto i computer delle basi Usa, con i documenti riservati compresi. Comprensibilmente, umanamente, sono stati rinnovati gli uffici. Via i vecchi pc, che sono finiti nei negozi di Kabul per far muovere un po’ di soldi e tecnologia nell’economia locale. Peccato, però, che prima di darli via non li abbiano formattati. Altro che Bin Laden, ora. Qualsiasi ragazzino un po’ sveglio che si sia trovato a smanettare con quei computer potrebbe mettere in crisi la missione statunitense.
E di missioni partite come gite scolastiche l’Afghanistan ne ha viste delle altre. L’Albania ha inviato 100 uomini, Partenza in pompa magna con presidente della repubblica a far da professore accompagnatore. Gita cominciata male perché l’aereo non è decollato. S’è rotto. Eppure in genere le regole sulla sicurezza prescrivono una bella controllata ai mezzi la sera prima di partire per la gita. Come per tutte le gite scolastiche, il meglio è venuto in seguito. Quando il ministro della difesa albanese ha incontrato Karzai, si è visto chiedere dal premier ospitante come stesse in salute Enver Hoxa. L’ex dittatore albanese passato da tempo a miglior vita. Comunque, sistemati confortevolmente, i soldati sono stati messi liberamente a pascolare.
Cosa accadrà in seguito? C’è da tenere gli occhi aperti, e non fidarsi pienamente delle informazioni veicolate dai media. Perché ormai il modus operandi in medio oriente ha ucciso il mestiere di reporter. Specialmente quelli super informati, se ne stanno tranquillamente in albergo a trastullarsi in attesa dei dispacci ufficiali. Di quello che accade nelle strade non vedono e non sentono nulla. Poi, un giorno, quando viene rapita l’ennesima persona, non si rendono neppure conto delle trattative e degli incontri per pagare il riscatto. Ma sono sempre lì, con la penna pronta a vergare nuova righe sulla vittoria della diplomazia nell’incivile Medio Oriente. Peggio di così… L'unica nota ottimistica è che il nuovo regime ha portato almeno una sferzata di vitalità all'agricoltura afghana. Prima della guerra, i contadini praticavano la dura agricoltura di sussistenza, strappando alla terra brulla quei pochi ortaggi necessari alla sopravvivenza. Dopo la guerra, guadagnano tutti allegramente. Per la maggior parte hanno estirpato i sudati orticelli, sostituendoli con coltivazioni di papavero da oppio. E vissero tutti felici e contenti in un paradiso oppiaceo.

29 maggio 2006

Un virus dei polli per salvare i Banchieri

Lo strano e turbato evolversi degli eventi non sfuggirà certo al governo invisibile, che da tempo ormai controlla le nostre menti e presto sintonizzerà i nostri pensieri su onde e frequenze standadizzate e, poi, gestibili da una piattaforma.

I progressi della tecnologia sono tali che nanotecnologie biologiche, come le pulci, sono ormai ad un livello tale di avanzamento da non renderle più "fantascienza" ma futuro prossimo. Tali meccanismi costituiscono la versione tecnologica dei parassiti. Sono prodotte da società di IT, come la Alien Tecnology , e trovano larga applicazione non solo in campo militare, ma anche in ogni altro settore di interesse civile, e l'attuale progresso della ricerca permette di produrne alcune di diametro di cento micron, cioè un decimo di millimetro, più piccole uno grano di sabbia. Possono essere innestate nei tessuti dei vestiti, nelle filigrane delle banconote, e il passo che separa dalla loro iniezione nel corpo umano per motivi terapeutici e di sicurezza è davvero breve. Basterà semplicemente che le persone si abituino all'idea e, come ogni altra tecnologia, preferisca i vantaggi e le comodità del progresso alla perdita di libertà personale.
Le pulci impiantate in un corpo umano vanno a formare un sistema di ricezione di informazioni che a sua volta può trasmettere al cervello umano, influenzandone gli impulsi e la percezione dei segnali dall'esterno. E questo è stato già realizzato, grazie al fatto che queste micropulci hanno una densità inferiore a quella del sangue, viaggiando all'interno del sistema sanguigno come delle bolle minuscole. Nell'orecchio interno esistono nervi chi sono legati alla percezione di determinate frequenze, e un suo danneggiamento potrebbe provocare delle illusioni sonore. Questi nervi sono alimentati da un'arteria di piccolo diametro, "la arteria celebrale media"collegata all'arco aortico che è invece di diametro più grande e parte direttamente dal cuore. Quando il sangue trasporta delle bolle di azoto, che possono essersi formate a causa della mancanza di ossigeno, queste tenderanno a posizionarsi lungo l'arteria celebrale, perché l'aorta diventa una perfetta trappola. I nervi dell'orecchio interno sono collegati tra di loro da capillari poco ramificati (senza anastomasi) che bloccano il defluire di tali bolle e vanno a danneggiarli, e così a distruggere i tessuti. Le pulci, essendo sferoidali, leggere e della stessa dimensione delle bolle di azoto, si comporteranno allo stesso modo. Seguiranno così questo percorso con ramificazioni che si restringono sempre più, accumulandosi lungo l'arteria celebrale.

Una volta che queste pulci siano raggruppate in un capillare dell'orecchio interno, esse potranno da lì agire non solo sul sistema uditivo ma anche sul cervello, e allora fungeranno da antenne per ricevere segnali sotto forma di microonde compresse. Questi segnali attaccano il sistema nervoso legato all'udito e potranno creare delle allucinazioni sonore, o addirittura condizionare gli individui grazie a dei messaggi liberati in modo subliminare, ossia al di sotto di un livello sonoro non percepibile in maniera cosciente. Per "livello sonoro" si intende il "livello di percezione" poiché questi segnali non passano più per il sistema recettivo delle onde sonore, cioè attraverso il timpano. I messaggi saranno infatti ricevuti e ritrasmessi operando poi un vero e proprio "lavaggio del cervello", a nostra completa insaputa.

Non stiamo parlando di fantascienza, attenzione, perché queste tecniche sono state testate con successo già agli inizi degli anni settanta, utilizzando come effettore le microonde compresse. Queste possono essere inviate da satelliti in grado di coprire vaste regioni, o messe da centrali trasmittenti o con un cellulare. Il cd. sistema HAARP è stato concepito infatti per sperimentare un sistema di controllo delle folle all'oscuro di paesi interi: gli Stati Uniti e la Russia sono i soli paesi che controllano attualmente questa tecnologia.
Quando le onde sono emesse a grande distanza, possono essere riflesse con specchi invisibili costituiti da superfici di gas ionizzati, che di gas ionizzati, creati ad elevata distanza e e a loro volta originati da altre fonti di microonde.

Le pulci possono essere iniettate nel nostro corpo tramite i vaccini, e entrano in circolazione come dei veri e propri virus divenendo dei centri recettivi invisibili.

Questo deve far capire che la diffusione della notizia di un rischio di pandemia porterà poi ad una vaccinazione di massa, dietro la quale si nascondono delle strategie volte al controllo della masse. Il virus dell'aviaria ha già pronto il suo vaccino, il Tamiflu, e la paura della pandemia viene coltivata giorno dopo giorno. Il governo inglese ha dichiarato i mesi scorsi che è già stato programmato un piano per attrezzare gli ospedali e i cimiteri a far fronte alla pandemia, i rapporti dell'Onu stimano milioni di vittime, e tutti gli Stai si accordano con la Roche per la produzione del vaccino. Hanno scelto per tale scopo un virus che per le sue caratteristiche può facilmente scatenare il panico: può espandersi in tutto il pianeta, perché il suo vettore sono degli uccelli migratori, e ha sintomi non individuabili perché simili ad un'influenza.
L'avaria è il disegno invisibile di un processo di cambiamento su scala planetaria, e siamo in grado di confermare che il governo invisibile ci sta nascondendo una cosa così macabra, lontano da ogni possibile previsione statistica e pragmatica. Quello che è in moto non è solo un meccanismo di industrie farmaceutiche, multinazionali, di Banche e Assicurazioni, è molto di più. Le Borse stanno cadendo, e il sistema sta davvero cedendo sotto i nostri occhi, e la diffusione dell'aviaria ne costituisce l'antidoto, perché innanzitutto il loro crollo potrà essere imputato con grande facilità alla diffusione della pandemia. In secondo luogo, la vaccinazione di massa consentirà l'impianto di pulci e nanomeccanismi avanzati, in modo da avere il pieno controllo delle popolazioni, che sono anche consumatori e risparmiatori. Deve far riflettere il fatto che la Bill and Melinda Gates Fundation ha donato alla Global Alliance for Vaccines and Immunization (GAVI) 750 milioni di dollari per un progetto di vaccinazione dei bambini dell'Africa dalla durata di dieci anni. Inoltre non è la prima volta che la fondazione di Bill Gates sostiene queste iniziative, perché ha devoluto già ingenti somme per i vaccino contro l'AIDS, il tetano e la malaria.

Una volta che questo piano di vaccinazione globale sarà portato avanti in tutti i paesi, e non solo nel continente africano e asiatico, il controllo totale potrà davvero dirsi realizzato. L'America potrebbe un giorno svegliarsi ritrovandosi nel tracollo finanziario, con la fila agli sportelli e la crisi di solvibilità, con una moneta svalutata del 50 o 80% e un debito che non potrà mai essere pagata, ma nessuno potrebbe rendersi davvero conto di ciò che sta accadendo. La soluzione e le contromisure del tracollo sono state già programmate e previste sotto ogni minimo dettaglio: un nuovo sistema finanziario telematico globale, il controllo dei media, di ogni mezzo di trasmissione e di comunicazioni, dai media alla musica, dalla televisione allo spettacolo. Non vi saranno rivolte o proteste nelle piazze, in America come in Europa o nel resto del mondo, tutti continueranno la propria vita senza particolari stravolgimenti. Non è una cosa difficile da concepire se si pensa che un mondo intero ha creduto al crollo delle Torri gemelle perché il pilone di acciaio era stato fuso dal calore dell'esplosione dell'aereo. Il controllo esiste già, e Ditte come la Vodafone, la Ibm e Microsoft sanno bene cosa sta accadendo.

27 maggio 2006

I possibili attentati

Il sistema finanziario sta subendo in questi ultimi mesi profondi sconvolgimenti, e la bolla immobiliare e speculativa potrebbe scoppiare improvvisamente. I listini delle borse internazionali stanno quotidianamente volgendo al ribasso a causa della diffusa sfiducia nel mercato azionario. I fondi di investimento premono sulle commodities e sul prezzo dell'oro, agendo anche da insider traders, ossia manipolando a proprio favore le informazioni economiche. In questo modo stanno incamerando tutti i capitali disponibili e spingono le Banche Centrali a dismettere le riserve auree, per realizzare facili, ma sicuramente non duraturi, guadagni dal rialzo del prezzo dell'oro. D'altra parte le stesse stanno diversificando le proprie riserve valutarie, è di questi giorni infatti la notizia che anche la Russia sta dismettendo i propri titoli nominati in dollari acquistando euro. Il dollaro sta collassando su se stesso e le manovre della FED che si attendono per giugno non potranno che confermare questa tendenza.
Date queste le premesse, un clamoroso evento, come un attentato, potrebbe fare da boomerang, e ritorcere la responsabilità del crollo delle borse, e dell'inizio della fine, contro il terrorismo internazionale. D'altra parte gli amici non si dimenticano nel momento del bisogno.
È davvero sorprendente come la Francia abbia allertato i suoi cittadini gridando a gran voce un "allarme" per l'aviaria del virus dei polli. Il sospetto che dietro questa campagna mediatica si sta preparando qualcosa è confermato dal fatto che la Francia ha fatto delle dichiarazioni troppo forti su tale questione, mentre l’Inghilterra ha già fatto delle liste.

Due mesi fa nel canale della Manica è affondata una nave, e i governi hanno bloccato la pesca in quella zona. Il tunnel che collega Francia e Inghilterra sta registrando forti perdite, e un “buco” al suo interno potrebbe risanarne la situazione grazie ai fondi della ricostruzione, e lo stesso “buco” potrebbe aiutare a nascondere scorie nucleari, proprio com’è stato in Somalia, quando è sbucata un’autostrada su un terreno alquanto sospetto.
Non è da escludersi che ad essere colpito sia il canale di Suez, bloccando così il Mediterraneo e i traffici delle merci provenienti dall'Oriente, e facilitando Israele nelle operazioni di armamento.
Dovremmo dunque attenderci un altro attentato, pagato forse con il bottino della rapina avvenuta un mese fa a Londra, in maniera alquanto rapida e indolore, senza molti problemi fruttando più di 50 milioni di sterline.
La storia sembra ripetersi, eventi simili nel caso Aldo Moro: una rapina facile per pagare un attentato.

Come nel mese scorso Etleboro aveva preannunciato, la FED Reserve prepara un intervento sul mercato valutario statunitense, Invitiamo dunque tutti a disfarsi di moneta e derivati in dollari, prima che diventino meno di nulla.

Sembra molto strano che ad un certo punto si acceleri con un piano programmatico, proprio quando tutti i politici internazionali parlano di “scontro di civiltà”, e le moschee esplodono: stanno fomentando una guerra, sincronizzando i termini e dichiarazioni, con fatti e avvenimenti che sembrano a sé stanti.
E ancora, cerchiamo di prendere in seria considerazione la questione del vaccino contro avaria, cosa si nasconde all’interno di quel vaccino?Una ditta privata ritiene di aver un vaccino, allora bisogna indagare chi ne sono i proprietari: dietro gli eventi che stanno accadendo è teso un filo conduttore.

Il cerchio si sta chiudendo, gli eventi stanno facendo quadro su un'unica soluzione, per servire un grande obiettivo: una truffa di dimensioni colossali.
Il vero attentato si sta preparando in Svizzera, dove un gruppo di banche ha stabilito di creare una nuova moneta, per avere un controllo immediato sulle materie prime di ogni paese. Il progetto dei banchieri è di emettere moneta elettronica, avendo un’unità di misura prestabilita unilateralmente e garantita solo da file elettronici.

Questa costellazione di avvenimenti devono essere portati alla luce, oggi noi siamo vittime di un sistema usuraio che muove i fili della nostra esistenza a proprio piacimento. Lo scopo dei Banchieri è proprio quello di sottoporci ad una dittatura totale , basata sul concetto del “rent”, cioe dell’affitto e non della proprietà. Tramite l’emissione di un file elettronico, viene addebitato all'umanità il costo delle vite umane e del sacrificio globale.

26 maggio 2006

La Borsa globale per il controllo totale


Stiamo attualmente assistendo al più grande stravolgimento dei mercati borsistici mondiali dopo il fallimento del nuova economia,e dunque l’attentato dell’11 settembre. In due settimane più di 2000 miliardi di dollari di capitalizzazione sono stati bruciati sui mercati internazionali, 200 miliardi solo nella giornata di lunedì 22 nelle borse europee: la più grande crisi di liquidità si sta preparando.
L'aumento vertiginoso del prezzo delle materie prime sta devastando l'economia reale, e presto l'industria siderurgica e chimica dovranno assorbine l’aumento del prezzo dei metalli e dei derivati petroliferi, così come dell’energia. A questo si accompagnerà una crisi di liquidità dovuta al rialzo dei tassi interessi che indurranno le persone a investire, a risparmiare piuttosto che consumare, e a maggiori costi all’indebitamento, che sia accompagneranno anche da una maggiore difficoltà ad ottenere credito. Quello innestato da anni, se non decenni, è un processo evolutivo e inesorabile, non si può arrestare ma solo rallentare. È quello che più o meno ha cercato di fare Bernanke, perché ha aumentato i tassi di interessi per dare da un lato la stretta monetaria e frenare l’inflazione, e dall’altro per svalutare i debiti della bilancia commerciale. Il dollaro FED ha distrutto l’economica mondiale, come un verme l’ha divorata, e con un debito pubblico così elevato e con una economia fondata sul consumo e non sulla produzione, c’è ben poco da fare. A giugno scatterà il nuovo aumento dei tassi di interessi, non solo in America, ma anche in Europa e in Giappone.

Dalla prima fase detta "d'emissione", che vede una serie di fattori, prima separati, convergere improvvisamente tale da essere evidente agli osservatori più attenti, si passerà ad una fase detta "d'accelerazione". In questa fase gli investitori prendono coscienza della crisi perché comincia a farsi sentire su fatti ed elementi che prima non si considerano. A giugno entreremo in questa fase, in cui gli shock sui mercati saranno sempre più frequenti sino a far esplodere la bolla immobiliare e finanziaria. Dopodichè si entrerò nella terza fase, che è detta "d'impatto", costituita dalla trasformazione radicale del sistema stesso (implosione e/o esplosione) a causa di tutti quei fattori che nel tempo si sono accumulati, il sistema dunque si sgretola. Nella quarta fase detta di "disincantamento" gli attori andranno a costruire un nuovo sistema sulle ceneri dell’altro. Non è possibile dire i tempi e gli scenari che si apriranno, forse passerà un anno, forse 5 anni, ma sicuramente la moneta di carta cadrà in disuso per far posto alla moneta elettronica, e la nostra economia diverrà di tipo “Rent”, cioè dell’affitto, del consumo, non produrremmo né avremo proprietà.

In meno di tre mesi, tutte le certezze sul futuro saranno rovesciate, e giugno sarà davvero un mese critico e decisivo. I timori di un’esplosione dell’inflazione spinge le Banche centrali ad alzare i tassi, ma questo poi determina il crearsi di bolle borsistiche, dovute a delle operazioni puramente speculative che spazzeranno via le economie emergenti e quelle deboli.
È quello che è accaduto sui mercati europei questo lunedì: i grandi fondi di investimento approfittando della differenza dei tassi di interesse, si capitalizzano, ossia si fanno finanziare in mercati con bassi tassi (mercati asiatici), dopodichè investono tali risorse in mercati ad elevato rendimento (america) in titoli derivati e future sulle commodities. Una piccola contrazione del prezzo delle merci è bastato per bruciare 200 miliardi di euro, perché quei futures improvvisamente erano scambiati ad un prezzo inferiore rispetto a quello d’acquisto. Una piccola contrazione dei prezzi poteva far crollare i mercati asiatici, o almeno quelli più deboli come quello Indonesiano, perché loro hanno perso quei soldi investendo nei fondi.
Così si è assistito, tra la prima e la seconda settimana di maggio, alla più forte liquidazione di azioni sulla borsa americana da un anno ed alla più forte caduta settimanale delle borse europee dall'agosto 2004.

Ovviamente coloro che reggono le fila del sistema non vorranno certo perdere il controllo della situazione, e infatti quello che sta ora accadendo sulle borse mondiali non ha precedenti nella storia: la fusione delle borse internazionali un un’unica Entità.
Quello che è iniziato come progetto paneuropeo, su iniziativa della Euronex, società che controlla la federazione delle Borse di Parigi, di Amsterdam, di Lisbona, è diventato un progetto internazionale di dimensioni titaniche. Dal progetto è stata momentaneamente, per così dire, “esclusa la Deutsche Borse”, che non ha voluto cedere alla perdita di una posizione di potere di Francoforte che infatti avrebbe dovute cedere il passo ad Amsterdam, dove sarebbe stata posta la sede della Holding derivante dalla fusione. La Deutsche Borse ha tuttavia perso la sua occasione e dovrà sicuramente pagare molto di più per rimettersi in gioco, perché la fusione con NYSE, la borse di New York, è già stata messa ai voti dell’assemblea dei soci, ossia le più grandi banche internazionali che controllano i fondi di investimento, le Borse s.p.a. e, nella maggior parte dei casi, le società all’interno quotate. Verrà creato il mercato azionario più grande e liquido del mondo, con oltre 4000 società quotate, che non è altro che un sistema finanziario telematico internazionale nel quale confluiranno tutte le transazioni dei paesi occidentali. È infatti questo il primo passo, diremo storico, verso la creazione del sistema telematico sul quale circolerà la moneta elettronica, le transazioni azionarie e lo scambio di merci.
Ben presto anche la Borsa di Londra entrerà nella Holding, e quella Italiana sarà acquisita da questo mostro.L’italia perderà il suo centro finanziario,e presto anche una delle Istituzioni che controlla il mercato azionario e societario, ed è sconcertante che il Ministro Padoa Schioppa non ha altro da dire che spetta sempre alle società decidere perché sono enti privati. Perdendosi il sistema in un’autostrada telematica sconfinata, le Autority e lo stesso governo non avranno più alcuna voce su acquisizioni e fusioni: sarà questa l’espressione del liberalismo più assoluto. Il business dei derivati, dei futures e delle opzioni non conoscerà limiti, insomma è la ribalta dei Banchieri in grande Stile.

Non dobbiamo qui dimenticare che Euronext presenta non poche correlazioni con la loggia massonica che si nasconde dietro Clearstream, e una fra tutte è la partecipazione del suo Presidente al The Bridge Global Forum, che conta tra i suoi membri il Governatore della Banca del Lussemburgo e il Presidente di Clearstream.
Mentre tutto questo accade, il governo tace e ossequiano alle direttive che giungono da coloro che li hanno condotti al potere. Infatti il giorno stesso in cui è stato formato il Governo Prodi, i Banchieri di Banca Intesa hanno pubblicamente dichiarato che occorreva subito cambiare la legge sul risparmio, la stessa legge che timidamente accennava alla proposta di acquisto di Bankitalia da parte dello Stato. Gli scandali calcistici inondano le cronache dei giornali, ma anche in questo caso non bisogna tralasciare il fatto che milioni di euro provenienti da operazioni di calciomercato sono spariti dai bilanci. La denuncia della truffa architettata dà solo in parte vita agli scandali: alcune teste devono cadere essendo i capri espiatori, mentre il resto va insabbiato. I fondi neri delle squadre di calcio, che nient’altro sono che i fondi neri delle società che le possiedono, scompaiono ancora una volta nei circuiti bancari utilizzando come prestanome i calciatori: gli ingaggi calcistici miliardari non esistono, perché essi vengono subito rinvestiti dai calciatori stessi in Fondi e Banche, così come le leggi spalma-debito delle società di calcio servono solo a coprire altre truffe. Inoltre, i pm sospettano che i fondi scomparsi siano stati depositati nello Ior dalla società di Moggi. Se lo scandalo proseguirà di questo passo anche il Vaticano ne subirà le conseguenze, screditando sempre di più un’Istituzione per sostituirla con un’altra.


Dietro ogni scandalo c’è sempre un burattinaio che fomenta la tangentopoli e si nasconde poi dietro l’Istituzione che dovrebbe invece essere la soluzione o il Governo dei Buoni.
Allo stesso tempo vediamo che ancora una volta gli Illuminati giungono in Europa, mangiano l’intero mercato europeo trovando un ragionevole accordo con i banchieri europei.
Il presidente della Fondazione Rockfeller è in viaggio in questi giorni nei Balcani, e si eleva ad ambasciatore di pace dicendo al popolo serbo “di chiedersi cosa è un serbo”. Noi vorremo sapere invece cosa è un americano, se non la cavia più docile dei loro più atroci esperimenti, e cosa sono gli Illuminati, che si sono autoproclamati Menti Superiori senza tuttavia avere delle idee proprie. Stanno mangiando l’Europa diffondendo odi e rancori in paesi, in cui i conflitti sociali sono radicati da secoli, e aiutano a depredare imprese e popolazioni, che martoriate da secessioni e genocidi, perdono la propria identità e di rifugiano delle loro Istituzioni. Qui stabiliscono i protettorati e i commissari europei, insinuano i rappresentanti del FMI all’interno dei governi, mentre riempiono le Ambasciate di depravati, di pedofili e assassini. Le cdd. Organizzazioni umanitarie sono il covo degli infimi strati dell’umanità, figli delle Baronie e delle corruzioni, della depravazione più assurda, e poi si ergono come Istituzioni e difensori delle nostre famiglie, dei nostri villaggi e delle nostre case.

25 maggio 2006

Il primo messaggio alla Tela di Etleboro, ma non ci faremo spaventare



Un grave attentato ha colpito il Dott. Marco Fasulo, titolare dell'Agenzia Marittima ASIAN, fratello del Presidente dell’Associazione Interporto di Gela e associato della rete Etleboro. Esperti terroristi che si sono introdotti durante la notte nella loro proprietà e hanno dato fuoco alle due automobili nel cortile, facendo divampare le fiamme verso i tubi della caldaia a metano e raggiungendo le camere dei bambini. La dinamica dei fatti non lascia alcun dubbio sul fatto che sia stato ben premeditato da persone esperte, da menti criminali raffinate. Da tempo l’Associazione dell’Iterporto denuncia le pressioni provenienti da una Lobby che intende appropriarsi del porto di Gela, per estendere il controllo sui traffici nel mediterraneo e realizzare il Progetto dell’Iterporto di Malta, come da noi più volte affermato.
La Etleboro denuncia questo grave attentato, che dimostra ancora una volta come Menti raffinate , servendosi di attentati mafiosi, si sostituisce allo Stato spargendo terrore e depreda delle sue risorse. Diffondiamo questo comunicato e invitiamo tutti ad agire in prima persona per portare all’attenzione questo grave episodio. Quest’attentato mette in pericolo non solo un imprenditore, ma un’intera città, un ‘intera Nazione, e noi dobbiamo proteggere le nostre imprese, perché loro sono la nostra economia. Ci rivolgiamo al Capo dello Stato Sen. Napolitano , al Capo del Governo On. Proidi, alla Direzione Nazionale Antimafia, dott. Grasso, e agli eserciti, perché facciano qualcosa, perché intervengano, dato che sanno benissimo cos’è la Mafia, ma soprattutto Chi è la Mafia. Come avete catturato Provenzano e arrestato i capi della “mafia”, così vi chiediamo di arrestare i mandanti di queste stragi.
ALLA C.A. DEL CAPO DELLO STATO SEN. NAPOLITANO
AL CAPO DEL GOVERNO – ON.LE PRODI
ALLA DIREZIONE NAZIONALE ANTIMAFIA DOTT. GRASSO
AL PREFETTO DI CALTANISSETTA
A TUTTI GLI ORGANI DI INFORMAZIONENAZIONALI E INTERNAZIONALI

Ieri mattina alle ore 1,50 ca. hanno colpito duramente mio fratello, il Dott. Fabio Fasulo, titolare dell'AGENZIA MARITTIMA ASIAN DI FASULO ANTONIO E CO SAS con sede in Via Ettore Romagnoli, 150 ,Gela. Ignoti hanno reciso i fili del circuito interno della VIDEOSORVEGLIANZA e si sono introdotti nel cortile di sua proprietà appicando il fuoco alla sua auto, le fiamme molto alte stavano per invadere la cameretta al primo piano di un bambino e il fuoco per qualche centimetro stava per far saltare la caldaia a metano dato che è vicino ai tubi del gas. Questo vile attendato che stava per uccidere vittime innocenti oltre a bruciare le auto di alto valore economico, una non assicurata contro il furto e incendio. Questo attentato incendiario opera di veri professionisti e terroristi mette in allarme la nostra intera città di Gela presa da assalto la Notte da questi terroristi professionisti che oramai attentano anche alla stessa vita umana. E' grave che lo STATO non intervenga e dimostri che è più forte di questi terroristi, mafiosi e criminali occulti che magari forse partecipano anche alle manifestazioni ANTIMAFIA , FORSE CHISSA'! CHI TUTELA QUESTI CRIMINALI? NOI DELLA ASSOCIAZIONE INTERPORTO DEL GOLFO DI GELA, CONSIDERATO CHE LO STATO NON RIESCE A FARE GIUSTIZIA DA UNA DECINA DI ANNI PER TALI GRAVI FATTI CHE ACCADONO IN CITTA' PROPONIAMO UNA TAGLIA A CHI RIFERISCE DI FATTI E PER FAR SCOPRIRE I MANDANTI E GLI ESECUTORI DI TALI CRIMINI ORRIBILI. NOI CHIEDIAMO PROTEZIONE E IMMEDIATA CON IL RAFFORZAMENTO DELLE PATTUGLIE DI POLIZIA, CARABINIERI, GUARDIA DI FINANZA E VIGILI URBANI SOPRATTUTTO DI NOTTE IN CITTA' A GELA, DATO CHE A QUANTO PARE SONO QUASI INESISTENTI E POCHISSIME, MA DI GIORNO VE NE SONO IN ABBONDANZA ANZI TROPPE. GELA DI NOTTE E' COME IL FILM "ANNO 1999- FUGA DA NEW YORK" PERCHE' VI E' DA AVERE PAURA A GIRARE DI NOTTE MAGARI PER RECARSI AL PROPRIO LAVORO O AD ANDARE A CASA. OGGI LO STATO DEVE DIFENDERCI CON UNA SCORTA ARMATA. IL DOTT. FASULO E LA SUA FAMIGLIA SONO IN PERICOLO, COSI' COME LA MIA PERSONA E LA MIA FAMIGLIA, DATO CHE NON SO COSA MI ACCADRA', CONSIDERATO CHE HO RILASCIATO UN'INTERVISTA ALLA TELEVISIONE LOCALE TG10 IN CUI HO DETTO, CHE LA MAFIA PRIMA CALUNNIA, POI ISOLA E POI UCCIDE. STO CERCANDO DI ORGANIZZARE UNA SQUADRA DI CITTADINI E COMMERCIANTI ONESTI CHE FACCIANO DA VIGILANTES E RIFERISCANO ALLE ISTITUZIONI IN QUALSIASI MOMENTO. INOLTRE LA MIA ASSOCIAZIONE INTERPORTO DEL GOLFO DI GELA HA MESSO UNA TAGLIA PER SCOPRIRE CHI SONO I MANDANTI E GLI ESECUTORI DI TALE GRAVISSIMO ATTENDATO INCENDIARIO DOVE OLTRE ALLE AUTO BRUCIATE, STAVANO RISCHIANDO LA VITA DEI BAMBINI E DELLE PERSONE INERMI. MIO FRATELLO CON CORAGGIO ARMATO DI TRE ESTINTORI HA FERMATO IN PARTE LE FIAMME CHE STAVANO PER RAGGIUNGERE LA CAMERETTA DI UN BAMBINO CHE DORMIVA TRANQUILLO E I TUBI DELLA CALDAIA A METANO, RISCHIANDO LA SUA VITA E POI SONO VENUTI I VIGILI DEL FUOCO. LA COSA ALLUCINANTE E' CHE QUESTI TERRORISTI SI SONO INTRODOTTI NEL CORTILE PROTETTO DA CANCELLI E TELECAMERE SENZA ALCUNA PAURA. ALLORA IL PIANO ERA ORGANIZZATO AD ARTE, DA ECCELLENTI MENTI MAFIOSE E CRIMINALI CHE VOLEVANO UCCIDERE, NON SOLO FARE DANNO ALLE AUTO, IO DEDUCO QUESTO E SPERO CHE SE LO STATO ESISTA ANCHE PER LACITTA' DI GELA NON DEVE LASCIARE I SUOI CITTADINI ONESTI E LAVORATORI IN BALIA DI TERRORISTI SPIETATI E VOGLIOSI DI SANGUE. PER GELA CI VOGLIONO FORZE SPECIALI DELL'ORDINE IN INCOGNITO CHE INDAGANO A 360 GRADI E SENZA SCONTI PER NESSUNO E LEGGI SPECIALI. LO STATO INVIA TRUPPE SPECIALI IN IRAQ E NEL MONDO E POI NON PROTEGGE LA NS CITTA' DI GELA CHE MI PARE FACCIA PARTE DELLO STATO ITALIANO ALMENO MI SEMBRA. SE COSI' NON E', CHE LO STATO CI INFORMI ALMENO, POTREMO ORGANIZZARCI PER DIFENDERE LA NS VITA E I NS BENI CHE CON GRANDE SACRIFICIO E ONESTA' ABBIAMO CONQUISTATO. A QUANTO PARE A GELA LA VITA VALE POCO. MA DOVE STA LA SICUREZZA A GELA, DOVE SONO GLI INVESTIMENTI A GELA, IL PORTO RIFUGIO DI 130 MILIARDI DI VECCHIE LIRE BLOCCATI E NON SAPPIAMO PER COSA, L'INTERPORTO BOICOTTATO E POI PARLANO DISVILUPPO ECONOMICO E DI LEGALITA' FACENDO DELLE PASSERELLE CONTINUE E I CITTADINI ONESTI NON SONO TUTELATI. ASPETTIAMO CHE LO STATO A GELA DIMOSTRI DI ESISTERE E DIA UNA RISPOSTA CON FERMEZZA ED AUTOREVOLEZZAE CON LEGGI SPECIALI, CON L'INVIO DI FORZE SPECIALI, TUTELANDO I CITTADINI ONESTI CON LE SCORTE E FACENDO I DOVUTI INVESTIMENTI, MA COSA PIU' IMPORTANTE , ASSICURANDO I COLPEVOLI ALLE PATRIE GALERE PER MOLTI ANNI, DATO CHE QUESTI CRIMINALI, MAFIOSI HANNO I DENARI PER AVERE I MIGLIORI AVVOCATI. MI SCUSO MA SONO MOLTO PREOCCUPATO E IMPAURITO DA TALI GRAVISSIMI FATTI, E SPERO CHE LO STATO ASCOLTI L'ALLARME DI UN SUO ONESTO CITTADINO CHE NON CAPISCE PIU' NULLA DI CIO' CHE STA ACCADENDO A GELA. STATO, DEVI PROTEGGERE I TUOI CITTADINI ONESTI, NON DEVI ABBANDONARLI IN BALIA DELLA MAFIA E DEI CRIMINALI CHE AGISCONO INDISTURBATI NELLA NS MARTORIATA CITTA' DI GELA.
I MIEI MIGLIORI OSSEQUI.
ANTONIO FASULO
- Presidente dell'Associazione Iterporto di Gela-

Codice da Vinci S.p.a.


L’intera attenzione dei media, del mondo della cultura e dello spettacolo sono oggi puntati sul film del Codice da Vinci. Grandi menti discutono oggi sulla veridicità delle fonti o degli eventi storici descritti, ingannano gli spettatori che sono completamente ipnotizzati, senza sapere che il Codice da Vinci è un’opera puramente Massonica.
Il simbolismo, le immagini e lo stesso messaggio di fondo sono di stampo massonico, legato a quella sfera di poteri che intende portare un controllo totale delle menti mediante la distruzione della individualità, delle tradizioni e delle convinzioni di sempre.
Abbiamo a tal proposito ricevuto un documento da parte di Christian Basano che mostra l’ovvia correlazione tra le immagini contenute nel Codice da Vinci e le operazioni poste in essere dalla loggia Massonica per realizzare la grande truffa del Kuwait Gate. La Chiave di Volta che permette di raggiungere il segreto del Graal non è nient’altro che la Matrice, la madre di tutte le madri, Clearstream nel cui sconfinato sistema interbancario si perdono i miliardi del riciclaggio, dei traffici e dei crimini internazionali. La Piramide del Louvre, costituita da 666 sfaccettature, è stata costruita da Mitterand ed è la stessa raffigurata nel simbolo del dollaro della Federal Reserve.
Un misterioso capitano Haddock ha attribuito a F. Mitterrand un trasferimento di 1 miliardo di dollari delle indennità della guerra del Golfo destinate alla Francia . In particolare, questa somma rappresenta l’indennità delle spese delle forze francesi impegnate, ossia la Marina Nazionale, l'esercito dell'Aria, così come l'esercito di Terra con a capo la divisione Daguet. Questo assegno è stato trasportato dal Qatar tramite un Falcon 50 e depositato a Zurigo in un conto bancario svizzero a nome di Francesco Mitterrand. L'operazione ha avuto luogo in presenza di un consigliere federale e la notizia è stata confermata dal più alto grado dello Stato Maggiore degli Eserciti; dalla DST ed dalla DGSE, ma verificando la contabilità della Difesa nessuna somma è stata trovata a titolo di indennità della Guerra del Golfo.
Ecco che possiamo dunque notare delle sconcertanti somiglianze: lui è la “Guida”, lui trova la chiave di volta che era conservata in una cassetta di sicurezza della Banca di Zurigo; lei è la “Sorgente", Gergorin è a Londra attualmente dove si trova il Codice.

Al Codice da Vinci si contrappone il reale codice, che è il Code Basano. Dopo lo scoppio della guerra nel Golfo, venne concesso al Kuwait un indennizzo delle spese sostenute per l'estinzione e il rispristino dei pozzi di petrolio.Tali fondi, provenienti dalle banche più grandi del mondo, furono trasferiti in capo ai vari partecipanti al contratto che firmarono delle "lettere di trasferimento", e tra questi, l'unico a non voler firmare fu il socio di Ferrayé Christian Basano, il quale intuì subito cosa si nascondeva dietro quel sistema. Furono costituite per lo scopo, infatti, delle succursali anonime di grandi Banche che crearono una serie di conti a diversi livelli, ossia una miriade di conti secondari che facevano capo ad unico conto principale. Tali conti venivano intestati a dei beneficiari di diritto, i quali tuttavia non ne avevano accesso i quanto tali conti correnti venivano trasferiti mediante il sistema Swift accessibile solo alle Banche stesse, che è protetto da un elevato livello di sicurezza: il conto esisteva ma non compariva su alcuno scherma di data base di una banca. Il nome di Christian Basano è stato preso e trasformato in Avente Diritto Ecomico Reale (Ader), creando attorno al suo nominativo una serie di conti tra loro legati da un conto principale. Diversi organismi bancari hanno operato direttamente con il nome di Basano per ricevere e trasferire dei fondi, si sono serviti del suo nome per aprire conti che sono serviti poi per una sola transazione, cioè quella del trasferimento di una somma totale di 23.005.341.300 $ US.
Ecco il vero codice, il tracciato che consente di ritrovare i soldi del Kuwait, che non sono persi e sono sempre rintracciabili, perché Clearstream, è una matrice, un enorme e sconfinato data base delle banche in cui tutto può essere ritrovato.

Christian BASANO :

- ABN AMRO(Basel) N° 1.068.635 1. 420.000.000 US $
- BMB(Genève) N° 7915 2. 485.000.000 US $
- ROYAL TRUST(Toronto) N° 436.543 1.811.000.000 US $
- FIRST INTERSTATE Bank(New York)N°477.925 1.200.000.000 US $
- FIRST HOME Bank(Grand Cayman)N° 392.857 1.122.000.000 US $
- UBS (Genève) N° 231.215 381.987.200 US $
________________________
TOTALE 8.419.987.200 US $

In questo romanzo i Massoni si raccontano, ricorrono a simboli e a immagini mistiche, ma non vi è nulla di esoterico in tutto questo. L’obiettivo è quello di distruggere non la religione ma quello che essa rappresenta, cioè la tradizione, quello che viene tramandato da secoli nelle famiglie e nei gruppi di individui. Hanno sfruttato la naturale propensione dell'uomo della ricerca di Dio, se ne sono appropriati e hanno creato così una nuova religione.Vogliono così ripristinare le Baronie e i nobili, perché ora i Baroni Ladroni vogliono sostituirsi agli attuali sacerdoti. Tutto questo è un etnocidio, così come quello commesso contro gli indiani, ma con mezzi e tecnologie sofisticati: la musica, i film e i libri vanno ad agire sul nostro subconscio e inevitabilmente qualcosa si distrugge per far posto ad una nuova credenza. Hanno creato un film che è una sceneggiata assurda, traendolo da un romanzo scritto e firmato dai Massoni, per poi continuare a lucrare a nostre spese, non rendendoci conto quali siano i retroscena di tale fenomeno mediatico.Alla fine le nostre abitudini, i nostri consumi e il nostro stile di vita cambia, si adegua a quello che le pubblicità e la televisione spaccia per vita reale. È questo più grande crimine contro l’Umanità mai commesso nella storia. Le campagne mediatiche di prevenzione del l’Aids sono strumentalizzate e pilotate, perchè non si trasmette sessualmente, ma in maniera virale in presenza di diverse circostanze.

Il futuro cambiamento del sistema economico e sociale porterà con sé anche un nuovo equilibrio tra i poteri che governano l’ordine globale. Questo cambiamento sta già avvenendo, le forze che si scontrano per accaparrarsi risorse e potere si stanno mettendo d’accordo per non perdere quanto conquistato finora, e per riacquistare quanto perso lungo questi anni.
Le Organizzazioni Internazionale stanno acquistando potere, hanno una voce sulla politica di uno Stato, come ad esempio Amnesty International che nel suo rapporto ha denunciato la violazione dei diritti dei prigionieri di Guantanamo facendo subito sollevare il tono delle Nazioni Unite. Come abbiamo spiegato nei nostri precedenti rapporti, loro rappresentano le nuove istituzioni, i simboli della tutela dell’uomo, che sta perdendo fiducia nei propri capi di Stato a causa della paura e dello smarrimento dovuta alle guerre e agli attentati. Sono loro che denunciano corruzione e criminalità laddove uno Stato non si allinei a quanto deciso dall’alto, e la loro parola è incontrastabile perchè è difesa dagli stessi popoli che loro contribuiscono a schiavizzare. Rappresentano i nuovi profeti, i difensori dell’Umanità, organismi imparziali e al di sopra delle parti, e dunque al di sopra di uno Stato.
Lo stesso atteggiamento dell’Islam sta cambiando, e a dimostrazione di ciò basta considerare le parole di Bin Laden che concede la tregua incondizionata o la lettera del Presidente Iraniano a J.W.Bush . Lasciano ben intendere che hanno ora un potere e giocano bene le proprie carte, possiedono risorse scarse, nonché i tracciati dei conti che possono individuare persone e operazioni poste in essere per la rapina del Kuwait e dell’Iraq.

24 maggio 2006

Il piano del governo invisibile

Campi di antenne HAARP
La Scienza e il progresso tecnologico possono essere una vera perversione se non hanno come scopo quello di migliorare la condizione umana. Ora, un’epoca si è conclusa, quella in cui gli uomini venivano distinti a seconda se sapevano leggere o scrivere, e un’altra sta per aprirsi con scenari assai più inquietanti.
Non si può prevedere con certezza dove lo sviluppo della tecnologia porterà gli individui, le conseguenze possono essere terribili o catapultarci nell’età dell’oro. Sicuramente la scienza giocherà un ruolo fondamentale perché sarà al tempo stesso la causa e il loro rimedio delle future crisi economiche, ambientaliste, demografiche, politiche e sociali.
La tecnologia consente di aumentare la comunicazione tra gli individui ed i popoli, la possibilità di espressione sia a livello individuale che di gruppo. Può valorizzare l'identità, sviluppare la curiosità, l'insegnamento, l'innovazione e la creatività, la comprensione e la produttività. Le macchine possono "disumanizzare" gli individui, rendendoli inebetiti, o al contrario "umanizzarli", dotandoli di una più ampia capacità di adattamento. Possono darci la sensazione di essere superumani o al contrario di non essere più niente. In futuro verranno trapiantate delle protesi neurali in grado di attenuare dei dolori insopportabili, o procurare piacere, ma allo stesso tempo ridurranno la produttività e la motivazione degli individui, ridotti quasi come vegetali. Le bio-tecnologie potranno creare malattie capaci di resistere ad ogni cura o di ammazzare solo una popolazione ben individuata, potranno prevenire le malattie e allungare la vita delle persone vecchie o di quelle gravemente malate, ma contemporaneamente ridurranno le difese immunitarie delle giovani generazioni. Perderemo così ciò che fa di noi degli esseri umani.

Le nostre società possono diventare più stabili, più aperte verso il pluralismo, il libero mercato e i governi democratici, ma potranno covare anche movimenti ideologici e a conflitti violenti. Questa democraticità non porterà all’uguaglianza, bensì allo scontro sociale tra individui che si sentono diversi o stranieri. La biotecnologia, la tecnologia delle informazioni saranno tutte rivolte al controllo delle società, fungeranno da mezzi di coercizione che permetteranno lo sviluppo di sistemi totalitari con proporzioni mai considerati fino ad oggi.


Tanti vivono la propria vita senza sapere che gli apparecchi che portano sempre con sé, che i mezzi di comunicazione che utilizzano permettono di seguire ogni loro traccia, e di prelevare un gran numero di notizie sulla loro vita privata. Le persone tuttavia preferiranno perdere le loro libertà civili per avere la comodità e la praticità della comunicazione istantanea e gratuita. Milioni di sensori seguiranno ogni traccia grazie alle tecnologie a buon mercato che tutti potranno acquistare. Le reti di sensori, le pulci Fritz dei computer o le pulci impiantate nel corpo umano, altereranno la frontiera tra vita pubblica e vita privata, riducendo l'individualità, la creatività e trasformando le società, con il controllo o e la manipolazione, in formicai. Gli individui potranno diventare sempre più legati e coesi gli uni agli altri, oppure vivere sempre più isolati, decerebrati e ipnotizzati. Chi gestirà questi nuovi mezzi potrà esercitare un potere assoluto dal quale è difficile scappare e che non si può rovesciare . Il progresso della neuroscienza, della nanoscienza e della genetica metteranno in discussione la nostra concezione di ciò che è umano e ciò che non lo è. Questo condurrà ai nuovi mezzi di influenzare o manipolare i pensieri ed i sentimenti degli altri esseri umani, a nostra insaputa.

Aurora boreale artificiale

Si verrà a creare un sistema di simbiosi tra uomo e macchina, con protesi che ci consentiranno di migliorare le nostre capacità di decisione e di analisi in situazioni complesse. Le macchine saranno in grado di analizzare, di comprendere ( comprensione dell’emergenza da parte dell’intelligenza artificiale ) e le reti avranno un’applicazione universale: sistema bancario, informazioni personali e notizie. Quando verranno applicate al settore civile, si predicherà che il loro scopo è di mantenere la pace e fare applicare la legge o garantire la sorveglianza.
I nuovi mezzi permetteranno a gruppi terrroristici molto ristretti, un piccolo manipolo di delinquenti, di creare dei disastri che sfioreranno la catastrofe . I sabotaggi ai sistemi di informazione e alle misure della difesa aumenteranno, tale che gli attacchi agli Stati diventeranno cronici e sempre più su larga scala. I sistemi di difesa aerospaziali di uno Stato saranno superati facilmente e su corte distanze, e da qualsiasi parte della terra potranno essere lanciate armi di distruzione di massa. Gli stabilimenti nucleari costruiti per far fronte al fabbisogno energetico, saranno poi oggetto di attentati di gruppi di terroristi che prenderanno così in ostaggio le vecchie superpotenze, che si avvieranno velocemente verso il declino.
Confusione, smarrimento, e perdita di fiducia nelle istituzioni pubbliche spingerà le persone a confidare nelle Organizzazioni Umanitarie che saranno viste come uno strumento di tutela. La paura della morte e della distruzione della propria società porteranno i popoli a rimettere completamente la loro vita nelle mani di capi politici.
Provate a mettete una banconta da 20€ nel micronde: toverete due microstrutture

Le guerre non saranno più sanguinarie , ma verranno combattute mediante degli sciami di microrobots, in grado di localizzare e di distruggere persone e stabilimenti con un impiego di soldati molto limitato. Si useranno dei fasci di energia, o degli agenti chimici o biologici concepiti per manipolare il cervello ed il sistema nervoso degli individui o di infliggere loro dei danni temporanei o permanenti. Così si potrà sottomettere uno Stato senza danneggiare le infrastrutture del nemico, proprio perché le popolazioni saranno completamente inermi.

Poiché il clima terrestre sta cambiando velocemente, le società più fragili non saranno capaci di adattarsi, conosceranno un collasso economico, saranno devastate dalle malattie infettive mentre si assisterà alle migrazioni massicce per i paesi vicini, mentre altre torneranno allo stato tribale perché non avranno proprio più una economia. La paura delle migrazioni spingerà i paesi ancora sani ad operare dei veri genocidi sulle popolazioni vicine, per semplice istinto di conservazione. Le riserve di acqua dolce diminuiranno, i raccolti distrutti provocheranno carestie, per sarà utilizzata l’acqua del mare mediante i processi di dissalazione.

Un futuro differente potrebbe profilarsi se queste tecnologie venissero sfruttate per dare un certo ordine e coerenza ai sistemi umani, ossia quelli sociali ed economici. Un sistema naturale, come quello umano, è caotico ma resistente agli shock e alle aggressioni, perché è vario, è dinamico: è difficile, infatti, anticipare la sua evoluzione. Ma i sistemi artificiali, come può essere Internet o il mercato finanziario, anche se sono agili e molto dinamici, nel tempo si rivelano fragili e vulnerabili, perché l’ordine li rende prevedibili. E così quando una società viene trasformata in un sistema organizzato ed ordinato, puntualmente al suo interno viene a crearsi una struttura gerarchica che rende i leader corrotti: è quello il punto debole. La società viene standardizzata, la varietà viene distrutta, e diventa così facilmente assoggettabile a qualsiasi tipo di controllo. La tecnologia ci renderà schiavi, ci ha già resi schiavi, e da questo non possiamo sfuggire, il sistema non può essere distrutto. Ed è questo ciò che i Lampari hanno progettato e tramato da più di secolo, è questo il “nuovo ordine mondiale” che bisogna temere. La Etleboro si sta battendo contro tutto ciò, e per questo ha realizzato la Tela, che è “la rivoluzione”, perché va a colpire il cuore del sistema.
La Tela, ossia un sistema informatico che non ha la struttura gerarchica e che rende tutti uguali, è una soluzione perchè se viene attaccata mai nessuno pagherà, e la cellula colpita potrà essere sempre aiutata. Essa è frutto di lunghi anni di ricerche e di studi, trovando negli scritti di Nicola Tesla la più grande fonte ispiratrice, e che hanno portato alla stesura di ben otto volumi in cui Michele Altamura ha descritto della Teoria del Crimine Invisibile .

23 maggio 2006

L'Indipendenza annunciata da un Banchiere


Il Montenegro dichiara la sua indipendenza dalla Serbia sulla base di un referendum che raggiunge un quorum pari al 56%, una percentuale che non può certo portare alla creazione di uno Stato, ma ad un conflitto perché è una dichiarazione di guerra vera e propria.

Per tale occasione il Presidente della Fondazione dei Rockfeller è in visita in questi giorni a Belgrado, per parlare al popolo serbo del suo futuro, che , stando alle sue parole riserverà grandi progressi e successi.
Il suo monologo, che egli chiama “un discorso critico di un amico dall’America” tenutosi due giorni prima l’indizione del referendum, è la prova concreta che il Governo di uno Stato, o il Presidente della Comunità Europea non hanno alcun potere e sottostanno ormai al dictat che gli viene imposto per ricatto. Hanno vestito di autorità le loro fondazioni e sono divenuti delle Istituzioni sovranazionali, in grado di minacciare uno Stato sovrano e dettare legge. Così il nostro magnate dà un disinteressato consiglio ai politici, dicendo che occorre parlare al popolo, facendo capire le questioni economiche che vi sono dietro, perché se la perdita del Kosovo per la Serbia serve ad entrare in Europa, e nel mercato unico dei capitali e delle merci, ben venga, allora non bisogna parlare di sacrificio ma del giusto evolversi degli eventi.

Parla al popolo serbo e già annuncia l’Indipendenza del Kosovo, che potrà ottenersi con la “collaborazione della comunità locale , tramite i dibattiti e conferenze organizzate dalle ONG”. Saranno quindi le Organizzazioni internazionali umanitarie a dettar legge, Organizzazioni come Transparency International, finanziate del FMI e dalla droga di Gorge Soros, mentre la classe politica e i servizi segreti, nonché le più alte Istituzioni, stanno a guardare, sono dei vigliacchi se anche loro hanno abbandonato il loro popolo sparando sugli innocenti. Anche gli albanesi del Montenegro vorranno l’Indipendenza, ma saranno le Fondazioni a chiederle con il ricatto, e a decretarle, Gjiukanovic infatti è stato costretto, perchè ricattato da ogni parte, non ha avuto scelta, ma chi si prostituisce così alla fine deve pagare sempre.David Rockefeller at U.S State Department

Le parole di questo più alto esponente della loggia degli Illuminati, non possono mai essere dette nell’interesse di nessun popolo, perchè nel loro continuo pellegrinaggio alle corti degli Stati hanno sempre seminato conflitti e odi, al solo fine di proteggere o incrementare i propri interessi, provocando scompiglio e disagio, e ognuno ha dovuto pagarne le conseguenze. Ovunque si sono estese le loro brame, la storia si ripetuta, e questi discorsi assomigliano a quelli tenuti in Italia in occasione di una loro visita. Fa parte dell’humor americano rubare e prendere tutto senza pagare?
Questi “lampari” non sono nessuno, non rappresentano nulla, prima di fare i pastori devono essere pecore e poi cani. Hanno distrutto l’Irak, sganciando armi chimiche sulla popolazione civile per “illuminare”, hanno sterminato il popolo indiano, commesso genocidi in Ruanda, in Africa, e in ogni parte del mondo che poteva essere asservita ai propri interessi.
Se uno Stato lascia parlare un componente della più potente Loggia massonica, che ha compiuto le atrocità più cruente verso l’Umanità, allora vuol dire che non esiste più lo Stato, e tutti noi abbiamo perso la sovranità della nostra esistenza, grazie ai nostri politici e ai media. Bruciamo i giornali e spegniamo la televisione, solo così potremo togliere ossigeno a questo sistema.
Non esistono i terroristi, perché il male dell’Umanità sono loro, hanno tessuto le trame delle più atroci guerre della storia. Se una parte del mondo della scienza ha partecipato attivamente alla politica nazista, l’altra parte, costituita essenzialmente dagli Illuminati, i Banchieri della Federal Reserve, ha reso tutto possibile. Hanno ideato la filosofia nazista, fomentando odi e malcontenti nella Germania distrutta dalla prima guerra mondiale, hanno finanziato e sostenuto il piano di invasione e di conquista di Hitler, per poi abbandonarlo al suo destino. Il loro profeta è diventato ebreo sostituendo al giudaismo una religione propria, si è servito degli odi antisemiti, esasperandoli e rivolgendoli contro il popolo ebreo, per impossessarsi di tutte sue le ricchezze . Allora sarebbe interessante sapere i nomi degli Ebrei che sono stati uccisi, dato che sono stati accuratamente selezionati per un motivo ben preciso. Stabilirono allora come controvalore della moneta non l’oro ma l’Energia, costruendo tutta la loro ricchezza sui brevetti delle invenzioni di Tesla. Oggi si sta riproponendo infatti lo stesso contesto della seconda guerra mondiale, in quanto stanno perdendo il controllo sul mercato dell’Energia e il dollaro sta subendo un’incredibile svalutazione che porterà la più grande recessione del mercato Americano.
E così il mercato delle merci, il controllo dei traffici e dunque i grandi corridoi hanno una valenza strategica, rappresentano il fulcro su cui far leva per imporre un nuovo ordine mondiale. La venuta dei Rockfeller in Serbia è dovuta esclusivamente al fatto che i Balcani rappresentano il crocevia dei Corridoi che collegano l’Europa con l’Oriente, con la Russia e la Cina.

Dietro lo sterminio perpetuato da Hitler vi sono i grandi interessi dei Banchieri, che con un etnocidio globale hanno ucciso miliardi di persone: dietro ogni fallimento economico aziendale esiste una banca, dietro un atto criminale esiste la precarietà finanziaria e malessere sociale, dietro il ricatto e la distruzione di uno Stato esiste un Tribunale Internazionale, o delle Organizzazioni Umanitarie. Quello che in America e negli alti paesi occidentali è definita consulenza, in paesi poveri e non allineati diventa corruzione e un ottimo pretesto per tenere per la gola un gruppo di piccoli uomini che vendono il paese che governano. Hanno parlato di Milosevic come di un macellaio, ma tutte le accuse sono state fatte portate avanti per gruppi di persone morte in un conflitto tra etnie che si perpetua da secoli, e ascoltando i nastri o i verbali del processo si intende chiaramente che è stata tutta una messa in scena. Ma almeno il Presidente Milosevic ha difeso fino allo stremo delle forze il suo popolo, come fa un Uomo, a differenza di altri Statisti che sganciano bombe su una popolazione inerme. In Italia, in Europa o in America, la gente muore in milioni; droga, omicidi, suicidi, cancro, inquinamento, mietono vittime ogni giorno, senza che esista alcun fanatico nazista che vuole invadere gli Stati con un esercito. La parola “nazista” significa nazionalista, per cui dovremmo definire nazista ogni persona che si associa sotto un unico credo. Se durante una partita di calcio le persone uccidono perché tifano per la loro squadra, allora è giusto accusare di nazismo gli inglesi che uccisero 60 italiani durante la partita di calcio Juventus- Liverpool: tutti i giornali e la BBC focalizzarono l’attenzione sul crollo dello stadio, ma in realtà morirono per asfissia.

Il loro progetto è pianificato in maniera scientifica sotto ogni aspetto e nulla è lasciato al caso. Hanno ormai stabilito di impossessarsi dei corridoi e controllare ogni singolo Tir che trasporta beni e materie prime, e di fondare un sistema monetario internazionale completamente elettronico, perché la carta stampata non avrà più valore, per cui l’autostrada su cui far viaggiare la rete interbancaria è l’Etere. La Vodafone sta infatti acquisendo con grande aggressività l’intero mercato delle telecomunicazioni, di tutti i mezzi che viaggiano nell’Etere, si sta impossessando dell’Aria.
Tra poco meno di due o tre anni, tutte le informazioni, le transazioni e i documenti identificativi saranno virtualizzati , e saranno gestiti da ognuno di noi mediante un unico palmare in ogni parte del mondo, sempre che questa parte del mondo abbia l’accesso alla rete e sia servita dell’infrastruttura necessaria. E così la Vodafone, un’unica Entità Economica potrà togliere la vita ad uno Stato semplicemente chiudendole l’accesso alla rete, ognuno di noi potrebbe diventare “Nessuno” se non ha la copertura delle comunicazioni. Il sistema è già sperimentato e ben collaudato in ogni aspetto giuridico-economico, le leggi di regolamentazione del mercato delle telecomunicazioni sono già state redatte, in molti casi sono state approvate, gli Stati hanno già ricevute le direttive a cui apporre una semplice ratifica.
Questo spiega il perché la Francia sta costruendo un proprio motore di ricerca, un proprio sistema in cui incanalare e gestire le informazioni, perché è nell’elaborazione e nella classificazione delle informazioni che risiede il potere, e l’indipendenza. Tutto questo deve far dunque capire perché è importante costruire la Tela, e dare ad ogni comune, ad ogni regione e al nostro Paese una rete propria per l’indicizzazione e la classificazione delle informazioni delle nostre imprese, del nostro territorio, della nostra comunità.

Il sistema è sicuramente ben congeniato, ma noi siamo milioni, e basta una sola persona per farlo cadere.

22 maggio 2006

Quando gli Illuminati accendevano le lampade


Vi abbiamo parlato spesso di scienza negata, di una verità che ci nascondono per opprimere e distruggere il pensiero degli uomini. La Etleboro dopo lunghe ricerche ha portato alla luce la vera scienza, e con il tempo la offriremo a voi tutti spiegandovi che dietro alle scoperte del XX secolo vi è un unico uomo: Nicola Tesla. Non a caso il nostro logo ha un significato scientifico tratto da manoscritti inediti di Tesla che lo scienziato serbo ha lasciato all’Umanità.
Suo padre era serbo, un sacerdote ortodosso, e solo perché viveva nella parte croata venne considerato da tutti croato, dopo che, durante la guerra, tutte le sue statue sono state distrutte.
Tesla era un Uomo di Scienza, ha donato la sua Intelligenza per il bene dell’Umanità, per liberarla dal male e migliorare le condizioni di vita di tutti noi , e non per accumulare soldi, potere o successo personale. Ha ideato durante i suoi anni di studi e ricerche, circa 700 brevetti, a lui si devono tutte le invenzioni che hanno portato il progresso dell’uomo in questo secolo, la radio, la lampadina, la corrente alternata, il motore, il telegrafo, il radar, nel 1900 ha ideato la comunicazione Wireless, ma soprattutto ha scoperto la Energia del Cosmo. Invitiamo tutti a conoscere la sua storia, scrivendo il suo nome sul motore di ricerca, ne rimarrete affascinati e straniti per la sua grande creatività e genialità, per la sua Intelligenza che sembra non essere di questo mondo. Egli è stato il primo uomo a ricevere un segnale dallo spazio e a sostenere che esiste un’ energia cosmica, la sua mente era in grado di elaborare informazioni, creare e visualizzare i suoi progetti senza fare ricorso a disegni, modelli o a tentativi di sperimentazione. Poteva creare delle invenzioni nella sua mente, con l'immagine davanti a sé, riuscendo a valutare anche le eventuali modifiche che erano necessarie, le misure dei componenti di ogni singolo progetto, dopodiché spiegava ai suoi collaboratori come procedere, senza alcun margine d’errore.

Le sue scoperte furono rubate dai Baroni Ladroni, che si autodefinirono Illuminati perché vendevano carbone e illuminavano le prime case con fiaccole a gas. Illustri magnati come Edison e Rockfeller, costruirono il loro impero creando un’associazione tra una Banca e una società di Elettricità tramite la compravendita di brevetti, per cui le loro grandi ricchezze e il loro potere provenivano da un unico progetto. Molti parlano di governi globali di Satana, altri sostengono che viviamo in società rettiliane, ma in realtà , tutti questi personaggi sono dei poveri illusi, perché l’unica verità è che un gruppo di uomini, per sete di denaro e di potere, ha rubato le scoperte di Tesla e le ha utilizzate non per il bene dell’Umanità, ma per interessi materialistici.

Fece parte del laboratorio di ricerche di Edison, le cui ricerche, sebbene non erano molto brillanti avevano un grande seguito nel mondo scientifico; durante quegli anni non solo non gli fu riconosciuto alcun merito, ma le sue prestazioni non furono mai remunerate. Per alcuni anni accolse nel suo laboratorio Guglielmo Marconi, a cui mostrò tutte le sue teorie e le sue scoperte, che lo scienziato italiano utilizzò poi perfezionandole con le sue invenzioni, ricorrendo a ben 17 brevetti di Tesla. È noto e documentato con brevetti registrati, (U.S. patents #645,76 e #649,621), che fu Tesla a lavorare per primo con le onde elettromagnetiche radio, e realizzò persino un disegno. Solo nel giugno del 1943, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha riconosciuto che Tesla aveva per primo inventato la radio. Il contributo di Tesla è stato fondamentale anche nell’invenzione del radar, egli infatti ipotizzava un congegno per individuare delle navi inviando segnali, onde radio ad alta frequenza. Fu poi il Marconi a sviluppare questo concetto, attuando questa idea e realizzando il collegamento radiotelegrafico fra l'Elettra ed il radiofaro di Sestri Levante.
E' sempre stato molto schivo verso i riconoscimenti accademici e coerente con se stesso; rifiutò in fatti due premi Nobel: nel 1912, quello per la Fisica, per non averlo ricevuto nel 1909, al posto di Marconi, e nel 1915, perchè avrebbe dovuto condividerlo con Edison.
Tesla donò tutti i suoi brevetti all’umanità, perché egli riteneva che se la Scienza produce per ottenere del denaro, va contro la natura dell’uomo e tutti ne risentiranno, perché per denaro si è disposti a fare di tutto. Il mondo della Scienza si appropriò delle sue geniali, senza capire all’inizio il loro significato profondo, e quando successivamente capirono quanto grande fosse la scoperta di Tesla elaborano il segreto Cosmico nel 1950. Kennedy, Reagan e gli altri Presidenti Americani volevano sviluppare quella Teoria, ma i petrolieri e i Banchieri della Federal Riserve, il cui profeta è il Barone Rotshildt, impedirono che venisse poi realizzata. Tutto il suo lavoro fu dichiarato Top Secret dall’FBI, dalla marina militare e dal vicepresidente: dietro tutto questo vi sono sempre loro che hanno derubato l’Umanità della scienza e della verità, donandoci poi profeti e predicatori.
I Banchieri, che ne hanno fatto della massoneria uno stile e una filosofia di vita, vogliono compiere ora un salto di qualità, vogliono distruggere l’Onu, perché gli uomini che lo compongono sono stati corrotti e coinvolti in truffe che hanno portato alla rovina intere popolazioni. Tutti gli Stati oggi stanno arricchendo uranio, e investendo grosse risorse nel nucleare, senza tuttavia spiegare il motivo di tutto questo, quindi qualcosa ci stanno nascondendo.

Oggi è in atto una guerra che va ben al di là del conflitto di civiltà. Da una vi è il Vaticano e l’Opus Dei, che altro non è che un’Entità economica, basata su traffici e sulla credenza che il loro dio sia scritto nella Bibbia, mentre dall’altra parte esiste la massoneria, ossia coloro che tentato di screditare la religione cristiana, e demonizzare la Chiesa. In altre parole non vogliono più farci credere che Jesus sia sceso sulla terra, cancellando la natura divina di Cristo, e non a caso il film “Codice da Vinci” è un film tecnico, come tecnica è la National Geografic, che ha dichiarato che Jesus camminò sull’acqua e non sul ghiaccio. Vogliono farci capire che siamo giunti ad un nuovo credo, cancellando quanto i nostri padri ci hanno tramandato da generazione in generazione. Gli uomini e le religioni hanno costruito tanti dei, ma in realtà noi abbiamo un unico sole. Il biglietto da un dollaro porta l’iscrizione “In God we trust”, Crediamo in Dio, ma sicuramente non nel Dio degli uomini: il Dio degli Illuminati, è l’Oro, la droga, il Petrolio. La rete è affollata di siti che millantano la Storia dei Rothschild, ma bisogna prestare molta attenzione perché in fondo anche questo tipo di racconti esoterici sono messi in circolazione e sono finanziati da loro stessi per creare confusione e imbrogliare le persone, che perdono così la voglia di combattere e di non arrendersi mai.

21 maggio 2006

Ad Ugo Gaudenzi, un uomo che non si è allineato ai poteri forti!

Caro Ugo, Michele Altamura - Ugo Gaudenzi

volevo ringraziarti pubblicamente per la tua visita qui a Banja Luka, non è da tutti spostarsi e venire fin qui, allora da un piccolo blog la gente può davvero vederci e capire quello che cerchiamo di dire. Molti hanno scritto per fare i complimenti, altri ci hanno inviato consigli e proposte, ma tu hai fatto molto di più, la tua visita ci ha onorato e ci ha dato coraggio.
Oggi che non esiste più la destra e la sinistra, non esistono più i politici, non esistono più quei valori per cui i nostri antenati hanno combattuto, quelle istituzioni che dovevano garantire i nostri diritti, si sono resi tutti complici delle banche e degli egoismi.
Tanto rumore sta facendo la Etleboro, ci accusano di essere Fascisti, Comunisti, Nazisti, nazimaoisti, e tra poco anche terroristi. Ebbene, uno dei più importanti siti della resistenza irakena annuncerà pubblicamente, che darà alla Etleboro tutto il suo supporto e le prove da loro prodotte contro i nemici del popolo musulmano, ortodosso e cattolico. Spiegheranno a tutti i Mujadjin che hanno combattuto in Bosnia, ai quali ora il Governo bosniaco nega la cittadinanza, e sono venuti da tutto il mondo nei balcani in aiuto dei fratelli musulmani, che in realtà sono stati manipolati e raggirati, e , credendo di combattere per la loro patria, sono morti invano per i Banchieri.
Noi siamo onorati di essere tutto questo perché così almeno i nostri politici cominceranno a parlare di loro. Non preoccuparti di tutto questo perché molti sono rimasti ancora nell’età della pietra, hanno le allucinazioni, creano delle finzioni mediatiche, una nuova realtà che diventa la verità di tutti, e così provocano il crollo sociale.
Stanno distruggendo il nostro pensiero, la nostra creatività che è l’unica fonte dello sviluppo e dell’evoluzione dell’uomo, per far posto alle banalità, al bombardamento mediatico che istupidisce le nostre intelligenze.
Non basterebbero carceri per contenere questa gente, non basterebbero aule di tribunale, e se tutti prendessero coscienza di ciò, diventeremmo tutti dei kamikaze. Ma in questo noi siamo dei rivoluzionari, perché amiamo il nostro amico e il nostro nemico, perché riteniamo tutti uguali e sovrani della propria esistenza, perché combattiamo la manipolazione delle informazioni.

Giorno dopo giorno, aumenta sempre più il sostegno dei cittadini e delle imprese che finanziano la Etleboro, perché hanno capito che le nostre ricerche e le nostre intelligenze vengono messe a disposizione della comunità umana.
La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo
il miglioramento delle condizioni dell' umanità” ( Nikola Tesla- scienziato serbo) .
Noi offriamo le nostre idee, i nostri progetti e le nostre scoperte a tutti, per sostenere e difendere il popolo, le imprese e i cittadini nel loro vivere quotidiano. Il concetto della Tela salverà tutti noi dall'egoismo che distrugge la nostra umanità: una rete fondata non su una struttura gerarchica, ma sulla sovranità di ciascun individuo e ispirata da un concetto etico, diventerà le fondamenta di una nuova società. Non lottiamo questa guerra per ambizioni personali e egoistiche, per denaro o per potere, ma per il successo, che è soprattutto la condivisione e il trasferimento dei propri risultati e delle proprie conquiste agli altri. È questo lo scopo dell’Uomo di Scienza, "il suo dovere è fissare i principi fondamentali per quelli destinati a venire dopo per indicare loro la strada".

Grazie dunque per averci dato spazio, grazie per aver capito, grazie per averci ascoltato.
Ci auguriamo dunque che tutte le nostre intelligenze si uniscano, in un unico punto e creino il primo movimento della Scienza e della Intelligenza, perché la politica è finita, sarà presto travolta da scandali e cicloni dalla immensa forza distruttiva. I nostri politici e le Istituzioni saranno sostituite dalle Associazioni, dalle fondazioni, da nuovi predicatori che legittimeranno così il genocidio della sovranità popolare. Per tale motivo noi non sentiamo di appartenere a questo mondo, e la nostra speranza in un futuro sostenibile e migliore risiede nell’unione delle menti, libere e indipendenti dalle finzioni e dalle falsità di questa realtà.
Etleboro

20 maggio 2006

Il ritorno di Roberto Calvi


Conclusosi il voto alla fiducia al governo in Senato, Prodi, nelle sue vesti di premier, non ha perso altro tempo e ha annunciato il ritiro perentorio delle truppe dall’Iraq, ma in tempi molto più brevi di quanto non avesse deciso la CdL. Allo stesso tempo, l’ONU chiede agli Stati Uniti di chiudere il carcere di Guantanamo e tutte le prigioni segrete e illegali, mentre il segretario generale, Cofi Annan in visita in Cina, dichiara una pronta collaborazione con il governo Cinese.
Non bisogna tuttavia lasciarsi ingannare da questo clima di distensione e tranquillità: questa è la pace che prelude la guerra, è il ricatto del Kuwait Gate che incombe sulla politica internazionale.

Ognuno di essi ha uno scheletro nell’armadio di miliardi di dollari riciclati da Clearstream, sono tutti ricattati, ormai la politica non è altro che un vespaio, nasconde solo corruzione e gravi omissioni. Chi controlla la regia di questo risiko diabolico, è la medesima Entità che ha derubato il Kuwait e schiavizzato il popolo Irakeno: i ladroni sono diventati le istituzioni e i giudici dei loro vassalli, che diventano dunque capri espiatori e ottimi servi.
Dietro a tutto questo si nasconde, signori, la più grande consorteria massonica, la “Bridge Forum Dialogue”, considerata associazione intellettuale culturale, ma composta dalle più grandi cariche delle istituzioni sovranazionali europee: il presidente è il governatore della Banca Centrale del Lussemburgo, il vice presidente è il Presidente della Corte di Giustizia Europea, e accanto a loro il Presidente della Corte dei Conti Europea, il Presidente della European Investment Bank, il presidente della Federazione di Borse Valori Euronext.
Tra i membri figura anche il Presidente Onorario della Clerastream, la società di tesoreria accentrata delle banche europee: Clearstream è massoneria pura, è il braccio esecutivo e la cassaforte dei conti correnti del riciclaggio internazionale.Il suo nome ricorre ovunque vi siano scandali e corruzioni, uscendo sempre illesa da ognuno di essi ma con una schiera di vittime alle spalle.

Pochi anni fa, in seguito alle indagini effettuate dall’OLAF, venne colpito da uno scandalo di corruzione l’Eurostat, e in particolare due alti funzionari dell’Istituto Statistico Europeo, accusati di aver distratto e deviato 900 000 € dai fondi europei. Quello che sfuggì agli investigatori in quell’occasione fu il fatto che l’operazione dei due funzionari in realtà copriva la corruzione dell’Eurostat che, mediante la creazione di società off-shore a cui attribuire i finanziamenti provenienti dall’istituto stesso, trasferiva e deviava i fondi con il benestare della Banca del Lussemburgo. I tentacoli dell’Olaf, che riceveva fondi e finanziamenti dalla Bridge Global Forum, sono giunti un po’ ovunque, infiltrandosi in altri scandali, accusando singoli faccendieri e gettando una nube sulle vere truffe che le operazioni nascondevano. I due funzionari inquisiti erano anch’essi membri del Bridge Global Forum, e , non a caso uscirono illesi da quel grande scandalo che li aveva colpiti, senza che venne coinvolto l’Istituto statistico e la Banca del Lussemburgo, che anche il quel caso fece ricorse ai canali interbancari della Clearstream.
Questa Stanza di compensazione internazionale, protetta dalle leggi di del Lussemburgo sulla segretezza delle tecniche bancarie, è collegata ad uno dei misteri Italiani tutt’ora irrisolti, l’Omicidio Calvi, che presenta dunque forti correlazioni con le logge Massoniche. La Clearstream consentì i trasferimenti di denaro del Banco Ambrosiano in una banca a Contras in Nicaragua, e a Solidarnosc in Polonia, stando alle dichiarazioni di un suo ex-dipendente, Ernest Backes, che dichiarò di essere stato licenziato per aver visto troppo. Nel 1990, i conti del Banco Ambrosiano superavano le attività di oltre il 50% . Il Banco Ambrosiano allora riciclava i soldi della droga e della dei traffici di armi per le mafie italiane e americane, e, negli anni ottanta i fondi del Vaticano. I direttori corrotti deviarono questi fondi in fondi banche fittizie (Banche Schermo) a conti di società personali solo di copertura residenti in Svizzera, Bahamas, Panama e gli altri porti lungo la costa. Banco Ambrosiano crollò nel 1982 con un deficit di più di $1 miliardo: qualcuno ha rubato i suoi soldi, o semplicemente di sono persi nelle rete telematiche della Clearstream.

Deve far riflettere a questo punto le parole di Christian Basano, che nel descrivere la morte accidentale dell’ex-agente della DTS che si era occupato dell’Affaire Ferrayé, Daniel Levavasseur, ha ricordato la morte di Calvi, impiccato sotto un ponte di Londra.
Il sistema di rapina delle Banche è stato così ben congeniato che ha sempre agito indisturbato durante più di 30 anni, e continuerà ancora a funzionare perché ancora una volta sono le tangentopoli a rappresentare l’unico vero scandalo.

19 maggio 2006

Dove sono i terroristi, le armi di distruzione e i soldi dell'Iraq?


La AFP ieri ha dichiarato che, l’11 Settembre, l’aereo sul pentagono non è mai caduto: un evento del tutto eccezionale considerando che dietro questo tipo di eventi esistono grandissimi interessi economici. Le guerre da sempre vengono combattute in altri paesi e non sul proprio territorio, l’11 settembre non è che un fatto eclatante che si è reso necessario per cambiare le regole del gioco e fissare un nuovo ordine.
Cos’è dunque il terrorismo se non uno strumento, come può esserlo il denaro, nelle mani delle Entità per controllare i popoli?
Nei Balcani gli Americani e gli Inglesi armarono un corpo come combattenti Islamici, in realtà erano fanatici manipolati dalle intelligence e utilizzati come arma; e infiltrati sono anche i personaggi che si fanno ambasciatori di pace, si dicono giornalisti o sono portavoce di Associazioni e Ong: sono delle talpe al servizio dei Padroni. Una volta che questi fantomatici terroristi hanno svolto la loro funzione, la Cia prende un aereo, fa un’azione antiterroristica e li arresta. Magari prima di atterrare a Guantanamo, li porta a fare una passeggiata a Madrid, o a Londra dove degli strani attentati spiazzano la classe politica al governo per far posto ad un’altra. Bisogna capire che dietro un attentato a Londra può nascondersi un servizio segreto di un paese europeo, che sottobanco finanzia un altro piccolo stato. Così per esempio i Croati possono fare un attentato a Londra per poi dare la colpa ai russi e compromettere le cooperazioni tra Russia e Inghilterra.

Quando le due torri vennero giù, il presidente Chirac subito si recò in America, ben sapendo che le attenzioni di Washington si sarebbero concentrate sull’Iraq, dove la Francia intratteneva dei grandi giri di Affari.
In seguito alla guerra nel Golfo, l’approvazione del programma ONU “Petrolio contro Cibo” aveva messo in moto un meccanismo di riciclaggio dei petrodollari dell’Iraq: i fondi ricavati dalla vendita controllata del greggio e pagati in danno al Kuwait, vennero deviati dalla Clearstream verso delle Banche schermo. Al programma “Cibo contro Petrolio” avevano partecipato più di 2000 imprese petrolifere, e tutti i fondi furono traferiti e deviati all’estero, mentre una parte di essa venne attribuita all’allora classe dirigente francese, che aveva contribuito alla truffa del Kuwait Gate. La Francia diventa il crocevia di questi trasferimenti di soldi, così come ottimo partner dell’Iraq tramite l’intermediazione di Legardere, padre del polo europeo della difesa.
Saddam possedeva dunque i tracciati di questi miliardi di investimenti, che venivano trasferiti alle imprese che partecipavano al programma "Cibo contro petrolio", e ai politici francesi, alimentando così i finanziamenti illeciti ai partiti. Dal canto suo, la Francia, nel 2003, concluse un gigantesco contratto di vendita di armi, con l’obiettivo di armare Saddam nel caso di un’invasione americana, che da lì a poco non sarebbe tardata a venire. Lagardere, che manteneva ottimi rapporti con Saddam, temeva che presto le pretese di una Lobby si sarebbero estese fino in Iraq, per accaparrarsi il business dell’industria francese delle armi e mettere le mani sul giro di riciclaggio dei petrodollari.
Raffick Hariri , primo ministro Libanese, era stato incaricato invece di trovare i fondi per le campagne presidenziali di Chirac in Arabia Saudita, Kuwait, Emirati Arabi Uniti, e insieme con Lahoud Imad , era contabile di questo enorme giro di soldi. Entrambi possedevano i numeri dei conti ed i nomi degli intermediari che hanno gestito le commissioni sulle vendite di armi, nonché le chiavi dei sistemi di finanziamenti occulti dei partiti politici francesi, tedeschi, russi, italiani, britannici, belgi, americani che sono collegati allo scandalo "Petrolio contro Cibo". Imad Lahoud presto viene messo sotto controllo dal DGSE, non perché accusato di far parte di Al Qaeda, ma perché possedeva l'elenco dei nomi delle persone, e avendo gestito i tracciati, poteva identificare e descrivere le trafile del denaro di "Petrolio contro Cibo", del Kuwait Gate, ed il bottino della prima guerra del Golfo.
Hariri viene rintracciato e ucciso, e la sua morte scatenò una destabilizzazione in Libano a causa delle minacce che dagli Stati Uniti e dall’Onu vennero dirette alla vicina Siria, come responsabile dell’attentato. La commissione ONU istituita aveva dunque come principale obiettivo quello di gettare ombra sull’accaduto, per proteggere la posizione del segretario generale delle Nazioni unite, Kofi Annan, che tramite suo figlio era direttamente implicato nello scandalo "Petrolio contro Cibo". Anche allora la realtà dei fatti venne stravolta inculcando la pista siriana, e guarda caso, il Procuratore dell’Aja , Carla del Ponte, ben pensò di proporre un suo amico, Detlev Mehlis, a capo di quella commissione dell'ONU.
Hariri viene ucciso, mentre Saddam viene catturato e i suoi figli subito uccisi.
Hanno inscenato un grande spettacolo per la cattura di Saddam, al solo fine ridicolarizzarlo di far sembrare che si trovasse, come un ladro, nascosto in un bunker, mentre noi crediamo che lui stesso si sia consegnato 15 giorni prima. Saddam era pericoloso perché conosceva i tracciati e aveva così in pugno la Francia.Ora un altro processo è in corso, altri genocidi e altri crimini contro l’umanità, dinanzi ad un tribunale che per molte cose ricorda quello dell’Aja, ma nessun tribunale processerà mai l’Etnocidio del popolo irakeno!

E così noi adesso ancora cerchiamo le armi di distruzione di massa, i terroristi e Bin Laden.
L’intero giro di potere, corruzione e guerra si basa infatti su un sistema finanziario che è elettronico, che gira su dei computer: moneta, mutui e debiti sono solo cifre su un computer, sono dei bit. Uomini combattono altri uomini senza sapere per cosa lottano, senza sapere che dietro a tutto questo, vi sono dei computer che elaborano cifre. È questa la battaglia che noi facciamo, gli scandali e tutto il resto non ci porteranno mai a nulla, perché il male non sarà sconfitto.
Occorre invece che venga istituito un codice autostradale, un codice per le informazioni e un codice informatico garantito dalle università e dai centri di ricerca. Come è possibile che le industrie informatiche producano programmi sapendo poi le chiavi di accesso?Se noi abbiamo pochi linguaggi, come PHP o oracle ecc , e le industrie possiedono i codici di accesso, chi garantisce la sicurezza delle piattaforme su cui lavoriamo, o dei nostri conti correnti bancari. Il male non è Saddam, ma sono quei maledetti computer e coloro che li manovrano. Ma noi chi stiamo cercando davvero? Noi tutti stiamo cercando quei computer, che compiono un reato che non esiste per un crimine invisibile.