Motore di ricerca

30 settembre 2006

La parola agli Imprenditori della Tela

Lorenzo de Curtis è un piccolo imprenditore che ha deciso di intraprendere l'esperienza della Tela, per cercare la collaborazione con le imprese e la condivisione delle conoscenze. Ha rilasciato per la Etleboro un'intervista nella quale senz'altro ha lanciato un messaggio agli imprenditori che, in balìa del libero mercato, vogliono trovare la loro dimensione e la loro competitività senza perdere la propria identità.



D: Di cosa si occupa la sua attività imprenditoriale?
Lorenzo de Curtis
R: la mia piccola azienda (ora siamo in sette ma eravamo arrivati a venti nel 1995) è stata da me fondata nel 1989 e produce tastiere a membrana, un prodotto di nicchia del settore elettronico. Il procedimento ha come fulcro il processo serigrafico ma gestiamo anche la progettazione fino alla lavorazione meccanica e l’assemblaggio definitivo dei prodotti.
Negli ultimo anni ho iniziato a studiare tutto ciò che riguarda l’energia con discreti risultati concreti.
Grazie ad Etleboro, che mi ha dato la spinta finale, ho iniziato la sperimentazione e la produzione della cella di joe. Ho iniziato gli studi sulla cella da tre anni seguendo gli articoli trovati su Nexus, ed ora ho già qualche apprezzabile risultato.
Nel 1995 ho iniziato una feroce battaglia fiscale basata sulla dichiarata, attraverso la stampa ufficiale, disobbedienza civile. Il nocciolo della lotta è il dichiarare, rispettando le ingiuste e assurde leggi, le tasse da pagare e poi non pagarle dichiarandolo.
Questo mi ha portato a scoprire molte cose come per esempio un discreto numero di leggi che tutelano il cittadino ma al quale, tutti, compresi anche i commercialisti, le nascondono.
Ho anche con l’occasione studiato la nostra costituzione italiana la quale, fondamentalmente, è un documento a mio avviso perfetto e scritto da gente di buona volontà. Se si fosse seguita questa guida legislativa senza tutti gli inciuci e criminose maialate fatti ad arte in seguito, potremmo ora quasi aver realizzato un'altra età dell’oro.

D: Come ha conosciuto la Etleboro e cosa l'ha spinto a mettersi in contatto con lei?

R: quando ho letto i primi articoli di Etleboro ho sentito subito una forte empatia. E’ stata una forte emozione credo al limite della commozione in quanto percepivo dietro a quelle righe un gruppo di persone mosse dall’amore verso il giusto, l’efficienza e la bellezza e mi sono sentito un po’ meno solo. Persone fiere di essere esseri umani a caccia di liberta e autonomia personale basate sul rispetto verso gli altri e verso questa povera terra martoriata. Inoltre vedere Tesla a me fa sentire sempre i brividi in quanto io vivo spesso nel suo mondo e cerco di capire il suo pensiero.


SegnoD: Lei, in qualità di imprenditore, perché ha deciso di aderire alla Tela?

R: la tela e iniziative simili, sono forse l’unica speranza per la gente di buona volontà.
Come spiegavo sopra, al primo punto di questa intervista, nel 1995 e nel pieno sviluppo della mia piccola azienda, ho scoperto quanto marciume, legato al sistema fiscale, bancario e statale, che sono tutti collusi in una grande associazione a delinquere, c’è in giro e col quale una azienda è costretta a collaborare se vuole vivere. Non accettando questa situazione, a malincuore, in quanto amo tantissimo il mio lavoro, ho deciso di ridurre al minimo e di iniziare la lotta.
Pertanto, sia per vivere e forse riprendere lo sviluppo ma anche per continuare la lotta, la tela mi sembra un supporto indispensabile.

D: Crede che questo progetto costituirà un valido strumento per le imprese?

R: credo che se si continua con lo spirito che ci si è proposti, se si rimane flessibili per eventuali modifiche eventuali necessarie scoperte in corso d’opera e si guarda spietatamente alla concretezza e non alle fumose e sterili discussioni, la cosa sarà un valido strumento per le aziende che potrebbero veramente fiorire anche solo per una sana sinergia.

D: Gli imprenditori si sentono abbandonati, e dunque cosa cercando che non trovano nelle istituzioni?

R: dire che gli imprenditori si sentono abbandonati la considero quasi una eresia in quanto è tutto molto peggio. Gli imprenditori si devono costantemente difendere dagli attacchi della prima menzionata associazione a delinquere.
Se gli imprenditori non si cautelano giorno per giorno da questa banda di criminali, chiudono in poche settimane. La pressione e la concorrenza della altre aziende sono diventate oramai particolari quasi irrilevanti rispetto alle azioni distruttive delle istituzioni.

D: Condividere le esperienze e cercare lo scambio di informazioni e risorse può secondo lei aiutare la sperimentazione delle piccole imprese, o renderle più forti?

R: assolutamente si. Considerando quanto scritto prima, credo che nella sinergia vi sia il 70% delle possibilità di sopravvivenza e di crescita. A volte ci sono studi e sperimentasioni che arrivano molto avanti e si bloccano per una sciocchezza, pertanto, la probabilità di successo aumenta in maniera esponenziale in funzione del numero di cervelli che collaborano positivamente alle cose.


D: Che prospettive lei vede per l'imprenditoria italiana?

R: la mia visione è profondamente macabra. Qui vanno avanti, per ora, solo le aziende marce legate all’ associazione a delinquere. Vanno forte, anzi fortissimo, per esempio quelle aziende che stanno mettendo a punto i sofisticati sistemi di controllo che il sistema bancario intende usare in futuro basato sulla tecnologia del trasponder, oppure quelle aziende che si occupano di transgenico o nanotecnologia.
Anche le aziende che garantiscono il divertimento attraverso la perversione non stanno male. Tutti gli altri, che garantiscono qualcosa di sano e indispensabile, subiscono in continuazione attacchi feroci.

D:Vuole aggiungere qualcos'altro?

R: ci sarebbe tanto ancora da dire ma il tempo vola. Vorrei solo aggiungere che dobbiamo continuare ad avere il coraggio e la costanza di trovarci, riconoscerci e conoscerci e puntare a sviluppare i punti positivi che abbiamo in comune.
Dobbiamo ferocemente continuare a dire quello che ci sentiamo di dire in quanto ho visto, attraverso la mia battaglia fiscale, che l’attacco è spesso la miglior difesa e noi dobbiamo difenderci da questi brigantelli, anche un po’ assassini quando serve,
e sparargli in faccia la verità, nella giusta maniera e con il massimo di ironia. Per loro questo è un attacco irresistibile. Credo comunque che verranno schiacciati a breve.

29 settembre 2006

Le armi segrete dei Mullah

Le testate internazionali stanno diffondendo in questi giorni la notizia che l'Iran si stia preparando a sospendere l'arricchimento dell'uranio per trovare un accordo con l'Europa. Arrivano tuttavia delle smentite dal regime dei mullah, che sta cercando in ogni modo di fermare la disinformazione delle testate occidentali volte a sabotare la sua politica diplomatica e a rendere debole il governo dinanzi al suo popolo. La sospensione dell'arricchimento sarebbe la confessione di una disfatta del gioco politico dei mullah e la prova che temono le sanzioni della comunità internazionale. Il segreto che hanno voluto svelare, sarebbe che il governo nasconde la sconfitta all'opinione pubblica iraniana, che il regime in fin dei conti è fragile. L'Iran in realtà si sta sforzando per governare e gestire l'informazione proveniente dalle testate occidentali e di informare gli iraniani sui suoi successi diplomatici, in modo che non si convincano che il Paese sia stato già condannato all'isolamento e la guerra certa. Già nei mesi scorsi si è duramente scontrato contro il grande Network della CNN, che giocando sporco aveva stravolto la dichiarazione di Ahmadinejead nel tradurre le sue parole:la CNN allora chiese scusa dopo che il governo censurò le sue trasmissioni. La guerra diplomatica è anche il controllo e l'abile gestione dell'informazione, che se non viene accuratamente controllata rischia di creare i genocidi, i crimini contro l'umanità e le guerriglie che non esistono. Questo lo sa bene anche Putin che si guarda bene dal rilasciare dichiarazioni ai network occidentali.
Le nuove armi del regime dei mullah sono sempre, l'intimidazione, la disinformazione e la propaganda, i messaggi sono subliminali e anche molto pericolosi, e per tale motivo vengono occultati dai nostri mezzi di informazione. Il cacciabombardiere che percorre centinaia di chilometri per colpire poi con precisione spietata è l'arma di cui ha bisogno il popolo iraniano per sentirsi al sicuro, per riporre una qualche fiducia nella difesa del suo stato.

L'arma di cui il regime dei mollah è in possesso è sicuramente pericolosa ed esistente, deriva direttamente dalle ricerche di Tesla, ma dato che non può essere rivelata, il regime parla per metafore e mostra tante piccole scoperte per far in modo che il nemico capisca il quadro di insieme. Chi sa, sicuramente capirà, e ciò potrebbe spiegare il perché l'America non è riuscita ancora a sferrare un attacco, o perché Israele si è gelata prima di intraprendere la sua politica aggressiva. La Russia è al fianco dell'Iran, e questo lo si capisce dalle sue tecnologie, dalla propaganda, dalle parole di Ahmadinejad sull'olocausto.
Tra le nuove tecnologie, prima tra tutte va rilevata il "motore al plasma e ad esplosione", che sarà guidato dal satellite, così come i missili sono guidati dai laser, preparando anche una missione spaziale abitato. Il motore al plasma presenta ancora molte imperfezioni, in quanto l'energia che sprigiona non viene ancora ben gestita dall'automobile, per cui esplode una volta giusto ad un punto critico. Tuttavia, la sua scoperta rappresenta in ogni caso un chiaro segno evidente che sulla nuova fonte di energia i popoli e i governi scommettono per ottenere la libertà, per avere l'indipendenza e l'autonomia dalle lobbies. L'Iran probabilmente ha deciso di dire no all'oro nero in quanto lo condiziona e porta dentro le mura la guerra e la corruzione. Per tale motivo, fa sapere al mondo che sta cercando di fare la rivoluzione della free energy, prima ancora del diritto all'esistenza tranquilla e pacifica con altri Stati.

Le ricerche scientifiche spaziano infatti dalla ricerca militare, a quella dei trasporti, fino alla medicina. La chiave di tutto è proprio il nucleare, perché l'Iran vuole il nucleare non per fare la fissione, ma la fusione, l'acqua pesante, la e-bombe.
In particolare, la fabbrica di produzione di acqua Pesante, un'acqua dotata di proprietà miracolose ed insospettate. Quest' "acqua" non offre nessuno interesse al livello militare ma solo a livello scientifico e medico. L'acqua pesante, secondo alcuni ricercatori, serve a guarire dal cancro, l'AIDS, che da alcuni messi a questa parte si è diffusa a macchia d'olio nonostante non sia mai esistita come malattia.

Ancora l'Iram, annuncia di avere condotto delle ricerche sulla fusione nucleare, e ciò che più di tutto ha scosso di questa dichiarazione è il fatto che non si tratta di una scoperta dell''AIEA o di un servizio di spionaggio ma di un annuncio ufficiale. Probabilmente è lei la vera energia nucleare che l'Iran sta tentando di fare ma non riesce a causa proprio delle diverse difficoltà che da ogni parte arrivano e porteranno un Paese in guerra.
Infine l'Iran dichiara di possedere un'arma elettromagnetica che può consentire di resistere ad un attacco di questo tipo contro le sue installazioni militari, perché neutralizza e rende il nemico inerme in quanto, oggi, si può distruggere una persona con la semplice persuasione di aver perso. Già la portaerei "La Charles-di-Gaulle", in partenza per il Golfo Persico, è già in grado di lanciare un attacco a " impulso elettromagnetico" .
Quella che tutti credono una semplice follia è in realtà la verità, perché le bombe elettroniche esistono a tutti gli effetti: l'impulso, ovunque viaggerà, manderà in crash ogni strumento elettronico alla sua attivazione. Molto probabilmente è stata già utilizzata, provocando forse la dura reazione di Israele, che forse sarà stata colpita in qualche centro logistico nevralgico.
Si distruggeranno sempre così i nemici, neutralizzando i suoi radar, i suoi terminali che gestiscono il traffico aereo, i computer e i calcolatori che immagazzinano i dati o compiono operazioni finanziarie. Una guerra del genere provoca danni ben più ingenti di una semplice guerra di missili e attentati: questa guerra può distruggere un'intera economia in pochi istanti, soprattutto se si tratta di economie fortemente telematizzate e dipendenti dai sistemi elettronici in tutto e per tutto. Quest'arma è nata per colpire l'occidente e ora è stata sviluppata dalla Russia e dalla Francia, i due alleati in incogniro dell'Iran, e poi concessa ai Mullah per giocare su di lei la partita diplomatica della guerra.
L'Iran sta così cercando di inviare dei messaggi al mondo occidentale, di arrivare ad occupare una fetta dello spazio mediatico delle nuove tecnologie per scopi civili o militari, allo stesso modo in cui a cercare di spiegare all'Occidente che sapeva cosa sia stato "olocausto". Queste innovazioni tecnologiche sono, ufficialmente, il frutto delle ricerche di "scienziati rivoluzionari" che hanno appreso una nuova scienza dalla Russia, mediante puro e sano spionaggio tecnologico. Non dimentichiamo che il governo russo per anni ha cercato e messo al sicuro tutti gli scienziati e i ricercatori che avessero avuto una qualche esperienza con gli studi e le ricerche di Nikola Tesla.

28 settembre 2006

Le Armi per distruggere il pensiero e manipolare il clima


Un secolo fa Nikola Tesla dichiarava dinanzi agli occhi increduli dei suoi finanziatori, illustri Banchieri e industriali che erano a caccia di nuovi business, che esiste nell'etere un'energia immensa, gratis che libererà il mondo dalla continua ricerca per la sopravvivenza.
Appariva agli occhi di tutti un visionario, incredibilmente lucido che descriveva il futuro come l'era della totale libertà dell'uomo, che alla fine della sua lotta riuscirà a liberarsi dalla schiavitù che il tempo gli costruirà intorno.

Parlava di un tempo in cui l'energia, attraversando gli strati più rarefatti dell'atmosfera con un'elevata frequenza, avrebbe raggiunto qualsiasi punto della Terra e dello spazio senza ricorrere alla ragnatela dei fili, e le difficoltà a superare i limiti spaziali sarebbero state ridotte presto nel tempo. Con la trasmissione dell'Energia l'uomo riuscirà a connettere qualsiasi tipo di motore o meccanismo elettronico a delle sorgenti fisse, facendolo poi viaggiare in ogni punto dell'universo. Questa energia non è statica, ma è dinamica per cui, in futuro non lontano, gli uomini riusciranno presto a connettere le loro macchine ai grandi ingranaggi della natura.
Le sue dichiarazioni provocarono uno shoc tale che furono subito ritirati i finanziamenti e la sua torre di Colorado Springs fu distrutta perché la sua realizzazione avrebbe decretato la fine degli imperi economici che allora stavano nascendo. Il futuro che Tesla descriveva terrorizzò i suoi diretti interlocutori perché erano coscienti delle qualità e della straordinaria intelligenza di quell'uomo che per loro, poteva anche appartenere ad un altro mondo.
La trasmissione dell'energia sarà fattibile a tutti gli effetti, e la sua introduzione provocherà invece la scomparsa di mezzi e tecnologie che ad essa non si adegueranno: le automobili, i treni e le navi, e qualsiasi mezzo che usa i motori e le eliche, per le evidenti difficoltà nella loro alimentazione scompariranno semplicemente. Il trasporto sarà la teleportazione e il ricorso all'annichilimento indotto del peso. La vita dell'uomo cambierà, la nuova energia alimenterà la vegetazione, la terapia medica ed ogni sistema di riscaldamento, che diventerà permanente, nasceranno nuove discipline scientifiche, una nuova chimica e una nuova fisica.

La chiave di tutto saranno i sistemi di telecomunicazione, che useranno delle onde elettriche identiche a quelle elettromagnetiche della radio: le onde elettrogravitazionali, emesse attraverso degli strati concentrici costituiti da materiali, dalla superficie elettromagnetica ed elettrostatica più efficace. La nuova energia è il plasma, che verrà trasmesso in quantità quasi illimitate a qualsiasi parte della Terra senza subire delle perdite. Tesla considerava infatti il nostro pianeta come una sfera di fluido elettrico che utilizza il terreno come conducente, e genera ai suoi antipodi delle emissioni di energia a frequenze molto basse (TBF) attraverso il sottosuolo.
Le sue scoperte non sono cadute tuttavia nel silenzio, e nel 1978 l'ONU arriva alla redazione della "Convenzione per l'interdizione all'utilizzo delle tecniche di modifica dell'ambiente naturale alle fini militari od ogni altro fine ostile". La Convenzione, pur riconoscendo che il ricorso a tecniche di modifica dell'ambiente naturale per fini pacifici può migliorare le relazioni tra l'uomo e la natura, l'utilizzazione di queste tecniche per fini militari o ostili potrebbe avere effetti lesivi sia sulla salute dell'uomo che dell'ambiente. Per tale motivo viene stabilito che "ogni Stato si impegna a non utilizzare per fini militari delle tecniche di modifica dell'ambiente naturale" perché sono mezzi che posso causare delle distruzioni, dei danni o dei pregiudizi all'uomo o altri stati. La Convenzione si riferisce alle "tecniche di modifica dell'ambiente naturale" come ogni tecnica che ha per scopo quello di modificare, con la manipolazione, dei processi naturali la dinamica, la composizione o la struttura della Terra.

Le onde stazionarie provocano uno sconvolgimento climatico e biologico. Sono create dall'emissione dei potenti campi magnetici a bassissima frequenza, diretti verso il cuore della terra. L'energia del nucleo della terra alimenta a sua volta questa onda e si ottiene un effetto estremamente amplificato. Questa onda può scaricarsi nella terra e provocare un terremoto, ionizzare l'atmosfera e dunque manipolare il clima, confondere le frequenze su cui viaggia la mente umana e influire così sul comportamento degli esseri viventi. Nel 1972 Reagan e Rockfeller, creatore della "Commissione Trilaterale", dichiarano che erano già in possesso di uno strumento in grado di provocare dei cambiamenti climatici, di creare delle siccità e delle tempeste, di indebolire le capacità del nemico e spingerlo ad accettare le nostre condizioni.

I cambiamenti climatici che hanno sconvolto il nostro pianeta in questi ultimi due anni sono stati imputati totalmente all'effetto serra: le catastrofi climatiche si intensificano, e lo scioglimento dei ghiacciai provocherà l'aumento del livello dell'acqua con lo sprofondamento di alcune zone della terra, la conformazione stessa della superficie terrestre cambierà. In realtà questi cambiamenti climatici sono il risultato di una lotta che mira non solo a tormentare dei paesi concorrenti o nemici, ma anche a migliorare le condizioni climatiche del suo proprio paese. I risvolti tuttavia sono ben più terribili, perché le onde trasmesse, incidendo sui cervelli dell'uomo provocano uno sconvolgimento del comportamento delle popolazioni, la guerra psicotronica.

Nasce a tale scopo il progetto Haarp, un campo di antenne, nei pressi del Polo Nord, che ha avuto, nonostante sia una specie di esperimento, un ruolo molto importante delle attuali strategie geopolitiche e economiche. Crea una superficie, all'interno della ionosfera un'area che funge da canale di trasmissione su lunghe distanze dell'energia.
Vi lascerà certo straniti il sapere che sono oggetto di strasmissione anche i virus, le malattie dell'uomo che attaccano il sistema di difesa, ma i batteri di cui parliamo non sono organici, sono come i virus dei nostri computer: hanno una determinata frequenza, possono essere riprodotti in laboratorio e sono trasmessi in oned radio. Ad esempio, lo spettro delle attività cerebrali prodotte dalle droghe allucinogene può essere copiato e può essere inviato sotto forme di onde ELF, a frequenza estremamente bassa, per produrre visioni. Una volta che le malattie verranno vaporizzate nell'aria, delle onde elettromagnetiche adattate in funzione di queste malattie, li renderanno più mortali e più infettive diffondendo i tracciati degli individui morti.

Le scie chimiche, vaporizzano quotidianamente nei nostri cieli delle malattie e dei prodotti chimici che incidono sul subconscio dell'uomo, producendo apatia, uno stato di indifferenza o di euforia, confondendo le frontiere tra il reale e l'irreale. Determinati messaggi mediatici per essere concepiti dalle persone, nella sua assurdità, devono essere ascoltati da persone la cui frequenza scenda ad un tasso specifico, sotto la soglia di coscienza.
Questo sistema di trasmissione è già utilizzato e si nasconde all'interno dei ripetitori dei nostri cellulari, il cui potere potrebbe essere aumentato fino ad uccidere le persone.

La chimica e l'elettricità del cervello umano possono essere manipolate dai satelliti, così come le masse e le loro manifestazioni che resteranno pacate o violente a seconda del messaggio che si vuole inviare. I nostri modelli di attività cerebrale possono essere misurati apparentemente e immagazzinati su dei computer, e se si vorrà trasmettere dei pensieri subliminali ad una persona mirata, tutto ciò che occorrerà fare sarà di captare lo spettro nei suoi pensieri, per stabilire su quale frequenza il messaggio deve essere inviato. Possono manipolare le frequenze del bioritmo, così ridotto allo stato vegetativo.

In quest'ottica deve essere visto il potere delle telecomunicazioni, le strategie per il reperimento dei dati e delle informazioni delle persone: conoscere gli uomini renderà possibile la loro manipolazione perché sarà possibile incidere sul loro subconscio.
Il Governo Mondiale ha quindi creato un mondo di dormienti, assopiti dai messaggi subliminali e continuamente alimentati dalla disinformazione. Sembra di trovarsi in un incubo, ma sarà il risveglio delle menti a fermare tutto questo e a far sì che il racconto visionario di Tesla sia una realtà, sia nel nostro futuro.

27 settembre 2006

Gli scandali che introducono le leggi dei Banchieri

Pochi mesi sono decorsi dalla promulgazione della "legge sul risparmio" ( legge n. 262/2006 ) e da tempo è all'analisi del governo per una sua modifica, non rispecchiando più la volontà dei soggetti interessati. Ora si parla di completamento di una legge che presenta delle lacune, che, così come si presenta rigida e non in linea con l'orientamento europeo, che spinge per una maggiore deregolamentazione soprattutto nella disciplina del settore bancario e del mercato mobiliare.
Molte sono le discussioni che si sono aperte, ma nessuna di queste accoglie le richieste delle tante associazioni di consumatori che chiedono più trasparenza e più protezione per i risparmiatori.

Rivolgendo un breve sguardo a qualche mese fa, ricordiamo che l'approvazione della legge sul risparmio è stata accompagnata da burrascosi eventi che hanno travolto gli ambienti degli intermediari professionali, sino ad abbattere il Governatore della Banca d'Italia, il controllore dei controllori. Per rimediare ai gravi scandali dei "furbi del quartierino" si è deciso di scrivere una legge improntata totalmente sulla risoluzione dei problemi dei conflitti di interesse tra i controllati e i controllori, e tra i vari controllori. Lo scoppio del caso Fiorani è stato visto come il fallimento di un modello istituzionale sostanzialmente incentrato sulla Banca d'Italia, e in via residuale sulle Autority di vigilanza. La bancopoli scatenata, stranamente, non ha colpito banchieri di spicco né i responsabili delle Agenzie di rating e di intermediazione, gli organi di tutela che per anni hanno truffato i risparmiatori, omettendo informazioni o restando inermi quando un colosso industriale stava fallendo portando nel baratro milioni di euro dei lavoratori. La manovra fatta per colpire la Banca d'Italia è stata di una precisione tale, al punto da coinvolgere anche le associazioni di consumatori, tra le quali l'Adusbef è stata senz'altro la più agguerrita: tutti allora puntarono un dito contro Fazio, contribuendo così allo sfaldamento del sistema "bankitalia". Hanno sollevato le questioni morali della difesa per il risparmio, interrogazioni parlamentari e manifestazioni per il diritto al risparmio, ma nessuno di loro è intervenuto per far si che il danno ai risparmiatori non si venisse mai a creare.

Fazio allora era invece al centro di un'accesa discussione sulla italianità delle Banche, minacciate dall'Ue che non riconosceva più la reciprocità e dai gruppi bancari esteri già molto concentrati, e sulla vendita dell'oro della Banca di Italia. Dalla dismissione si sarebbero realizzati sei miliardi di euro, ma Fazio si è sempre rifiutato, non aveva alcuna intenzione di vedere alle moine di Tremonti che agiva su istruzione del FMI. L'intenzione di vendere l'oro delle Banche Centrali è stata infatti una decisione presa da quindici banche centrali europee, il "Gold Agreement", consentendo la vendita di una parte delle ri­serve auree in eccesso rispetto alle esigenze di copertura. L'idea geniale fu di Romano Prodi, che nella sua straordinaria manovra per sanare l'Italia le pensò proprio tutte, e Tremonti aveva già più volte fatto notare che Fazio registrava delle «eccessive» minu­svalenze sulle riserve della Banca centrale per evitare di vendere. Tuttavia Fazio non ne vedeva la ragione né aveva intenzione di assecondare una tale richiesta assurda.
Lo scandalo Fiorani ha tardato poco infatti a colpire il governatore al quale, nonostante la sua carriera non limpida, dobbiamo dare il riconoscimento di una prova di intelligenza, sicuramente per rispondere ad altro tipi di interesse, oltre a quello dell'Italia.
Nasce così la legge sul risparmio, nasce per togliere poteri a Bankitalia e suddividerli tra le diverse commissioni di vigilanza, attribuendo a ciascuna determinate competenze, ma provocando una tale divisione dei poteri anche controproducente perché il controllo delle informazioni non viene ben accentrato. Il governatore diviene precario, ossia un dirigente che cambia ad ogni nuova legislatura, e si stabilisce che, entro tre anni sarà un soggetto pubblico, e dunque occorrerà provvedere al trasferimento delle quote di partecipazione della Banca d'Italia allo Stato da parte dei soggetti privati. Questa norma è stata spesso interpretata come una volontà dello Stato di riacquistare la sua Banca, tuttavia questa è stata solo un'espressione di intenti che è tutta da decidere insieme alla Bce che chiede sempre il rispetto dell'indipendenza "delle istituzioni". Alcuni analisti hanno allora visto in questa norma un modo per le Banche private di realizzare un investimento, perché la Banca d'Italia non ha più alcun potere o valore, e poi tutte le competenze sono in mano alla Bce, che è destinata anche lei a scomparire nel circuito finanziario mondiale.

Attualmente la legge sul risparmio è al riesame delle commissioni parlamentari, e il programma di riforma è stato esplicitamente descritto da Draghi. La legge così com'è non va bene, occorre riscrivere tutte le regole delle autorità competenti, rimettendo agli organi interni delle società la verifica delle informazioni per la vendita delle azioni e delle obbligazioni, togliendo poi da ogni responsabilità l'intermediario che vende i titoli. Il riassetto della Banca di Italia va studiato in modo che lo Stato non possa influire, per cui nessuna possibilità di riacquisto del pubblico. Le competenze di Bankitalia vanno ancora ridotte, eliminando l'obbligo di autorizzazione alle fusioni, per ridurre la sua ingerenza sulle manovre di vendita e di acquisto delle Banche. Tutte le ulteriori riforme andranno comunque scritte in nome dell'armonizzazione finanziaria: stesse regole per un solo mercato, una sola Borsa, un solo controllore. Le Banche Centrali non avranno quasi ragione di essere perché presto non saranno neanche più loro a controllarne la circolazione, sarà un unico cuore pulsante, probabilmente proveniente dall'America.

Entro la fine del mese prossimo infatti verranno conclusi i patti per la fusione Euronext e Nyse, alla quale si prepara a far parte la Borsa di Parigi, di Lisbona e Francoforte. Presto anche la Deutsche Bourse che evidentemente non può entrare fin quando non emana anche lei le giuste leggi della liberalizzazione e ammette l'inserimento dei privati nel capitale delle Banche ancora pubbliche.
Le autorità monetarie tedesche già avevano tentato tempo fa di entrare, ma la loro offerta non fu considerata accettabile, perché troppo bassa: mancava infatti la Banca Centrale e le leggi per l'incursione libera dall'estero. Gli Americani si preparano ad entrare nel sistema Europeo, il Nasdaq sta cercando di scalare il London Stock Exchange, attaccato trasversalmente anche dal Nyse che continua ad acquistarne le partecipazioni.

La creazione della borsa mondiale è più vicina di quanto non si pensi, il listino globale sarà una realtà, i nostri risparmi si perderanno in circuiti sterminati, le imprese quotate saranno trasformate in semplici numeri. Tutto questo non si può realizzare senza l'omogeneizzazione delle regole e la cancellazione dei poteri nelle mani delle autorità nazionali, alle quali vengono rimasti solo i comitati di vigilanza, a volte costituiti da sole 5 persone.
Il furto che ha avuto inizio nel '92 sta continuando, il processo è lento e macchinoso ma alla fine prenderanno tutti i nostri soldi, i nostri documenti, e i nostri dati e li trasformeranno i bit che circoleranno ovunque. Non basteranno le leggi di tutela del risparmio, e sarà meglio che i governi comincino a stilare convenzioni bilaterali se vogliono proteggere i loro cittadini. La borsa mondiale sarà il vero strumento di guerra conoscibile in una società moderna: nessuno potrà controllare i genocidi fatti distruggendo una semplice libreria di dati.

26 settembre 2006

La valigia del Duce

Poche tra le biografie ufficiali parlano della prima moglie di Albert Einstein, Mileva Maric, scienziata serba dalla forte personalità e dalla generosa indole, che la hanno spinta a sacrificare la sua vita e la sua intera carriera per amore della sua famiglia.Mileva nacque da una famiglia serba e benestante che le consentì di coltivare i suoi studi di scienza sino all'università. In quegli anni conobbe Nikola Tesla, che le presentò un suo collega, un fisico, Albert Eistein, che intraprese i suoi studi presso il Politecnico Federale svizzero, nello stesso periodo della Maric che era stata ammessa come unico studente donna. Si innamorarono, e cominciarono a frequentarsi, e la loro passione è testimoniata dalla corrispondenza privata di Eistein, la sola fonte di prova dell'esistenza della Maric in quanto gran parte dei documenti che la coinvolgevano sono stati distrutti.
Il loro amore "moderno" venne a lungo ostacolato dalla famiglia Eistein che vedevano in lei una donna troppo intelligente, indipendente, e non ebrea: il suo carattere avrebbe sicuramente oscurato quello del genio di Eistein. Nonostante questo, lei ha sempre difeso e sostenuto Albert, sostenendolo e finanziandolo mentre era ancora un giovane emergente: è pronta a sacrificare la sua carriera e i suoi studi quando all'improvviso scopre di essere incinta. La sua bambina, Liersel, le viene portata via, per nascondere la vergogna di quel gesto, e lo stesso Albert non cercò mai sua figlia: le tracce di Liersel si sono perse nell'etere, e molti hanno ritenuto opportuna crederla morte in tenera età. La sua scomparsa è stato un grande trauma, un grave giallo che ha segnato la vita della Maric e forse ha deviato gli eventi della storia dell'umanità. Lei diventa un disonore per la famiglia, un fallimento accademico, e madre di un bambino illegittimo, per cui decide di sottomettersi completamente al suo destino all'ombra di un uomo che doveva essere portato ai massimi livelli accademici.

Albert e Mileva si sposano in Municipio il 1903, e dal loro matrimonio sono nati non solo due bambini ma la straordinaria "teoria della Relatività", destinata a rinnegare le leggi della fisica classica e a portare sulla scena geopolitica una nuova fonte di energia. La relatività e l'energia nucleare non sarebbero state scoperte senza la base intuitiva di Mileva, che diede all'intera struttura teorica una sistematicità e una perfezione logica.
Recenti documenti hanno portato alla luce una diretta testimonianza della Maric, che dice ad un amico serbo, "abbiamo terminato un importante lavoro che farà mio marito il più famoso del mondo".
Le lettera private di Eistein Le lettera private di Eistein Le lettera private di Eistein
In molte lettere appartenenti alla corrispondenza privata di Einstein usano i pronomi "nostro" e "noi" in relazione a temi di fisica a cui lui stava lavorando mentre erano ancora studenti, per cui non ci sono dubbi che la coppia stava lavorando insieme su qualche argomento.


Una testimonianza autorevole di questa disputa fu del fisico sovietico, Abraham Joffe, un membro rispettato dell'Accademia sovietica che aveva accesso ai manoscritti originali del 1905. Joffe allora testimoniò di aver visto i documenti dello sviluppo della teoria della Relatività firmati con il nome Eistein-Marity.
La questione è stata a lungo discussa, in quanto la storia tramandata nega l'esistenza di questa firma attribuendo ad Einstein la totale paternità, ma il ritrovamento di alcuni documenti dimostrerebbe che loro siano stati coautori, o persino che l'unico vero autore sia Eistein-Marity, ossia Mileva che dopo il matrimonio aveva assunto il cognome del consorte accanto al suo, tradotto dal diritto svizzero come Marity. L'interrogativo sollevato è proprio questo: come poteva sapere Joffe che Mileva Maric prese il nome di Einstein-Marity, se il nome non fosse apparso sulle carte del 1905? Certificato di Morte MilevaDiversamente non poteva saperlo, perché Albert non la citava mai nelle sue lettere in questi termini, né esiste un costume svizzero che aggiunge automaticamente il nome di fanciulla di sua moglie a quello del marito; solo la donna usava accostare il cognome da nubile a quello del marito, e tra l'altro il certificato di morte e di Mileva cita esplicitamente "Einstein-Marity."
Perché la Commissione Nobel non diede il Premio ad Einstein per il suo lavoro su teoria di relatività? Forse perché lui non era il vero autore della teoria, e per nascondere questo deliberato furto, raggirarono la questione. Probabilmente Albert comprò il silenzio di Mileva, infatti lei concesse il divorzio per consentire il secondo matrimonio con Elsa solo a condizione che le avesse dato i soldi del premio che avrebbe percepito per le sue scoperte.

"Noi uomini siamo creature deplorabili, dipendenti. Ma comparati con queste donne, ognuno di noi è un re, si sostiene da solo su due piedi, mentre non aspetta fuori di lui continuamente qualche cosa a cui aggrapparsi. Loro aspettano sempre comunque, qualcuno da usare e manipolarlo per il loro adattamento. Se non accade questo, loro cadono semplicemente a pezzi."

Le prove portano sicuramente a dubitare del grande genio di Eistein, e molto probabilmente si può parlare di vero e proprio furto delle idee della Maric, più che di una collaborazione nascosta. Eistein era sicuramente in malafede perché acconsentì subito il trasferimento dei soldi alla Maric, con la stessa facilità con cui più volte denigrava sua moglie, definendola una "sua serva", a cui si rivolgeva sempre con indifferenza.
Mileva aveva dunque dato la sua vita per amore, credeva nella scienza e della nobiltà del suo utilizzo, ed era assolutamente contraria ai macabri sviluppi che Eistein stava portando avanti per compiacere i potenti che in quegli anni si preparavano alla seconda guerra mondiale. Chi ha portato Eistein in auge, sono gli stessi che hanno utilizzato l'antisemitismo per portare le nazioni alla guerra, gli stessi che finanziavano il piano di Hitler e nel frattempo agivano politicamente accanto ad America e Inghilterra.
Chi orchestrava la nascita dello Stato di Israele e la sua contemporanea distruzione, chi gestiva l'antisemismo e la resistenza, era la potente "Associazione dei trecento", creata nel 1729 dal BEIMC, British East India Merchant Company, per occuparsi degli affari bancari e commerciali internazionali, e conta i rappresentanti più importanti delle nazioni occidentali. I suoi fondatori erano i proprietari delle Compagnie delle Indie, delle flotte a carbone, una potente loggia dell'industria mineraria e commerciale del Benelux. Tra i componenti ricordiamo J. P.Morgan che fondò la Generale Electric Company, e una volta entrato in possesso del sapere di Tesla costruì un intero impero sulla scienza occultata.
Così mentre i Trecento finanziavano e perfezionare il nucleare, in Italia qualcosa di diversa si stava muovendo, qualcosa di così importante da far paura lo stesso Hitler e spingerlo a chiedere un'alleanza di non belligeranza a Mussolini. Il grande segreto di Mussolini era la scienza che era riuscito a sottrarre a Tesla grazie all'infiltrazione elegante di Marconi nel suo laboratorio di ricerca. Tra il 1882 e il 1888, Tesla brevettò dei dispositivi che utilizzavano dei campi magnetici per trasmettere l'elettricità a corrente alternata, la bobina Tesla, e poi il "radio telegrafo", come sistema di trasmissione dell'energia senza fili, ossia il wireless. Questo sistema non ha un limite di quantità e di distanza nella trasmissione di energia per via dell'obliquità dell'atmosfera, come invece affermava la teoria della relatività. La perversione della mente umana vide a quel punto il terribile utilizzo che si poteva fare di una fonte di energia così potente da poter riprodurre l'energia di un fulmine. L'Italia tenne allora ben stretti quei progetti perché sicuramente su di essi poteva costruire il segreto su quella tecnologia.

La Seconda Guerra Mondiale è stata la guerra dell'Energia, vedendo nazioni e grandi colossi nazionali scontrarsi tra di loro per decretare il prevalere dell'una o dell'altro fonte di energia: la storia dimostra che Mussolini perse la sua guerra, e il nucleare è entrato nella nostra vita come soluzione al fabbisogno energetico. Nessuno capì allora, e nessuno capirà oggi la grande opportunità che l'Italia perse, oggi come allora, per conquistare la sua indipendenza.
Il suo vero obiettivo era di assicurarsi il controllo della futura elettrificazione dell'America, prima, e del resto del mondo dopo, e per far questo occorre impiantare dei sistemi che finanziano prima i suoi concorrenti, per rendendo il prezzo del cambiamento del sistema energetico proibitivo.

La guerra del futuro sarà ancora questo, ma a tutti sembrerà la guerra delle religioni, lo scontro di civiltà, alimentato solo per camuffare il vero piano, che è sempre quello di Hitler, ora in mano alle Banche mondializzate.
Nel nostro futuro le strade e le rotte aeree smetteranno semplicemente di esistere, così come la costruzione dei ponti, dei palazzi, ecc. Il trasposto avverrà mediante l'annichilimento indotto del peso. Avremo un significativo progresso nella ricerca della crescita dei vegetali, delle tecniche terapeutiche, dei sistemi di riscaldamento senza combustibile, nuove fonti di energia per l'industria, una branca della chimica sarà totalmente nuova. Esiste infatti nell'etere una specie insospettata di onde elettriche identiche alle onde elettromagnetiche della radio. Sono onde elettrogravitazionali, prodotte ed emesse attraverso degli strati concentrici costituiti da materiali ad induzione elettromagnetica ed elettrostatica, senza nessuna perdita apparente di potenziale energetico.

La nuova energia è già esistente, e l'arma di Tesla viene esperimentata attualmente dai Russi, considerando che il Kgb ha assoldati ricercatori e scienziati proveniente da ogni parte del mondo che conoscessero la Teoria di Tesla. I nostri nemici oggi, ossia gli Stati in mano alle Banche, già da tempo stanno conducendo strani e pericolosi esperimenti sulle popolazioni, onde verificarne la portata distruttiva, soprattutto delle capacità intellettive. Si pensi ad esempio all'Iraq, è davvero sbalorditivo come abbiano spinto un intero popolo ad accettare l'invasione americana, e come abbiano dato l'impressione al popolo che il problema fosse dentro di no, invece specifiche armi fisico-chimiche hanno provocato una capitolazione improvvisa e massiccia.

Potremmo continuare delle ore per descrivere cosa stanno facendo alla nostra vita, ma siamo convinti che determinati aspetti non possono essere compresi perché il sistema ha chiuso loro la mente, con armi invisibili, ma esistenti che vanno al di là delle parole.

25 settembre 2006

La condanna dell'ignoranza

La lettera di Carlo per Etleboro
Scarica la lettera di Carlo

Non finiremo mai di dirlo, più leggiamo questo processo più ci rendiamo conto che se uno Stato che si dice democratico di diritto ha bombardato un paese perchè cercavano le armi di distruzione di massa, e invece le uniche le hanno buttate loro, dobbiamo cominciare a chiedere delle spiegazioni. Se alla fine di un processo un giudice ammette che effettivamente "chi lo ha denunciato ha esagerato nella sua testimonianza", e l'avvocato della vittima dice "di non avere prove ma bisogna credere a quello che dicono", vuol dire che non esiste più il diritto e tutti si sentono degli dèi nei tribunali. Quello che si definisce Stato garantista, ha estradato Carlo Parlanti senza prove e senza che nessuno avesse fatto delle analisi serie sulla donna, presunta violentata. Insomma, se vi fermate un attimo a riflettere, tutto diventa surreale, e più si legge queste carte assurde, più la gente si guarda e si chiede chi sono queste persone garantiste. Ma dove siamo finiti, e dove andremo di questo passo?Secondo l'accusa Carlo legava la White di notte mentre lui era a casa, per paura che lei scappasse, e allora perchè di giorno la slegava? Non ha saputo dare la risposta neanche chi accusava Carlo, neanche i giudici, neanche gli psicologi, neanche la White. In pratica le prove sono vere di notte e false di giorno, e per questi errori le persone vengono incarcerate, e solo perchè nessuno ha voluto leggere ed ascoltare, solo perchè una povera donna in cerca di assistenza e per vendetta, prende in giro un intero sistema. Lei era la compagna di Carlo e nel momento in cui lui la aveva lasciata, ha deciso di minacciarlo con una denuncia, prendendosi però cura di mettere mano sulla delega notarile sui conti di Carlo che le sarebbe stata data solo nel caso in cui Carlo avesse avuto problemi.
La sua è stata l'unica testimonianza chiave del processo, la sua deposizione è stato un vaneggiamento, una vera diarrea verbale, e quando non sapeva dare una risposta diceva che aveva problemi con la memoria breve. Queste storie sono ormai all'ordine del giorno in America e possiamo capire solo grazie a Carlo il dramma di Clinton: il suo trauma è stato tale che ha dovuto scatenare una guerra per placare quella donna.
Non avete proprio idea di cosa si inventa questa gente per sopravvivere, per avere un minimo di rendita, anche a costo di calpestare gli altri, agiscono di impulso e ormai sono diventati talmente esperti che superano qualsiasi pessima telenovela venezuelana.

Ma ci chiediamo come mai trasmissioni come "Striscia la Notizia" e inviati che vivono in alberghi a 5 stelle, parlano di come ha respirato il presidente, quando si è alzato dalla sedia e se ha fatto una smorfia o meno.
Alla fine è stata l'ignoranza a condannare Carlo, non la giustizia, perchè non c'è stata una persona che è riuscita ad uscire da quella pazzia. Perché non leggono, perchè non guardano una realtà che coinvolge noi italiani; gli Stati hanno fatto tanti protocolli, e alla fine un giudice, un avvocato dicono che non hanno le prove e non sanno cosa rispondere. Sulla base di che cosa è stato condannato Carlo Parlanti? Sulla colpevolezza di un fatto, oppure sul fatto che la bravata era troppo grossa, che alla fine ognuno aveva mentito e hanno condannato un uomo per non chiedere scusa, per non ammettere di aver sbagliato?!
Chiediamo a voi tutti di distribuire il messaggio di un uomo che ci scrive dal carcere, ci dice con fierezza che non ha accettato il compromesso della colpevolezza, e che non ha abbassato la testa, nonostante e in un carcere di uno stato che si dice "garantista".
Abbiamo capito che oggi per condannare i nostri politici dobbiamo andare dalle loro ex mogli, e chissà cosa avranno da dire le ex suocere...

<< Caro Michele ho finalmente ricevuto la tua lettera che si era persa in Internet-Land e voglio rinnovarti il mio ringraziamento per il tuo coinvolgimento personale e di tutta l’organizzazione Etleboro. Ero ormai arrivato al punto di pensare che nessun media od organizzazione avrebbe mai avuto il coraggio di scrivere “nero su bianco” di quali crimini si sono macchiati i miei persecutori. Tutti quanti si erano fino ad ora dimostrati pronti a dichiararsi “indignati” ma senza poi far seguire la necessaria lista “dettagliata” di spergiuri, bugie, contraddizioni e fatti impossibili che trasformano la mia vicenda in una telenovela di infime qualità. Alcune delle storie scritte per me hanno avuto dei connotati così generici e nazionalistici da essere state addirittura controproducenti. Ma Etleboro non ha compiuto lo stesso errore ed ha scritto chiaramente che nessuno, neppure un superuomo, può sopravvivere a 4 litri di Chardonnay, che è la polizia stessa ad aver verificato la completa assenza di prove fisiche, che tutti sanno che è la vittima a mentire ed a giudicare il ruolo di carnefice, etc. etc… Ed adesso, finalmente, altri media si stanno movendo e stanno leggendo le trascrizioni del mio processo-farsa. Spero che in molti altri trovino il coraggio di imitarvi e di scrivere l’ovvia verità sulla mia persecuzione. Voi avete anche fatto molto di più: avete supportato ed aiutato la mia causa con gruppi di lavoro, psicologi, tecnici ed altri contributi che mi auguro riusciranno prima o poi a smuovere quelle autorità che avrebbero dovuto essere promotrici della mia difesa invece di assistere impassibili alla mia crocifissione.


Con affetto
Carlo Parlanti >>

23 settembre 2006

Tacete, il nemico vi ascolta

Per fermare le intercettazioni abusive che minacciano di colpire la classe dirigente è stato varato un decreto legge che imponga il carcere a coloro che possiedono intercettazioni abusive, e forti multe a coloro che invece le diffondano. Il decreto finirà senz'altro per creare dei colpevoli a tutti i costi, dei capi espiatori che potranno essere dai dirigenti dei servizi ai singoli componenti delle forze dell'ordine, che rispondendo ad un ordine, finiranno per pagare le pene di coloro che hanno voluto l'azione. D'altro canto, imporre delle multe ai media che diffondono materiale compromettente certo non fermerà chi da un gioco spregiudicato può ottenere molto di più di uno scoop mediatico. Può ottenere il potere, può sbaragliare un nemico politico o acquisire una banca, può scatenare una guerra al terrorismo e infine vendere "le autostrade d'Italia". Questo tipo di provvedimenti certo alza il livello di coloro che potranno permettersi di giocare con le telefonate, avendo accesso ai canali di informazione e alle stesse conversazioni senza bisogno dei servizi per ottenerle.
Come sempre le nostre leggi colpiscono gli effetti, o i vermi che sono intorno, ma non vanno mai alla radice del problema. Sembra molto la legge sulla protezione dei dati sensibili delle imprese e delle persone: il provvedimento obbliga la tenuta in sicurezza dei dati, grazie alla certificazione da parte delle società private, che custodiranno le chiavi dei sistemi di protezione e dei data base. Questa è una finta legge, perché ufficialmente deve servire a proteggere i dati, mentre ufficiosamente ruba le informazioni per servire a scopi molto più importanti.

Allo stesso modo, i le intercettazioni abusive si fermano ufficialmente con le multe ai giornali e ufficiosamente con i ricatti. Per i grandi privati, la gestione di un media costituisce il più delle volte un costo, che viene remunerato con gli effetti della manipolazione del mercato, la raccolta del risparmio, dei consumi, degli investimenti, e a ben pensarci, la strumentalizzazione politica è marginale. Allo stesso modo, sono marginali i personaggi colpiti dalle intercettazioni, ma costituiscono pur sempre una importante componente, perché è un capro espiatorio che se cade scopre tutto il castello di carte che tiene in piedi il vero obiettivo. Il caso Fazio ne è un evidente caso, in quanto sono stati inquisiti in un primo momento le piccole pedine intorno a lui, ma fondamentali per scatenare forti dubbi sulle istituzioni che dovevano vigilare su certi meccanismi. La pressione che è stata fatta è stata tale da indurlo poi a dimettersi, dopo che alla riunione del FMI venne snobbato in maniera fredda. La faccenda non finì lì, e continuare a far parlare di BNL e Unipol poteva tornare utile per ammansuire i piccoli politici che si apprestavano a vincere le elezioni: sapevano che avrebbero vinto e dovevano tacere e stare al gioco. Chi credete abbia profittato di questa grande confusione, i giornali o le Banche e gli speculatori che hanno sistemato i loro affari e archiviato trattative che erano sospese da anni.
Si pensi ad Autostrade, la fusione è andata finalmente in porto perché l'ennesimo ostacolo è stato respinto, come volevasi dimostrare. L'Unione Europea ha dichiarato che la fusione "abertis-autostrade" per creare le "autostrade per l'Italia" potrà dar luogo soltanto a una duplicazione dei concessionari delle autostrade a pedaggio. La concorrenza verrà comunque cautelata da altri concorrenti, dalle gare d'appalto dalla "assenza di preoccupazioni da parte di terzi" (?!?!). Problemi per la concorrenza dell'Europa non esistono, quindi non esistono neanche problemi per l'Italia che perde il gestore della rete infrastrutturale fondamentale in un territorio come quello italiano.
Le mosse di Di Pietro, per quanto intelligenti, sono state inutili perché dovrebbero saperlo che ci si scontra contro un muro assolutamente invalicabile: non esistono strumenti per far valere l'interesse nazionale dopo Maastricht. Ma nessuno ha dato il potere ai Commissari dell'Ue di sindacare sulla politica economica di un Paese, perché prima queste società erano le braccia della Spesa Pubblica, il motore dell'Economia. Prima le hanno infiltrate, togliendo gli imprenditori e mettendo al loro posto gli amministratori delegati delle Banche, poi le hanno indebitate per doverle infine privatizzare. Hanno creato il problema e immediatamente dopo la soluzione, tanto che quella prospettata sarà la più giusta, anche agli occhi dell'opinione pubblica.
Alitalia oggi è la spina nel fianco dell'Italia, la stanno dipingendo come un vecchio carrozzone che grava sul bilancio dello Stato e che per questo va ceduta per renderla competitiva. Lo sciopero che si prepara è un grave segnale, perché nasconde una profonda divisione tra le controparti che ora più che mai dovrebbero essere uniti. Le dismissioni sono obbligate, sono le zavorre che si gettano per non schiantarsi, sono le concessioni che oggi occorre fare alle Banche e ai vampiri per resistere ancora. Molto probabilmente entro questo anno sociale, Alitalia sarà venduta, forse ceduta alla Air France KLM, che è disposta ad accollarsi il grave bilancio in rosso, e l'interessante gestione della linea Cargo dell'Alitalia, per ottenere in cambio la rinuncia all'operazione su GdF-Suez.
Che esistano determinate intenzioni da parte degli investitori esteri è una cosa pacifica, insomma lo sanno tutti, e per questo ci auguriamo che il governo italiano non cada di nuovo dalle nuvole, affermando di non saperne nulla.
La debolezza di questo governo ci preoccupa molto, perché vuol dire che qualcuno sta in questo momento premendo per farlo cadere, per indurlo ad accettare un ulteriore compromesso. La scelta da prendere non è la guerra, e forse neanche le dismissioni del patrimonio statale, non la Tav o l'Alitalia, ma qualcosa di molto più importante perché ci preparerà al futuro.
I primi passi sono stati già dati, con la messa al sicuro delle telecomunicazioni, il prossimo sarà sicuramente una questione di carattere Bioetico, per cui ritornerà in carreggiata la questione dell'inseminazione artificiale, che sarà il nuovo input alla ricerca scientifica, la più oscura che possa esistere.

22 settembre 2006

La guerra dei Due Mondi


Sono oggi tutti occupati, a sentenziare e ad indagare. Tutti sono in giro con le sirene spiegate a destra e a sinistra, e nel Parlamento si fa la rissa, perchè questi poveracci, il popolo degli occupati, si batte per avere una poltrona. Tante strette di mano e tanti discorsi; Bruno Vespa sbraita, perché se gli italiani piangono lo seguono di più, e mentre tutto fa notizia, l'Italia si ritira dall'Iraq. L'impressione era tutt'altra, a noi sembrava che avrebbero senz'altro rifinanziato la missione per un altro anno, ma ora vanno via, quasi in fretta e furia, lasciando dietro di sé un paese perfettamente democratizzato, tant'è che un ispettore dell'Onu ha dichiarato che le carceri sono ridotte ad uno stato ben più pietoso rispetto a quando c'era Saddam.

I nuovi Generali sono i Banchieri, che sparano sui loro pc, perché i nostri si sono venduti, hanno usato le armi come proiettili nelle parate e non sono saliti su un carroarmato al momento opportuno, quando serviva. Mentre tutti nei salotti parlano e sparlano, dicono e ridicono cose inutili, persino le vecchiette hanno deciso di adottare un cane perchè ha buttato la televisione.

I panzari obesi dei notai, dei commercialisti, parlano come criptati; gli analisti esaminano se il pannolino della Pampers assorbe meno o di più, mentre le donne casalinghe di sempre, oggi sono quelle che vedete nei salotti. Le grandi menti, fanno dei discorsi che neanche loro capiscono, e sono quelle che si sentono nelle intercettazioni mentre gridano per dire "Butta la pasta". Oggi il nostro ministro degli esteri gira il mondo per fare i protocolli, e più merce arriva maggiori saranno anche le prostitute, questi personaggi che con le loro diarree verbali predicano. Il caso Telecom sta squotendo Prodi, che per evitare lo scandalo e lo scatenarsi delle intercettazioni abusive, contro le quali non potranno certo difendersi con le inchieste di Mastella, considerando poi che arrivano sempre in ritardo in ogni caso. E mentre la Telecom è persa nessuno pensa ad Albacom, che perderà il suo nome e diventerà British Telecom Italia, tanto che ormai possiamo tranquillamente affermare che il cielo italiano è stato completamente comprato. Ma chi sono questi personaggi di padri sconosciuti,e di madri che erano lavandaie incallite, chi sono questi uomini, tutti cravattari, cavallari e padellari. Una delle prime dichiarazioni di Buttiglione diceva che chiunque avesse vinto, l'Italia avrebbe senz'altro pagato il Fondo Monetario Internazionale, per cui l'unica promessa mantenuta è che pagheremo senz'altro. È tutto vero purtroppo, ma miglioreremo, perché se tutto va bene siamo nella merda.

Il governo russo ha riscritto la sua dottrina militare, e in documento preparato dal Ministero di Difesa, afferma che la Russia si carica per potere di interferire nei conflitti di confine, rivolgendo un occhio di riguardo alla proliferazione delle armi nucleari e lotterà contro i suoi nemici: la Nato e gli Stati Uniti. La Russia sarà così in grado di partecipare a conflitti armati lungo i suoi confini nel caso in cui siano violati i "principi di diritto internazionale classificati come aggressione contro cittadini". Ancora persiste infatti la minaccia di base della sicurezza nazionale della Russia ancora connessa con l'interferenza di paesi stranieri negli affari interni. Questo significa che probabilmente Putin si farà ambasciatore della nuova riconfigurazione delle truppe della Nato sul continente europeo, affrontando anche il problema legato all'intenzione degli Stati Uniti di schierare le sue basi in Europa Orientale. Il fatto che la Nato vuole espandersi in Europa non è certo un buon segnale per la Russia, che è ora intenzionata a sostenere la causa della Serbia per poter arrivare finalmente ad una conclusione delle controversie del Kosovo. Se la Russia deciderà di prendere una posizione così forte nei Balcani un nuovo fuoco si aprirà, e molto probabilmente un conflitto ripartirà proprio dal Kossovo, perché una ferma decisione della Russia sul territorio della Nato, significa aprire una ferita ancora parte.
Nel frattempo Ahmadinejead trova un prezioso accordo con Chavez, nel tentativo di costruire una Opec della resistenza e riaprire il discorso della borsa del petrolio come risposta al regime internazionale.
Questa che vi abbiamo accennato è la guerra che tutti conosciamo, è la guerra che noi viviamo perché è quella più evidente. Quella invisibile, non è fatta di accordi e di dichiarazioni ma è costituita di fatti inequivocabili, i cui effetti non li sentiremo forse mai se non ci svegliamo. È in corso un'opera di controlli medici di massa mediante il testo dell'HIV sui cittadini americani compresi tra i 13 e i 64 anni: milioni di persone il cui DNA verrà completamente rubato per creare il più grande database di dati riservati delle persone, ottenibili spesso solo mediante specifica autorizzazione del giudice. L'opera di disumanizzazione è davvero incominciata, perché se cominciano a creare le commissioni bioetiche di studio che nero su bianco paventano l'introduzione dei chip sull'uomo, vuol dire che presto comincerà la nuova era. L'era del chip che rende l'uomo un Dio, e in cui sarà la macchina a comandare e creare uomini in una continua combinazione genetica.
Anche in questo caso, è un'altra la verità che vogliono proporci mentre diversa è la realtà dei fatti, ma le persone non riescono a capire o ad ascoltare talmente che sono prese dalla loro vita fatta di scadenze.
Dire loro la verità sulle scie chimiche non è certo facile, ma è la verità e la abbiamo dimostrata: le bionanotecnologie sono da anni sperimentate, si presentano in una forma non visibile ad occhio nudo, una volta entrati in contatto con i meccanismi prettamente biologici dell'uomo, tendono ad entrare nella struttura cellulare fino a riprodursi.
Saranno le macchine a programmare i bambini, i nostri pensieri, continuamente scannerizzati, la nostra intelligenza e la nostra capacità di analizzare e capire aspetti complessi.

Ben consci del problema che si nasconde dietro le scie chimiche, la Etleboro ha deciso di promuovere un progetto che porti un piccolo spaccanuvole all'interno di ogni casa per proteggersi da questi attacchi. Sarà questa l'occasione per fare entrare nella mente delle persone, un'altra realtà, ossia quella della free energy che ispirerà le loro vite e le salverà in un certo senso.

21 settembre 2006

Le Bionanotecnologie all'esame dei politici

Bio-nano Robot
L'introduzione delle nanobiotecnologie è da tempo oggetto di studio da parte dei governi ufficiali e della Istituzioni sovranazionali, a cui il Governo Mondiale ha dato il compito di trattare con le persone e di fare in modo che vengano accettate.
La gestione dell'opinione pubblica e dell'impatto sui cittadini è il lavoro sporco, che qualcuno deve pur fare, e quando si arriva a questo punto è perché tutte le altri fasi del lavoro sono omai concluse. Se oggi siamo qui a parlare di Cibernetica e di nanotecnologie è per preventivare qualcosa che non è così lontano da noi: parlarne serve perché prepara le persone ad affrontare certi argomenti.
Essere preparati è importanti adesso, perché prima o poi saremo chiamati ad esprimere un giudizio, a prendere una posizione, così come è successo con la procrezione assistita. Per chi non ricordasse, allora fu organizzato l'ennesimo Referendum per indurre le persone ad esprimersi a proposito della sperimentazione sulle cellule staminali, e sulle pratiche di procreazione in vitreo. Il Vaticano e i media fecero un'agguerrita campagna di astensionismo, mentre altri parlarono di giusta legge per poter finanziare la ricerca. A distanza di tempo, e alla luce di quanto detto sulla politica sociale del Nuovo Ordine Mondiale, possiamo affermare che la procreazione assistita porterà alla sperimentazione di manipolazione del genoma umano volta alla ibridazione con le macchine della specie umana. Inoltre, l'astensionismo ha sparso tra le persone la convinzione che non sono in grado di pronunciarsi su questioni di Bioetica, essendo una competenza dei politici delle menti delle Commissioni di Esperti: loro sono i soli a detenere gli strumenti idonei a giudicare questioni di cosi' delicata , avendo gli strumenti per valutarne tutte le sfumature. Questo e' il risultato delle politiche mediatiche e dell'istruzione che hanno reso l'uomo ignorante, disinteressato, pigro e completamente rassegnato ad abbandonarsi nella sua incapacita' di capire. Tutto questo e' stato intenzionalmente voluto perche' l'importante e' distruggere in maniera silenziosa la democrazia.
Scarica parere ComitatoVi invitiamo a leggere tale rapporto del Comitato Bioetico della Presidenza del Consiglio, che analizza, con un interessante bibliografia e riferimenti giuridici, la questione delle Biotecnologie.
Lasciamo a voi la sua attenta lettura, e vi invitiamo a porgere una grande attenzione su alcuni punti di un'agghiacciante realismo, dinanzi ai quali non e' proprio pensabile che i nostri politici si fermino a discutere: non ci saranno abbastanza vite salvate dal progresso per parificare quelle uccise dalla tecnologia in questi anni, e gli anni futuri.
Innanzitutto, crediamo sia importante, prima di ogni altra cosa, inquadrare cosa siano davvero le nanotecnologie. Sono delle strutture di ingegneristica, microscopiche ed elettroniche, dotate, nella loro struttura miniaturizzata, di un hardware e di un software, in modo da essere perfettamente programmabile. Ma sono nanotecnologie le polveri sottili, ossia sostanze artificiali che fungono da sistemi programmabili, ma hanno un aspetto di polveri, e molto spesso non sono individuabili ad occhio nudo, occorrono meccanismi complessi. Sono bionanotecnologie le stesse sostanze rilasciate dalle scie chimiche, e che hanno dunque come obiettivo quello di creare autostrade di informazioni nella Ionosfera e di introdursi negli uomini mediante aereosol.
Attraverso l'uso di connettori biologici, le nanoparticelle possono essere progettate in modo da agire su bersagli definiti. Accanto alla possibilita' di dare una giusta terapia al paziente, le biotecnologie dovrebbero consentire di produrre nuovi tessuti ed organi artificiali, di creare strutture in grado di addestrare i sistemi biologici, di controllarli e di gestirli. I danni di tutto questo giochetto non sono stati ancora quantificati dalle commissioni, ma in generale si dice che "il danno biologico può quindi dipendere, con effetti diversi, dalle dimensioni delle nanoparticelle" e della quantita' che viene inserita nel nostro corpo.


Ad usare queste tecnologie sono da anni le industrie farmaceutiche, che hanno cosi' creato farmaci "intelligenti", come le bombe sui palazzi, i virus e le droghe. Le gravi pandemie originano tutte da virus sintetici, creati in laboratorio, e' un prodotto della cinernetica, che quando nasce ha vicino a se' l'antidoto per la sua distruzione. L'AIDS, l'Ebola, la mucca pazza, il virus dei polli, sono tutti delle macchine che falciano milioni di vittime, milioni tra coloro che non possono comprare l'antivirus. E' interessante sapere che le nanobiotecnologie non si limitano a fornire nuove opportunità tecnologiche, ma combinano nanomateriali inorganici e molecole organiche, intervenendo nel metabolismo cellulare per condizionare la produzione di molecole o la trasmissione di informazioni oppure per creare nuove cellule. Sono macchine costruite per alterare intenzionalmente il DNA, penetrando e integrandosi nelle cellule degli organismi viventi. il Chip
Gli scenari militari di tutto questo sono assurdi ma tecnologicamente possibili. Interferire con il metabolismo cellulare aprirebbe alla guerra batteriologica o al terrorismo, enormi possibilità distruttive, e "se poi queste nanomacchine potessero autoreplicarsi si avrebbe uno strumento ancora più pericoloso della bomba atomica, ma più preciso, meno costoso, più semplice da fabbricare, da usare e più difficile da individuare. La capacità d'interazione delle nano-particelle con le strutture sub-cellullari non è molto conosciuta e la comunità scientifica è tutt’altro che unanime nell’escluderne i pericoli potenziali ( vedi rapporto in allegato ). E' possibile cosi' inibire le difese immunitarie, i processi metabolici e la stessa tecnologia potrebbe essere utilizzata per attaccare centrali nucleari, centrali elettriche, aeroporti, sistemi di informazione. Dinanzi a questo grave problema, la Commissione Europea e' favorevole alla sua applicazione e sperimentazione finalemente ufficiale, anche perche' occorre - a detta loro - controllare caso per caso. La risposta data ci sembra alquanto assurda, perche' la valutazione del singolo caso come etico e giusto, gettera' una base per la maggiore diffusione del futuro.
Quanto stiamo scrivendo puo' sconvolgere le persone, pu0' insurle a pensare che la vita non abbia un senso, ma a loro noi rispondiamo che la "verita' li rendera' liberi di vivere la loro vita", e non un'esistenza programmata mediante un software e un ripetitore GPS. Non e' facile istruire le persone e rompere le sicurezze e le certezze di una vita, non e' facile esporsi dicendo finalmente a tutti che qualcosa viene preparato dai nostri governi nella loro piu' totale ignoranza. La Etleboro per questo sta ricevendo sempre piu' attacchi, il web e' tempestati di articoli infamanti e di virus indicizzati mediante la parola Etleboro. La serata di Etleboro Red Zone viene spesso sabotata da giornalisti o personaggi che amano nascondersi e insultarci, allo scopo di indurre insicurezza nelle persone, per allontanarle dal loro nuovo pensiero. Ma occorre che lo sappiano: una volta svegli, non si ritorna agli antichi pregiudizi, la strada su cui ci si e' immessi sara' sempre la stessa. Sara' questo quello che tra 10 o 20 anni liberera' gli uomini dalla schiavitu', perche' la verita' e' sotto gli occhi di tutti, ma per vederla e capirla ci vogliono anche secoli. Sappiate che Tesla ci ha lasciato la soluzione a tutto questo, lui sapeva benissimo cosa sarebbe accaduto, per cui aveva anche preparato la reazione-soluzione al problema che si sarebbe creato nel tempo. Lui era sicuramente piu' avanti di noi, la sua mente sapeva, ne era cosciente, aveva preannunciato che il mondo sarebbe diventato un bastone pieno di formiche che corrono perse nel caos.

20 settembre 2006

Armi silenziose per guerre tranquille


Guardare una città dall'alto è come vedere un grande formicaio, migliaia di persone viaggiano freneticamente senza mai fermarsi a chiedersi perché corrono. Le scadenze, il lavoro e il tempo le tiene prigioniere mentre tutto intorno a loro sembra essere fermo e statico: ognuno di noi vive un mondo, quello ufficiale in cui vige la morale religiosa, la legge dei "buoni" e l'economia del business. In realtà noi siamo intrappolati in un altro mondo, quello ufficioso, in cui la democrazia non esiste più perché il potere lo hanno attribuito alle istituzioni sovranazionali, la libertà è un'illusione perché il controllo dei nostri istinti e dei nostri pensieri è già in atto, e la legge è quella del Governo Mondiale che mediante le sue sfere di controllo gestisce il sistema.

La Cibernetica è la nuova scienza sociale, è lo schema per controllare i sistemi complessi come quello nostro, in cui il biologico e l'economico si fondono. Un sistema cibernetico equilibrato crea una struttura a celle, in cui gli elementi interagiscono in modo da aumentare il valore della produzione, e ha la grande proprietà dell'autoregolamentazione. In altre parole, è fatto in modo che dopo ogni azione si attivi subito una contro-reazione, un evento che si dirige verso uno scenario crea automaticamente le condizioni per un evento con tendenza inversa che annulla il primo. È un ecosistema vero e proprio, un essere che vive, perché è in grado di far fronte da solo alle situazioni che mettono in discussione la sua esistenza . Sistemi del genere hanno una grande stabilità nel tempo, e possono funzionare bene solo se li guida un codice etico, un obiettivo che sia nell'interesse di tutti gli uomini.

Questo tuttavia non sta accadendo, perché l'intero sistema lavora per soddisfare gli interessi di una classe ben più ristretta, degli Illuminati, degli dèi che non permetteranno mai che la scienza liberi il popolo.
Ora utilizzano contro le popolazioni inermi delle armi biologiche, spingono gli uomini a non vivere ma a sopravvivere, invece di gettare proiettili mettono catene tramite i data base; invece di inviare soldati, innescano delle bombe tramite dei computer e sotto gli ordini dei vostri generali, che sono i Banchieri.
Certamente non fanno niente di evidente, perchè non vediamo esplosioni oppure danni fisici, ma la nostra vita sociale viene distrutta ogni giorno dal finto progresso. Le masse e il pubblico non potranno mai capire quest'arma e dunque non potrà credere che non siamo realmente attaccati, se non avviene un fatto criminoso reale.
Pensate a che fino ha fatto la democrazia: lei non esiste più ma nessuno lo dice. Il margine di azione degli Stati è sempre più ridotto dagli accordi economici internazionali sui quali non è stato chiesto l'opinione dei cittadini del mondo. Una sospensione proclamata della democrazia avrebbe provocato una rivoluzione, e se non è successo è perché è stato deciso di mantenere una democrazia di facciata: i cittadini continuano a votare, i programmi politici di "destra" e di "sinistra" sono gli stessi. Le elezioni, i telegiornali continuano di esistere, ma sono stati svuotati del loro contenuto. Un telegiornale contiene al massimo 2 a 3 minuti di cronaca sui fatti del giorno, mentre il resto sono argomenti di facciata, di reality-show sulla vita quotidiana. Le analisi dei giornalisti specializzati sono state eliminate, e l'informazione passa attraverso la censura, che consiste non nell'omettere le notizie ma nell'annegarle in un diluvio di notizie insignificanti diffuse da una moltitudine di mezzi con contenuto simile in modo che sembra esistere la pluralità e la democrazia.

Tutta la finezza della censura moderna risiede nell'assenza di censori. Questi sono stati sostituiti efficacemente dalla "legge del mercato", che fornisce i mezzi per finanziare il lavoro di inchiesta. Eventi importanti saranno lievemente accennati, e poi affiancati a notizie di inutili, mentre un attentato verrà trattato con reportage sulle strade e tra le persone per esagerare il dramma. Le informazioni vengono presentate con una tale confusione, affiancate tra di loro anche se di diversa importanza, e questo non permette la memorizzazione delle notizie, che rimangono della mente dello spettatore solo se presentate in modo strutturato e catalogato. Una peggiore memorizzazione colpisca la popolazione con l'amnesia, in modo da essere più semplice da manipolare...

La manipolazione mediatica è solo uno degli elementi della strategia del "diversivo", che consiste nel deviare l'attenzione dal pubblico dai problemi importanti, con una marea continua di distrazioni: tenere il pubblico occupato per creare armi silenziose per guerre tranquille. Questa strategia è indispensabile per impedire il pubblico di interessarsi alle conoscenze essenziali della scienza, dell'economia, della psicologia, della neurobiologia, e, infine della cibernetica. Per rendere efficace quest'arma silenziosa occorre innanzitutto mantenere il pubblico ignorante dei principi di base della conoscenza. Per creare l'ignoranza, la creatività e le attività mentali sono stati sabotati fornendo dei programmi di educazione di bassa qualità in matematica, logica, di economia. mantenere il pubblico nell'ignoranza e la stupidità
Fare in modo che il pubblico sia incapace di comprendere le tecnologie ed i metodi utilizzati per il suo controllo e la sua schiavitù. La qualità dell'educazione data alle classi inferiori deve essere bassa in modo tale che l'ignoranza isoli le classi inferiori dalle classi superiori; le persone vengono incoraggiate il pubblico a cullarsi nella mediocrità, o nell'essere stupido, volgare, ed incolto. Alla fine l'individuo si convincerà che lui è il solo responsabile della sua disgrazia, a causa dell'insufficienza della sua intelligenza, delle sue capacità, o dei suoi sforzi. Così, invece posto di rivoltarsi contro il sistema economico, l'individuo si auto-svaluta e si colpevolizza e generando in lui uno stato depressivo che inibisce ogni reazione, dunque nessuna rivoluzione.

La regola generale è che c'è un profitto nella confusione; più la confusione è grande, più il profitto è grande: il migliore approccio è di creare dei problemi, e poi di offrire delle soluzioni, con uno schema ""problema-reazione-soluzione".
Per fare accettare una misura inaccettabile, basta applicarlo progressivamente, in maniera degradata per una durata di 10 anni, ma che avrebbero provocato una rivoluzione se fossero stati applicati brutalmente. In alternativa, una decisione impopolare per essere accettata deve essere presentata come "dolorosa ma necessaria", ottenendo in consenso presente per un'applicazione nel futuro: è sempre più facile accettare un sacrificio futuro che non un sacrificio immediato, anche perché si spera sempre che "in futuro tutto andrà meglio". Pensate all'euro, e riflettete su quello che è stato ieri, quello che è oggi, e vedrete anche cosa sarà domani. Per circuire l'analisi razionale e il senso critico degli individui è sufficiente far leva sul piano emozionale: le porte dell'inconscio degli individui si spalancheranno, e allora potranno essere immesse idee, desideri, paure. Questo grazie al fatto che conoscono l'individuo meglio di quanto lui possa conoscere sé stesso; grazie alla biologia, la neurobiologia, e la psicologia applicata, il "sistema" è giunto ad una conoscenza avanzata dell'essere umano, sia fisicamente che psicologicamente. Il sistema ne è arrivato a conoscere meglio l'individuo medio che questo non si conosce sé. Ciò significa che nella maggioranza dei casi, il sistema detiene un più grande controllo ed un più grande potere sugli individui che gli individui stessi.

Se siete in cerca di una prova, non cercate la risposta al di fuori di voi stessi ma dentro di voi. Chiedetevi come faranno a impiantare le pulci e i chip nel nostro corpo, o meglio, chiedetevi cosa oggi stanno facendo per realizzare l'impianto delle pulci.
Stanno nascondendo i trapianti ad uso medico, per diminuire la diffidenza istintiva della gente sull'intrusione della macchina nel corpo, viene promossa la moda dei piercings, per abituare il la gente all'intrusione degli oggetti materiali nel corpo, viene reso obbligatorio il trapianto per l'identificazione degli animali domestici.
Potrebbero anche organizzare, o lasciare organizzare, un attentato nucleare in una città occidentale per rendere obbligatori i trapianti di localizzazione e di identificazione per ogni individuo, in nome della "sicurezza" e della "lotta contro il terrorismo"…
Pensateci bene, riflettete, non sarebbe tanto assurdo parlare di una città europea, che possiede il nucleare, e ha già subito minacce terroristiche, in un periodo di gravi scontri ideologici tra diverse culture religiose.
Tutti nel profondo della loro coscienza sanno che qualcosa non va. Voi lo sapete ma non potete esprimervi, non potrete mai affrontare questo problema intelligentemente, perché è un'arma biologica, che non permetterà che gridiate e chiediate aiuto, perchè non sapete associarvi ad altri per difendervi. Questo veleno è iniettato lentamente fino ad indurre tutti ad adattarsi anche alla sua presenza, per cominciare a tollerare le sue ripercussioni fino a che la pressione psico-economica alienerà la vostra mentre, e quando noi resisterere più lentamente vi abbandonerete al suicidio o asseconderete in sistema. Attacca le capacità, le opportunità degli individui della società, la loro mobilità, per manipolali; infetta le vostre fonti di energia sociali e naturali, le vostre forze deboli psichiche, mentali e emozionali.
Guardate la vostra vita ed i vostri sacrifici, sarete tutti complottisti…

19 settembre 2006

La struttura del Nuovo Ordine Mondiale

Molte solo le teorie del nuovo governo mondiale, tanti i millantatori delle teorie rettiliane e sataniche che vedono l'esistenza di complotto che vuole distruggere l'uomo e la terra, per vederla sprofondare. In realtà questo è un aspetto dell'intero quadro che viene accentuato per manipolare la controinformazione, per renderla così assurda da trasformarla poi in eresia e screditarla, in quando il vero obiettivo è il controllo del governo mondiale mediante strumenti che già conosciamo, che sono già nella nostra vita.

Per dire certe cose bisogna aver coraggio, ed essere coscienti che si può essere anche ridicolizzati, ma almeno dobbiamo tentare per non deludere la gente che è morta. In un certo continuiamo ad onorare quegli uomini che ci hanno creduto e non ci stavano ad accettare di tacere, come invece hanno fatto i loro assassini, che sono ora lì a godersi il caviale, a prostituire loro e le loro mogli.
Almeno noi non siamo come gli altri, perchè noi ci crediamo, perchè sappiamo e non possiamo rimanere inermi dinanzi a questi giochi.

Ingrandisci


Lo schema che vedete sono gli strumenti che il governo invisibile ha, è la struttura piramidale di una vasta struttura, di cui le Banche Centrali sono solo un elemento periferico di uguale importanza delle mafie locali in mano alla Cia.
Al potere ormai finito dei governi degli Stati-Nazioni si è sostituito un nuovo potere, planetario, globale, che sfugge totalmente al controllo della democrazia, all'oscuro dei cittadini che ancora continuano ad eleggere le istituzioni. Il pianeta è diretto oggi da questa costellazione di organizzazioni inseriti all'interno di una struttura piramidale, al cui vertice risiede la mente, l' "occhio" del governo globale che usa organi esecutivi e politici. Le forse esecutive e direttive si ripartiscono in differenti sfere di potere, quale quello economico-finanziario, il potere militare e quello scientifico, la sfera del potere economico e finanziario, mentre le sette e le religioni agiscono come cellule direttamente collegate all'apparato esecutivo. In particolare, il potere politico del sistema è esercitato da una rete di influenza, costituita da organizzazioni legate e strettamente complementari tra di loro, e la loro coesione è assicurata proprio dall' appartenenza simultanea di certe personalità a molte di loro, e allo stesso comitato esecutivo, fermo restando che tutte hanno tra i loro soci fondatori membri degli Illuminati. Il diagramma è proprio un sistema cibernetico, una struttura a cella, in cui parecchie organizzazioni condividono la stessa funzione, ed i centri così come i "circuiti di ordine" sono stati raddoppiati o triplicati per assicurare più stabilità all'insieme. Se una delle organizzazioni diventano inoperanti, il controllo globale non è minacciato, una rete manipolata da un ragno che fa da regia a tutto.
Ingrandisci
Vogliono che la cibernetica sia la nostra società, una tecnologia che piano piano si trasformi in credenza, fatta in maniera tale da averne anche il controllo. Dietro la nanotecnologia esiste un progetto ben dettagliato, un sistema occulto, le scienze negate all'Umanità.
Il nostro mondo è costituito da un mondo vivente e uno ibrido ed interattivo, e questo ed è il nostro sistema: la società e l'economia non sono altro che una rete di pc, di macchine, di imprese e di cellule, di organismi e di cervelli. I pc e le macchine intelligenti che noi conosciamo non sono altro che delle applicazioni della Cibernetica, che ha creato strutture in cui vengono scambiate materia, l'energia e le informazioni, in modo che gli elementi organizzati in un sistema, grazie alle interazioni, acquistino un valore superiore alla somma degli stessi presi separatamente. Gli uomini ibridati con le macchine saranno degli essere sovraumani, più vicini agli stessi dei di quanto non si possa immaginare.

Il governo mondiale ha creato delle armi invisibili, che possono:
- distruggere delle opportunità
- controllare l'ambiente naturale economico
- controllare la disponibilità delle materie prime
- controllare il capitale
- controllare i tassi bancari
- controllare l'inflazione della moneta
- controllare il possesso delle proprietà
- controllare la capacità industriale
- controllare la fabbricazione
- controllare la disponibilità dei beni di consumo
- controllare i prezzi
- controllare i servizi, la forza di lavoro, ecc.
- controllare i pagamenti ai funzionari del governo
- controllare le funzioni giuridiche
- controllare gli schedari di dati personali
- controllare la pubblicità
- controllare il contatto coi media
- controllare il materiale trasmesso mediante il ricevimento TV
- deviare l'attenzione dai problemi reali
- incoraggiare le emozioni
- creare il disordine, il caos, e l'alienazione mentale
- controllare l'elaborazione di formulari di tasse più dettagliate
- controllare lo smistamento delle notizie
- sviluppare le analisi e i profili psicologici sugli individui
- controllare i fattori sociologici
- controllare le possibilità di ricchezza
- fare del debole una preda
- neutralizzare le forze
- trattenere la ricchezza e la sostanza
Il pubblico diventerà ignorante e sempre meno coinvolta nell'organizzazione pubblica, non cercherà più di difendersi, perché semplicemente non vedranno il pericolo. La famiglia sara' smembrata e l'educazione della gioventu' restera' nelle mani dell'educazione del nuovo ordine mondiale e della conformita` sociale. Il denaro contante scomparira' lasciando spazio ai crediti; nessuno controllera' la protezione dei dati. Verra` stabilizzato il consenso, con maggiore controllo e resistenza minima.Ingrandisci


Tutti sono gli strumenti di un governo invisibile che ha, è la nuova società che è stata chiamata Cibernetica, che tutti conoscono ma nessuno conosce le reali attività che svolgono. Oggi sono state inventate sigle come il Wto, il Fmi che sono la nuova dirigenza,i ministri, i funzionari e le autorità amministrative.
Le nazioni non esistono più, sono solo nella nostra testa, e questa specie di governo dei cocainomani crede di avere i poteri sovraumani, oggi come mille anni fa, i Baroni e i Re si misero d'accordo per condurre la loro politica verso gli Dei, perchè la gente credeva di più in ciò che faceva. Noi oggi dobbiamo combattere con l'Intelligenza, dobbiamo unirci, in nome della Fratellanza, perchè oggi nella carta della Comunità Europea non è scritta neanche una volta la parola "fratellanza" ma si menziona 178 volte le banche.
Oggi stanno riscrivendo una Bibbia ma falsificandola, facendoci intuire che sia un male. Una volta puntavamo il dito contro Mussolini, poi le Brigate Rosse, poi la Mafia e gli usurai; oggi diamo la colpa ad Al queda, all'islam, e creiamo lo scontro di civiltà.
Il Nuovo Ordine Mondiale è stato scritto tanti anni fa proprio grazie ad uno scienziato serbo, il Prof. Nikola Tesla che nel 1920 rifiutò 10 milioni di dollari per non far fallire una società e continuare il wireless, la comunicazione, tra energia, materie prime e informazione. Lui ha scritto la vera scienza, la teoria dell'anti-gravità che si oppone a quella ufficiale di Einstein della "Relatività". Questa in cento anni, non ci ha portato da nessuna parte ma si continua comunque a studiare e ad accreditarne la validità perché così sta bene a tanti. Quello che puo` sembrare “alieno” e` semplicemente scienza.

Oggi la guerra del petrolio non serve al Nuovo Ordine Mondiale, perche` lui ha gia` predisposto e studiato il passaggio da una fonte di energia all’altra, da un sistema all’altro, tuttavia i detentori oggi delle ultime risorse vogliono proporre un`alternativa a questo sistema. Intendono ditruggere questo ordine per riproporlo con un loro sistema, alternativo sicuramente, ma non estremamente diverso.
L`uomo dovra` vincere la sua piu` grande guerra, quella che lo conservera` uomo e non stravolga dall` essere un Dio.

18 settembre 2006

Il Nuovo Ordine Mondiale


Dietro le parole dei grandi ex uomini di Stato e dei perdenti vi sono tra le righe delle frase che alle masse sembrano incomprensibili. In realtà tutti per ignoranza e per paura accettano tutto quello che viene loro detto, tutto ciò che i signori delle multinazionali, i Banchieri e l'intera società di élite, progettano per il bene dell'umanità. Stanno riscrivendo la storia. Oggi dietro le parole del Papa si nasconde una verità, che tocca il fondo, il più profondo delitto mai esistito sulla terra.
Oggi le entità economiche e le religioni, in particolare quella protestante e la chiesa anglo americana, hanno chiaramente fatto capire cosa vogliono . La Etleboro non ha paura a mostrare i documenti e le prove del vero Nuovo Ordine Mondiale, e durante questa settimana analizzeremo e spiegheremo tutti gli aspetti legati al controllo della società.
Parleremo del futuro e del tempo che verrà ed è molto difficile spiegare, perchè si vive in un gioco di scatole cinesi. Solo adesso possiamo capire cosa Giovanni Falcone volesse lasciarci dicendo che vi sono menti raffinatissime che vogliono accreditare degli episodi alla mafia, mentre i loro interessi sono ben altri. In tutta questa scacchiera gli strumenti nelle mani dei criminali sono le tecnologie occultate all'umanità. Guardate bene i nostri centri commerciali, guardate i registratori di cassa, i loro lettori ottici, la merce e loro codici: quelli siamo noi.
Per qualche assurda ragione esistono società che parlano di Free Energy, rivoluzionano il sistema economico, mentre i piccoli partiti che godono dei finanziamenti dei Banchieri, cercano di smembrare gli Stati per renderli governabili con maggiore facilità. La lega ad esempio rivuole il suo parlamento della Padania, così come ogni forza politica cerca di rinegoziare il suo passato, e ben presto tutti cancelleranno i loro ricordi e si adatteranno alla nuova versione dei fatti, in un continuo riscrivere della storia. Le associazioni vanno all'avanscoperta delle multinazionali, facendo elemosina e civilizzazione usano la gente di buona volontà, perché tutti noi agiamo credendo di morire per la Patria ma invece moriamo per le Banche. La guerra al petrolio è una bufala, perché in realtà oggi si combatte per cambiare il sistema, e chi ha le ultime risorse vuole capovolgere l'ordine attuale delle cose, spacciandosi per veri rivoluzionari mentre saranno i nostri prossimi carnefici. È una guerra tra i due mondi, in cui da sempre il Vaticano dimora, in una posizione doppiogiochista. Vogliono ricostruire la Bibbia, una nuova società, un nuovo codice, mentre privatizzano le società di telecomunicazione, finanziano le ricerche di bio-nanotecnologie, fomentano il terrore per le pandemie e preparano il quadro giuridico per l'introduzione di nuove tecnologie.
Questi elementi, pur essendo a sé stanti, rappresentano gli elementi di un unico grande progetto: una rete, gestita e controllata da un'unica struttura centralizzata per ogni regione geopolitica accumunata da sistemi giuridici, influenze politiche e infrastrutture.
Gli elementi chiave sono i canali di telecomunicazione, come i sistemi di localizzazione satellitare (GPS) e il GSM, che forniscono l'autostrada e i ripetitori per le trasmissione di informazioni e di onde radar a bassa frequenza.
I gestori delle reti possiedono ora il potere, perché hanno creato un sistema che consente loro di reperire informazioni e di monopolizzare l'aria con le loro emissioni di onde elettromagnetiche: oggi le gare d'appalto si giocano sull'acquisizione dello spazio aereo, sulla ripartizione dei territori tracciabili.
Su questo canale viaggiano le nostre informazioni, quelle che vengono reperite mediante le carte di credito, che tracciano i nostri movimenti del denaro e tassano al secondo ogni spostamento. Ci hanno imposto le carte di identità, le tessere sanitarie e il passaporto elettronico, al cui interno c'è la mappa di tutti i nostri dati identificativi senza i quali rischiamo di divenire degli apolidi. Si tratta di "carta a pulce", che non può essere che una tappa verso un sistema di schedatura mediante l'impianto di una pulce sottocutanea, perché comincia ad essere molto più diffuso l'utilizzo del badge e dei braccialetti di identificazione con radiofrequenza (RFID), nonché dei soldi "sottopelle" come gadget di moda o sanitario, presentato poi dal marketing come indispensabile. I codici a barre verranno sostituiti dalle pulci Rfid : questo è un mercato di miliardi di dollari in piena espansione e già da tempo sperimentate nel campo veterinario e in quello medico. Molte sono state le sperimentazioni di chip e codici di identificazione degli animali, di nanotecnologie applicate al settore sanitario per la terapia e la cura di malattie incurabili, per sopperire agli handicap e alle malformazioni congenite. Sul diritto alla dignità umana, alla terapia libera, sul progresso scientifico hanno costruito la struttura etica e morale del trapianto di nanotecnologie nel corpo umano, con il pietismo e la propaganda commerciale, in nome della rapidità e la sicurezza degli scambi, dell'efficienza e della riduzione dei costi.

Le conseguenze etiche del TIC

Tra l'altro l'impianto giuridico è già pronto in Europa, mediante direttive e rapporti ufficiali, come la direttiva 385/CEE del 1990 del Consiglio Europeo, sull'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri sulla legislazione dei dispositivi medici impiantabili, destinati all'identificazione, alla raccolta di informazioni e alla localizzazione delle persone. L'Europa già da dieci anni parla di dispositivi di (RFID), chip sottopelle per accumulare le informazioni del paziente, pulce VeriChip, utilizzata come una carta intelligente, per automatizzare gli acquisti o controllare i delinquenti in libertà vigilata, per le notizie finanziarie, la sicurezza dei trasporti pubblici, l'accesso agli edifici o installazioni sensibili. Tra i tanti meccanismi classici contemplati dalla Commissione Europea figurano anche i "dispositivi scatenanti un orgasmo femminile con la semplice pressione su un bottone", con brevetto depositato in USA nel gennaio 2004.

In teoria, sembra oramai possibile che un essere vivente attraverso il suo corpo può scambiare notizie con un computer, trasformando l'uomo in un Modem, date le sue eccellenti capacità di conduzione elettromagnetica. Diventerà un trasmettitore mobile, perché nel momento in cui entrerà in contatto con un'altra persona avverrà la trasmissione di dati a fior di pelle. L'uomo arriverà ad incorporare un numero sempre più grande di sistemi robotizzati, per amplificare le sue facoltà, sviluppare delle potenzialità inaspettate, per superare paure e inibizioni. Si sta creando un essere "disumanizzato", più vicino ad un androide che ad un animale, con una tale integrazione uomo-macchina, che l'uomo potrà comandare l'elaboratore, le auto e i mezzi a lunga distanza con la forza del suo pensiero.

Il potenziale di elaborazione delle notizie sarà enormemente superiore a quella del cervello umano con il semplice impianto di pulci di silicio, mentre l' "intelligenza" sarà governata da un software che copierà i piani del cervello, come una sorta di scanner, all'interno di nanorobots iniettati all'interno del corpo per esplorare tutti i dettagli nervosi del cervello. Si miglioreranno le nostre capacità sensitive, logici e cognitive, e i progressi nella miniaturizzazione daranno sistemi che in pochi micron conterranno intere enciclopedie.
La pulce è dotata di un sistema di posizionamento per satellite GPS, e sarà alimentata da una batteria ricaricata dalle contrazioni muscolari; i segnali saranno captati dalle stazioni di ricevimento posizionate su tutto il territorio, proprio come la rete di telefonia mobile.
Le persone si faranno impiantare le pulci per appagare il loro desiderio di sicurezza e di comodità, e con fierezza diranno di avere una pulce e di essere all'avanguardia del progresso scientifico. Un comportamento alquanto assurdo se si pensa alla condanna che è stata fatta della pratica del Nazismo di tatuare le persone, che hanno nascosto per anni, come una vergogna quel numero sul braccio. Il piano di Hitler è così finito nelle mani dei Banchieri, delle entità del Nuovo Ordine Mondiale.

L'obiettivo sarà quello di avere il controllo sulla salute del cittadino, impedire truffe al sistema bancario e tributario, dare all'uomo un avvenire telepatico e allo stesso tempo telepatico. A livello economico vedremo nascere un nuovo sistema monetario centralizzato e vigilato: ad ogni persona verrà attribuito un codice, dal quale potrà aprire un conto bancario, ritirare del denaro, acquistare, vendere o votare.Ognuno, contrassegnato da questo codice e con un debito iscritto, potrà subire diverse limitazioni, come l'accesso agli stabilimenti pubblici, alle autostrade, alle banche. Si interverrà direttamente sulle funzioni cerebrali per maneggiarli e fare dell'uomo un vero robot senza lui stesso se ne renda conto. A livello giuridico, in alcuni Stati sono state già scritte le leggi che obbligano l'innesto di pulci per certe categorie di persone, come i detenuti o gli immigrati, mentre in Europa stanno già preparando il quadro dei principi da attuare. Ben presto sentiremo la "libera circolazione dei dati", la prescrizione terapeutica obbligatoria, il diritto alla sperimentazione, così come già sentiamo il passaporto elettronico, e la carta di identità magnetica.
Il grande sconvolgimento politico che ha portato l'Ue, se da una parte era volto alla creazione di una moneta unica, dall'altro era principalmente destinato a creare il controllo dell'Umanità, il tracciamento dei dati, delle menti. Molti sapevano quali erano i loro veri piani, e non hanno mosso un dito, anzi hanno venduto l'Italia, hanno tradito coloro che stavano già facendo qualcosa, che si stavano opponendo e avevano forti chances di successo.
Il mondo sarà presto diviso da tre gruppi di Stati, ossia coloro che possiedono queste tecnologie e possono applicarle, coloro che le possiedono ma non hanno la forza economica per sperimentarle, e coloro che sono fuori dal loro accesso. Le lobbies che sono nel Nuovo Ordine Mondiale vorranno controllare tutto, ogni cosa, ma non ci riusciranno.
Nikola Tesla, al quale si deve l'avvento di questo nuova era, nel momento in cui ci ha dato la conoscenza ha anche detto che mai riusciranno gli uomini a realizzare i loro piani: falliranno miseramente e vincerà l'Umanità. Così dicendo, parlo di un solo uomo, di una sola persona in grado di cambiare il corso degli eventi, per cui ognuno di noi può essere, può alzarsi e dire no a questo sistema che renderà la nostra vita praticamente inutile.

Si veda anche:

Il piano del governo invisibile

Un virus dei polli per salvare i Banchieri